Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
18 mag 2022

Ligabue e il terremoto in Emilia Romagna del 2012: "Andai subito in camera da mia figlia"

Il ricordo del cantautore reggiano in quella giornata di 10 anni fa, il 20 maggio 2012, quando la terra tremò e devastò parte della regione

18 mag 2022
featured image
Luciano Ligabue ricorda il terremoto del 20 maggio 2012
featured image
Luciano Ligabue ricorda il terremoto del 20 maggio 2012

Reggio Emilia, 18 maggio 2022 - "Mentre la terra tremava, andai nella camera di mia figlia e pensai che se l'epicentro non era sotto i nostri piedi, allora quello era un terremoto particolarmente devastante. E purtroppo così fu". Il cantautore reggiano Luciano Ligabue ricorda così le scosse del 20 maggio 2012 nella nona puntata del podcast 'Ti racconto l' Emilia- Romagna, curato dall'Agenzia informazione e comunicazione della Giunta regionale e realizzato in occasione del decennale del sisma che ha colpito l' Emilia. La puntata è dedicata al ricordo delle due grandi scosse - l'altra fu quella del 29 maggio - delle vittime, del dolore, ma anche della gestione dell'emergenza e della solidarietà che si era attivata in Italia per aiutare la popolazione colpita dalla tragedia.

Solidarietà che si è manifestata anche attraverso la musica, con i concerti organizzati allo stadio Dall'Ara di Bologna da Beppe Carletti dei Nomadi e al Campovolo, a Reggio Emilia, con Ligabue tra i protagonisti. Tra le voci della puntata quella del giornalista del Resto del Carlino, Stefano Marchetti, residente a Finale Emilia, comune epicentro della prima scossa in provincia di Modena, e quella di Franco Gabrielli, allora capo del dipartimento della Protezione civile nazionale e oggi sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio con delega alla sicurezza della Repubblica.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?