Bologna, 6 gennaio 2021 – La Lotteria Italia 2021 fa sorridere le Marche, che quest’anno esultano con Pesaro, dove è stato venduto il primo dei biglietti vincenti, quello da 5 milioni di euro (video). L’ultimo premio di prima categoria in regione risale all’edizione 2014. Tre premi di seconda categoria da 50mila euro finiscono in Emilia Romagna: a Bologna, San Lazzaro di Savena (Bologna) e Reggio Emilia. Tra Piacenza e Rimini, inoltre, saranno incassati dodici premi di terza categoria da 25mila euro: quattro in provincia di Bologna (due nel capoluogo, uno a Casalecchio di Reno e uno a Castel San Pietro Terme), due nel Ferrarese (uno nel capoluogo e l'altro a Comacchio), due nel Modenese (uno a Vignola e uno a Carpi), uno a Parma, due nel Piacentino (uno nel capoluogo, l'altro a Fiorenzuola d'Arda), uno nel Riminese (a Santarcangelo di Romagna). Anche a Rovigo un fortunato si porta a casa un premio da 25mila euro, così come accade a quattro marchigiani: uno nel Pesarese (a Fano), due nell'Anconetano (nel capoluogo e a Tre Castelli) e uno nel Maceratese (a Porto Recanati).

Lotteria Italia 2021: chi è il vincitore dei 5 milioni di Pesaro

L’estrazione va in scena in prima serata su Rai1, dalle 20.35. L'appuntamento è con ‘Soliti Ignoti - Il Ritorno - Speciale Lotteria Italia’, la puntata dello show condotto da Amadeus in cui vengono svelati i tagliandi dei premi di prima categoria che assegnano fino a 5 milioni di euro. 

Premi di prima categoria: i 5 biglietti vincenti

Come detto, finisce a Pesaro, nelle Marche, il primo premio della Lotteria Italia 2020 da 5 milioni di euro, grazie al biglietto Serie E409084. Il secondo premio da 2 milioni bacia invece Prizzi (Palermo) (Serie G162904), mentre il terzo da 1 milione Gallicano nel Lazio, in provincia di Roma (Serie A066635). Ad Altavilla Irpina (Avellino) sono finiti i 500 mila euro del quarto premio (Serie D114310), mentre Cavarzere (Venezia) festeggia con il biglietto da 250 mila euro (Serie A211417).

Tra i premi di prima fascia, solamente Gallicano nel Lazio (Roma) già in passato si era reso protagonista di diverse vincite grazie alla Lotteria Italia: tra queste spicca il quarto premio da 1,2 milioni di euro assegnato nell'edizione 2010, ma in luce anche un premio di seconda categoria da 250 mila euro vinto nel 2008, oltre a diversi altri premi di terza fascia per un totale di ulteriori 270 mila euro.

Premi di seconda categoria: i 25 biglietti vincenti

È il Lazio la regione protagonista delle vincite di seconda categoria, con cinque dei 25 premi da 50mila euro ciascuno (tutti assegnati a Roma), ma il Piemonte, riporta Agipronews, si piazza al secondo posto con quattro tagliandi fortunati e un bottino da 200mila euro. Terzo posto per Campania, Emilia Romagna e Sicilia con tre premi ciascuno. Due vincite da 50mila euro sono andate anche in Abruzzo e Veneto. Un premio a testa, infine, per Lombardia (Pavia), Liguria (Genova) e Sardegna (Ales). Ecco i 25 biglietti vincenti: L 361795 (Cammarata, Agrigento), F 031174 (Roma), C 145481 (Teramo), L 488089 (Roma), D 199428 San Lazzaro di Savena (Bologna), F 342799 (Roma), M 228397 (Roma), F 399795 (Genova), L 297508 (Omegna, Verbano-Cusio-Ossola), F 496538 (Messina), B 275673 (Portici, Napoli), G 239632 (Catania), L 433512 (Bologna), A 108977 (San Vendemiano, Treviso), F 145395 (Ales, Oristano), C 378784 (Casoria, Napoli), L 421708 (Roma), E 204241 (Pavia), D 181685 (Bassano del Grappa, Vicenza), L 252078 (Torino), L 353476 (Reggio Emilia), L 295715 (Bisaccia, Avellino), M 119165 (Morro d'Oro, Teramo), A 439501 (Cuneo), D 185616 (Torino).

Premi di terza categoria: i 100 biglietti vincenti

I premi 

Sono 5 i premi di prima categoria della Lotteria Italia, con il primo premio da 5 milioni di euro, poi da 2 milioni, un milione, 500mila e 250mila euro, mentre sono 120 le vincite "fino a 50mila euro". Lo ha detto il direttore generale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Marcello Minenna, nel corso della trasmissione "I soliti Ignoti - Il ritorno". 

Sono 25 i premi di seconda categoria, ciascuno da 50mila euro. Le vincite di terza categoria, invece, includono 100 biglietti, ognuno da 25mila euro. 

Complessivamente saranno distribuite vincite per 12,4 milioni di euro. Il calo delle vendite di questa edizione della Lotteria Italia "taglia" anche il budget per i premi di prima categoria: nel 2019 i cinque premi più alti valevano 10,5 milioni di euro, quest’anno si scende a 8,75 milioni (1,75 milioni di euro in meno). Confermato solo il primo da 5 milioni, mentre sono stati ritoccati il secondo premio (da 2,5 a 2 milioni di euro) e il terzo (da 1,5 milioni a un milione). Dimezzati invece il quarto premio, da un milione a 500mila euro, e il quinto premio, che quest’anno vale 250mila euro.

La crisi dimezza anche i premi di seconda categoria: nella scorsa edizione c’erano in palio 20 premi da 100mila euro, quest’anno i premi sono 25, ma da "soli" 50mila euro ciascuno. Si restringe anche la platea dei premi di terza categoria: lo scorso anno erano 180mila da 20mila euro ciascuno, ora i 100 fortunati intascheranno un premio leggermente più alto (25mila euro). Tra seconda e terza categoria, quest’anno saranno in palio 3,7 milioni di euro, quasi due milioni in meno rispetto alla passata edizione.

Come ritirare i premi

Sei mesi di tempo dalla pubblicazione, nel bollettino dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, dell’elenco dei biglietti vincenti: è la 'data di scadenza' della Lotteria Italia. I vincitori hanno, dunque, 180 giorni per riscuotere il premio, presentando il tagliando vincente, integro e in originale, negli sportelli di Banca Intesa Sanpaolo oppure all’Ufficio Premi di Lotterie Nazionali, o inviandolo, a rischio del possessore, all’Ufficio Premi, indicandole generalità, l’indirizzo del richiedente e le modalità di pagamento richieste (assegno circolare, bonifico bancario o postale).

Stesso discorso per i premi ottenuti attraverso un biglietto acquistato online: in questo caso è necessario presentare un documento di identità valido, il codice fiscale e la stampa del promemoria di gioco oppure del codice univoco della giocata vincente.

Biglietti venduti, Emilia Romagna sul podio

Quest’anno l’Emilia Romagna sale sul podio dei biglietti venduti (390.020), dietro solo a Lazio (837mila) e Lombardia (763.010), e davanti alla Campania. Roma resta la provincia leader nella vendita della Lotteria Italia anche per l’edizione 2020, in calo però del 34,5% rispetto allo scorso anno. Confermato il podio delle province con le maggiori vendite: Milano, riferisce Agipronews, è stabile al secondo posto con circa 319mila tagliandi (-41,4%) e Napoli è ancora terza con 202mila biglietti, in calo del 33,6%. Seguono, poi, Torino (188.520, -16,8%), Bologna (126.650, -44,9%) e Firenze con 93.980 biglietti (-39,8%). Nella Top 10 delle province con il maggior numero di biglietti venduti anche Salerno, con 82mila tagliandi staccati (-37,6%) e Brescia (79mila tagliandi, -35,5%), davanti a Verona (75.980, -39,2%) e Frosinone (70.300, -50,7%).

Si attestano a 294.820, invece, i biglietti venduti in Veneto per la Lotteria Italia: un dato in calo del 32,1% rispetto alla passata edizione, quando i biglietti staccati furono 434.400. Verona si conferma la provincia in cui si è giocato di più, con 75.980 biglietti staccati, con un calo comunque rilevante (-39,2%). Padova, riferisce Agipronews, fa meglio di Venezia e si piazza in seconda posizione, con 58.460 tagliandi (-32,3%), mentre il capoluogo si ferma a 56.840 (-33,1%). Decremento oltre il 30% anche a Rovigo (13.920, -33%), mentre è più contenuto il calo di Treviso (37.940, -26,4%), Vicenza (42.660, -21,4%) e Belluno (9.020, -21,6%). I 114mila biglietti venduti nelle Marche ne fanno l’undicesima regione in questa particolare classifica.

Sono circa 4,6 milioni i biglietti in tutta Italia con una raccolta di 23 milioni di euro. Il dato di vendita reso noto dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli è in calo del 31% rispetto all’edizione precedente: nella scorsa edizione erano stati venduti 6,7 milioni di tagliandi.