Notte Rosa
Notte Rosa

Rimini, 23 maggio 2020 - Si farà la Notte rosa, anche se il Capodanno dell’estate dovrà dire addio ai grandi concerti e alle folle oceaniche e si svolgerà quasi esclusivamente in spiaggia. Torneranno anche Al Meni (ma dopo l’estate), il festival di Cartoon club e altri eventi dell’estate riminese, mentre la Molo street parade verrà rinviata di un anno. Ci sarà il Meeting, come già anticipato, ma più alla Fiera ma al Palacongressi.

Per quanto riguarda la Notte rosa, la Regione, l’Apt e i comuni della costa vogliono ‘salvare’ uno dei principali eventi della stagione, cambiando completamente il format. Non ci saranno più i maxi concerti nelle piazze e nei grandi spazi all’aperto, saltati tutti i contratti con gli artisti che erano già stati ‘precettati’ per questa edizione, anche se non si rinuncerà alla musica dal vivo. L’idea a cui sta lavorando l’assessore regionale al Turismo Andrea Corsini è una festa simile a quella che era un tempo ‘Gradisca’, l’evento in spiaggia del 21 giugno che apriva tradizionalmente l’estate. Sarà dunque una sorta di Notte rosa ‘diffusa’, con piccoli eventi, degustazioni e musica in tutti gli stabilimenti balneari, per far rispettare in questo modo il distanziamento sociale ed evitare assembramenti.

Resta ancora da definire la data. Già certo invece che Al Meni non si terrà a giugno, ma probabilmente a settembre, mentre Cartoon club si svolgerà nelle solite date. Si rifaranno anche Un Mare di fuoco e Un Mare di vino, gli eventi proposti dai bagnini: non sarà più tutto concentrato in una sola serata ma in tante, ciascuna delle quali in uno o due stabilimenti balneari al massimo. Confermata la rassegna di cinema degli Agostiniani, dove non mancheranno anche i concerti di Percuotere la mente. Saranno allestite poi almeno una o due arene cinematografiche in città. Agosto sarà il mese in cui ripartiranno gli eventi in Fiera e al Palas.

Il Meeting si svolgerà dal 18 al 23 agosto al Palas. "Abbiamo immaginato – spiega Bernhard Scholz, presidente della Fondazione Meeting – un’edizione speciale che dia continuità alla storia quarantennale del Meeting, seppur nella discontinuità temporanea della forma con cui sarà proposta". La scelta del Palas nasce dalla volontà di ridurre fortemente il numero di persone e quindi il rischio di contagio. "Molti appuntamenti saranno digitali, così come le mostre, tranne due allestite al Palas – conferma il direttore del Meeting Emmanuele Forlani – Gli eventi potranno accogliere da 200 a 400 persone al massimo, e saranno due al giorno". Dopo il Meeting, a fine agosto (dal 28 al 31) sarà la volta di Riminiwellness in Fiera.