Bologna, 30 marzo 2021 – Il programma vaccinale dell'Emilia Romagna fa un altro scatto. Scocca l'ora delle persone che hanno tra i 70 e i 74 anni, cioè chi è nato tra il 1947 e il 1951. Per costoro le prenotazioni del vaccino anti-Covid partono lunedì 12 aprile. Come fare? Sarà possibile fissare l’appuntamento utilizzando i consueti canali disponibili, dai Cup alle farmacie che effettuano servizio Cup, passando per tutti gli strumenti online a partire dal Fascicolo sanitario elettronico fino ad arrivare al telefono. Le vaccinazioni saranno effettuate nei 141 punti vaccinali già attivi da Piacenza a Rimini.  

Focus Il bollettino dell'Emilia Romagna

Come prenotare il vaccino anti-Covid in Emilia Romagna

Le persone tra i 70 e i 74 anni (circa 250mila in tutta la regione) potranno prenotare da lunedì 12 aprile secondo i canali già noti e che le singole Aziende sanitarie, sulla base della propria organizzazione, hanno individuato e stanno comunicando. Dunque, recandosi agli sportelli dei Centri Unici di Prenotazione (Cup), o nelle farmacie che effettuano prenotazioni Cup; online attraverso il Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse), l’App ER Salute, il CupWeb (www.cupweb.it); oppure telefonando ai numeri previsti nella Usl di appartenenza per la prenotazione telefonica.

All’atto della prenotazione, al cittadino saranno comunicati la data, il luogo dove recarsi e tutte le ulteriori informazioni necessarie. Nel caso in cui si sia impossibilitati a spostarsi o essere trasportati per effettuare la vaccinazione, ci si può rivolgere direttamente alla propria Azienda Usl. Per prenotarsi non serve la prescrizione medica: bastano i dati anagrafici - nome, cognome, data e comune di nascita - o, in alternativa, il codice fiscale.

image

Vaccinati oltre 345mila over 80

Prosegue così l’impegno della Regione per la vaccinazione della popolazione più anziana: alle 13 di oggi le somministrazioni sono già state 80.942 nella fascia di età 70-79, che comprende sia gli over 75 per cui le prenotazioni sono aperte dal 15 marzo, sia persone tra i 70 e 74 che hanno diritto al vaccino perché a rischio per diversi motivi.

Arrivano invece a quota 345.369 le somministrazioni effettuate a persone con 80 anni e oltre, una cifra che significa più del 40% delle quasi 850mila dosi già utilizzate complessivamente in Emilia Romagna: nella giornata di ieri, inoltre, le Aziende sanitarie da Piacenza a Rimini hanno riprogrammato gli appuntamenti di oltre 36.000 over 80 per garantire a tutti la prima dose entro il 15 aprile.

“Più dosi riceviamo, più persone possiamo vaccinare, perché la macchina regionale è pienamente a regime e può arrivare a raddoppiare le oltre 20mila somministrazioni che abbiamo raggiunto - dichiara l’assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini -. Come abbiamo sempre detto, la nostra priorità sono i cittadini più fragili, e l’età è indubbiamente un fattore di rischio: a metà del prossimo mese avremo terminato il primo ciclo per gli emiliano-romagnoli con 80 anni o più, e allora potremo iniziare con chi ha tra i 70 e i 74 anni, mentre per gli over 75 le agende per le prenotazioni sono aperte ormai da due settimane con ottimi risultati. E se è vero che solo il vaccino potrà portarci fuori dalla pandemia, non dimentichiamo mai però - conclude Donini - che resta fondamentale continuare a rispettare con senso di responsabilità le regole e adottare tutti i comportamenti necessari per prevenire i contagi”.

image

Vaccino Covid, le ultime notizie

Vaccini in farmacia anche in Emilia-Romagna: le regole

Vaccino Johnson & Johnson: efficacia e come funziona

Viaggi all'estero: nuove regole per chi rientra dai Paesi Ue

Covid: Draghi vaccinato con AstraZeneca

Covid, quanto dura l'immunità dei vaccinati? La previsione di Guido Rasi