Jesi (Ancona), 14 settembre 2021 - Lui sta tornando con in braccio la Coppa Europa cinta dal tricolore e la sua città è in fermento per il Mancini day. Domani al palasport Ezio Triccoli il grande giorno atteso dai tifosi: in 1.300 si sono prenotati in appena 2 ore e mezzo e tutti i posti sono esauriti. Resta la diretta web che si potrà seguire dal sito del Comune.

AGGIORNAMENTO Roberto Mancini a Jesi: "La felicità? Tornare a casa, tra la mia gente"

Roberto Mancini a Jesi: il ct in città ed inaugura il 'suo' murale

"Abbiamo cercato di organizzare un evento all’altezza di mister Mancini – commenta il sindaco Massimo Bacci – e spero che Jesi lo accolga al meglio perchè Roberto Mancini è un testimonial eccezionale di questo territorio e abbiamo già avuto un aumento incredibile di visite a Jesi questa estate, anche grazie a lui". Domani sera (ore 21) per l’evento condotto da Marino Bartoletti e atteso da tantissimi marchigiani e non solo ci saranno i suoi amici di pedalata, gli ‘azzurri’ che condividono con Roberto lunghe passeggiate sulle colline marchigiane. Ma ci saranno anche il parroco e il vice della parrocchia San Sebastiano dove il Mancio è cresciuto.

Mancini in fila dal salumiere come uno qualunque. "Questi inglesi, il fairplay..." - Roberto Mancini e la visita alla mamma in ospedale

"Io e il parroco Don Adelio Papi ci saremo – spiega il suo vice, il giovane don Federico Rango che ha organizzato le serate con il maxischermo per seguire le imprese del ct jesino proprio davanti al campo dove Mancio ha tirato i primi calci al pallone- . Non c’è più stata occasione di rivederlo dopo il trionfo europeo e questa sarà l’occasione per ringraziarlo caldamente delle emozioni che ci ha fatto vivere ma anche dei valori che porta sempre con sé e ha dimostrato anche nei successi europei".

image

Ad attenderlo anche gli amici jesini che hanno già trascorso momenti insieme questa estate quando il Mancio è rimasto per diversi giorni a Jesi per seguire la mamma malata. In quei giorni Mancio ha incontrato centinaia di jesini e non si è mai sottratto ai selfie, ai flash né agli autografi. E’ divenuta celebre la foto del ct azzurro in fila davanti al pizzicagnolo, a due passi dal centro. Poi mentre Mancio è tornato ai suoi impegni professionali la città si è rimessa in moto. Il noto writer, jesino come lui, Federico Zenobi ha voluto omaggiarlo con un murale che ritrae la storica vittoria, impresso proprio nella facciata di una casa nel suo quartiere. Il Mancio quel murale l’ha visto per ora in foto: a scattarla è stato nei giorni scorsi il padre Aldo, lui che da umile falegname ha spinto suo figlio, 5 anni appena, a fargli inseguire un talento che già emergeva e che è stato alimentato in maniera particolare dal compianto parroco don Roberto Vigo.

false

Al grande evento domani non mancheranno gli amici di pedalate: uno su tutti Marino Zannotti, jesino dalla battuta sempre pronta che non vede l’ora di tornare a degustare "il bombolone alla crema diviso a metà con Roberto durante le nostre pedalate". Persone comuni che dopo il trionfo europeo hanno imparato a convivere con telecamere e microfoni. Nelle ultime ore la troupe della Rai è approdata nella città del Mancio per cogliere un po’ di jesinità. E sarà dedicata proprio a Roberto Mancini con immagini dalla città marchigiana che ha dato i natali all’imperatore Federico II, la prima puntata della nuova stagione di Porta a Porta, condotta da Bruno Vespa su Rai Uno in seconda serata. Nell’occasione sarà proiettato il servizio girato tra domenica e lunedì a Jesi dall’inviato Mauro Giliberti con una ricca carrellata di curiosità e aneddoti raccontati da tanti personaggi legati al Mancio nazionale. Riflettori puntati poi sui lavori di allestimento al palasport in vista del "Mancini day" quando Mancini riceverà il titolo di ambasciatore di Jesi nel mondo, riconoscimento attribuitogli dal Consiglio comunale. Ieri la convocazione in via straordinaria (prevista oggi on line) del parlamentino cittadino "ma solo per apportare – spiegano dal Comune - un correttivo alla mozione già votata ufficialmente dall’aula all’unanimità prima delle ferie".