Sara Pedri, la ginecologa scomparsa
Sara Pedri, la ginecologa scomparsa

Forlì, 21 luglio 2021 - Si cerca di fare sempre più luce sulla drammatica vicenda di Sara Pedri, al ginecologa forlivese scomparsa da Trento il 4 marzo scorso. E' stato aperto dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari di Trento un procedimento disciplinare nei confronti dell'ex primario di ostetricia e ginecologia dell'ospedale S.Chiara di Trento, Saverio Tateo, trasferito dopo l'indagine di una commissione interna istituita a seguito del caso della ginecologa.

Aggiornamento Sara, gli ultimi messaggi alle amiche: "Mi sento in una lavatrice"

Si tratta di un atto dovuto da parte dell'Azienda sanitaria - osserva il Corriere del Trentino -. La commissione interna all'Azienda sanitaria aveva effettuato 110 audizioni riscontrando "fatti oggettivi e una situazione critica nel reparto che dirigeva", ricorda il quotidiano. Tutti i verbali delle audizioni verranno ora acquisiti dalla commissione disciplinare. È probabile inoltre che verranno ascoltate anche le sei ginecologhe del S.Chiara che avevano denunciato situazioni "vessatorie e umilianti". Intanto l'ex primario, attraverso i suoi legali, parla di menzogne ed illazioni e di una campagna diffamatoria nei suoi confronti.