Bologna, 8 gennaio 2022 - Da lunedì 10 gennaio 2022 si estende l'obbligo di Green pass rafforzato (o Super Green pass), ovvero il certificato verde di cui sono in possesso vaccinati e guariti dal Covid. Sarà necessario sui mezzi di trasporto, compresi quelli locali, negli alberghi e nei ristoranti e bar anche all’aperto, sugli impianti di risalita delle piste da sci, in piscina, nell'ambito degli sport di squadra, nei centri benessere, culturali, sociali e ricreativi all’aperto, nelle feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose; sagre e fiere più centri congressi. 

Green pass, quanto dura dall'1 febbraio. Domande e risposte - Long covid, lo studio: "Per mesi stanchezza e difficoltà respiratoria" Vaccino ai bambini: rischi e benefici, la 'lezione' di Burioni - Quarantena e isolamento, le regole per chi ha la terza dose in Emilia Romagna

Quarantena e isolamento Covid in Emilia Romagna, le nuove regole con i tamponi rapidi - Fine quarantena e isolamento, le regole in Emilia Romagna - Green pass e terza dose: come scaricarloGreen pass da guarigione: come sbloccarlo e avere il nuovo - Quanto durano quarantena e isolamento, le nuove regole

Super Green pass: come fare per sapere la sua durata e la sua validità

Di fatto scatta una sorta di quasi lockdown per i non vaccinati, con restrizioni che saranno ancora più severe per i no vax nelle settimane successive: dal 20 gennaio servirà il Green pass base anche per andare dall'estetista o dal parrucchiere e dal primo febbraio anche per uffici pubblici, banche, attività commerciali

Green pass e trasporti: le nuove regole per scuolabus, autobus e treni - Zona gialla Emilia Romagna, cosa cambia da oggi 10 gennaio. Tutte le regole - Quarantena Covid, le regole in Emilia Romagna

Inoltre, l'ultimo decreto del Governo sulle misure anti-Covid, con l'obbligo vaccinale per gli over 50 e il divieto d'accesso ai luoghi di lavoro senza super Green pass in questa fascia d'età dal 15 febbraio.

Ma come verificare la validità del proprio Green pass rafforzato?

Prima di tutto ricordiamo che il Super Green pass si differenzia dal Green pass base poiché quest'ultimo deriva solo dalla negatività registrata dopo un tampone molecolare (durata 72 ore) o antigenico (durata 48 ore) negativo. 

Chi è guarito dal Covid deve aver ricevuto un Green pass valido per 6 mesi: il periodo di regolarità del QR CODE è indicato nei dettagli del certificato verde. Lo sblocco del Green pass dopo la guarigione ora può avvenire anche grazie a una nuova procedura: non sarà più necessario il certificato di guarigione, ma basterà l’esito negativo di un test molecolare o rapido. Quindi, di fatto, si sbloccherà autonomamente. 

Chi si è vaccinato con due dosi, per ora, ha un Green pass valido 9 mesi che decorrono dalla seconda somministrazione. Ma attenzione: dal primo febbraio la durata scende a 6 mesi per cui c'è il rischio che il certificato da quella data non sia più valido. Occorre pertanto, se necessario, prenotare la terza dose di vaccino.  I tempi per la somministrazione del booster sono più brevi: è possibile riceverlo già dopo 4 mesi, anziché 5.

Chi ha fatto la terza dose di vaccino ha un Green pass valido, per il momento, 9 mesi.

Chi ha fatto solo la prima dose di vaccino possiede un certificato veder valido dal 15esimo giorno successivo alla somministrazione della prima dose e fino alla somministrazione della seconda dose programmata dall'hub vaccinale. Una volta avuta la seconda dose, il Green pass viene aggiornato e assume al momento una validità di 9 mesi (6 dal primo febbraio). 

Ricordiamo, infine, come si ottiene e si scarica il Green Pass, sia in formato cartaceo sia digitale: sul sito https://www.dgc.gov.it/ accedendo con l'identità Spid oppure Cie o semplicemente con la tessera sanitaria, sul proprio Fascicolo sanitario elettronico,  attraverso la App Immuni o la App Io oppure con l'aiuto di un operatore sanitario (medici, pediatri, farmacisti e professionisti sanitari e laboratori pubblici e privati).

Ricevi l'informazione di qualità direttamente a casa tua con le nostre testate.