Bologna, 4 febbraio 2021 – Ci siamo, si parte con i tamponi (video) e test sierologici rapidi in farmacia. Per tutti, a patto di essere iscritti al sistema di assistenza regionale dell'Emilia Romagna. Da oggi, dopo un rallentamento tecnico temporaneo dovuto a un “riallineamento” dei sistemi informativi che ha fatto slittare di tre giorni l’avvio effettivo del provvedimento, i cittadini possono effettuare nelle farmacie convenzionate il test antigenico rapido nasale (tampone rapido) e il test sierologico al prezzo calmierato di 15 euro.

Gli elenchi delle farmacie dove è possibile, da Piacenza a Rimini, prenotare ed eseguire i test sono disponibili agli indirizzi https://salute.regione.emilia-romagna.it/normativa-e-documentazione/elenchi/elenchi/antigenico-farmacie e https://salute.regione.emilia-romagna.it/normativa-e-documentazione/elenchi/elenchi/sierologico-farmacie.

Serve la ricetta per il test antigenico rapido? Quanto costa?

Oltre alla possibilità per chiunque di effettuare, senza ricetta medica,  il test antigenico rapido nasale (tampone rapido) e il test sierologico nelle farmacie convenzionate a prezzo calmierato, viene anche allargata la platea dei destinatari della campagna di screening volontaria e gratuita della Regione attraverso il tampone rapido in farmacia e ridotto da 30 a 15 giorni l’intervallo per poter effettuare nuovamente il tampone gratuito.

“Proseguiamo nella lotta al virus con tutti i mezzi che abbiamo a disposizione - sottolinea l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini -. Parallelamente alla somministrazione dei vaccini, che procede in modo spedito dopo i rallentamenti dovuti alla riduzione delle consegne, continua questa campagna, messa in atto dalla Regione per contrastare la diffusione del Covid-19, soprattutto in ambito scolastico e familiare. Colgo l’occasione per ringraziare, ancora una volta, la rete delle farmacie convenzionate e le associazioni di categoria, che ci consentono di realizzare tutto questo”.

“È la dimostrazione - chiude Donini - che lavorando insieme e facendo squadra, come qui in Emilia Romagna siamo abituati a fare da sempre, si possono raggiungere risultati importanti e risolvere i problemi”.

 Tamponi gratis a più categorie e più spesso

Alle categorie di cittadini che hanno già diritto al tampone rapido gratuito, si aggiungono educatori che lavorano a contatto con giovani e giovanissimi, istruttori e allenatori di società sportive giovanili, volontari del Terzo settore che assistono anziani soli o persone con disabilità, caregiver familiari che si prendono cura di anziani soli o disabili.

Non solo: viene stabilito che determinate fasce di persone già coinvolte nello screening – e precisamente scolari e studenti (da 0 a 18 anni, e maggiorenni se frequentano la scuola secondaria superiore), universitari, studenti dei percorsi di IeFP, personale scolastico degli istituti di ogni ordine e grado e dei servizi educativi 0-3 anni e personale degli enti di formazione e istruzione professionale –, potranno ripetere il tampone rapido in farmacia, sempre a carico del Servizio sanitario regionale, ogni 15 giorni.

Per le altre categorie la frequenza per effettuare il test gratuito resta mensile.

Covid, le ultime notizie

Emilia Romagna: zona gialla un'altra settimana. Rt 0,83

Covid, i contagi in Italia: si ferma la discesa, inversione trend in 9 regioni

Gran Bretagna, via ai test con due vaccini Covid diversi