Bologna, 5 dicembre 2021 - Super green pass e terza dose. Sono molti in questi giorni a chiedersi cosa succederà dal 6 dicembre (e fino al 15 gennaio) quando entrerà in vigore il cosidetto certificato verde rafforzato.  Prima su tutte quale relazione esiste tra Super green pass e terza dose. Insomma sarà necessario fare la terza dose per ottenere il certificato verde rafforzato in vigore dal 6 dicembre oppure no? La risposta è no: non esiste alcun obbligo (anche se caldamente raccomandata per arginare contagi) a meno che non siano scaduti i nove mesi dalla seconda dose (termine previsto dal green pass) o che non si rientri in quelle categorie per cui, dal 15 dicembre col nuovo decreto, diverrà obbligatoria per legge. 

Zona arancione, quanto manca per Veneto e Marche. I dati Emilia Romagna

L'aggiornamento Vaccino bambini da 5 a 11 anni: i consigli dell'Iss e le 5 fake news da sfatare

Green pass e terza dose: quando arriva e quanto dura - Zona gialla regioni: Emilia Romagna, Marche e Veneto a rischio

Super green pass e terza dose: ecco le date per le nuove regole

Super green pass: cosa cambia in zona bianca

Obbligo vaccinale e terza dose dal 15 dicembre

Una delle novità del nuovo decreto Covid è l’imposizione dell’obbligo della terza dose di vaccino ai soggetti per i quali la legge già prevedeva l’obbligo di vaccinazione: si tratta di sanitari e operatori delle Rsa (residenze per anziani). L’estensione ha validità a decorrere dal 15 dicembre prossimo ed esclude la possibilità di essere adibiti a mansioni diverse. Inoltre, viene esteso l’obbligo vaccinale a ulteriori categorie, sempre a decorrere dal 15 dicembre, per continuare a lavorare. Ma di quali categorie si tratta? L'obbligo vaccinale viene esteso al personale amministrativo della sanità, ai docenti e al personale amministrativo della scuola, ai militari, alle forze di polizia (compresa quella penitenziaria) e al personale del soccorso pubblico.

Prenotazione vaccino bambini in Emilia Romagna: date e come fare

Super green pass cosa cambia dal 6 dicembre 

Per tutte le altre categorie e quello che succederà a partire dalla settimana prossima sarà una sorta di sdoppiamento del green pass. Super o rafforzato che dir si voglia con le relative 'aperture' a una vita sociale più ampia nel periodo preso in esame dal decreto per chi è vaccinato o per chi è guarito da Covid (senza alcun obbligo sulla terza dose anche se caldamente raccompandata visto l'incremento dei contagi e quindi il calo dell'efficacia delle due dosi col passare dei mesi). Dall'altra tutti coloro che hanno scelto di non vaccinarsi e quindi di utilizzare il green pass 'a tempo' ottenuto sottoponendosi a tamponi e quindi con una validità massima di 72 ore. Per quest'ultimi non sarà possibile accedere al Super green pass se non scegliendo la strada del vaccino.

Green pass sui bus: obbligo per gli studenti confermato. Controlli a campione

Le date da ricordare e la 'stretta' anti contagi

Ma quali sono le date da ricordare? Se dal 1° dicembre è stata data la possibilità a tutti gli over 18 di accedere alla terza dose di vaccino è da lunedì 6 dicembre 2021 che scatteranno le nuove misure che prevedono un'ulteriore stretta per arginare l'avanzare dei contagi. Così da questa data sarà necessario il green pass 'base' (quindi ottenibile o con vaccino o guarigione o con tamponi) per accedere anche ad strutture alberghiere, spogliatoi di strutture sportive, aerei, treni ma anche servizi di trasporto pubblico locale come bus e metropolitane. E sempre in zona bianca si potrà accedere a ristoranti all'aperto, palestre, piscine e in generale alle attività sportive anche solo sottoponendosi a tampone. Solo invece chi è in possesso del Super Green pass potrà assistere, anche in zona bianca a spettacoli ed eventi sportivi, consumare nei bar al chiuso o all'interno dei ristoranti così come ballare in discoteca o partecipare a cerimonie pubbliche.