Può prenotarsi anche il personale della fascia d’età 55-64 anni
Può prenotarsi anche il personale della fascia d’età 55-64 anni

Ancona, 28 febbraio 2021 - Si sono aperte ieri le prenotazioni per la vaccinazione del personale scolastico delle Marche e alle 15 erano già a quota 20mila. La somministrazione partirà domani, hanno ricordato dalla Regione, spiegando che può prenotarsi anche il personale della fascia d’età 55-64 anni (nati nel 1957). Questo perché il ministero ha trasmesso gli elenchi per la fascia, subito caricati nella piattaforma di prenotazione, ma senza comunicarlo ufficialmente creando così disagi.

Covid oggi: bollettino Coronavirus 27 febbraio. Nelle Marche una 48enne fra le vittime

Le Università in autonomia

Per quanto riguarda il personale delle università, anche gli atenei di Urbino e di Macerata procederanno autonomamente con la vaccinazione del personale, così come l’università Politecnica delle Marche e l’università di Camerino. Quindi il personale dei quattro atenei marchigiani non dovrà prenotare.

Marche arancioni dal primo marzo - Zona arancione regole: spostamenti, ristoranti, seconde case

Scuole comunali

Quanto agli educatori delle scuole comunali, la Regione sta ancora ricevendo gli elenchi con i nominativi dai Comuni che a breve saranno caricati nel sistema di prenotazione. Dalla Regione ricordano poi che si può prenotare tramite il portale di Poste Italiane, https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it e il numero verde 800.009966 (attivo eccezionalmente questo fine settimana e poi dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18).

image

Come prenotare il vaccino

Per la prenotazione del vaccino sono a disposizione anche i 242 Atm Postamat (va inserita la tessera sanitaria, digitare i dati richiesti e ritirare il promemoria con i dettagli della prenotazione) e anche la rete dei portalettere (il postino con la funzione ‘prenotazione vaccini’ per palmare, verificherà le disponibilità in base al Cap).

Cosa serve

Al momento della vaccinazione, insieme al personale sanitario, saranno compilati alcuni moduli che si possono scaricare e stampare dal sito dell’Asur Marche (https://www.asur.marche.it/web/portal/modulistica1) o sul portale di prenotazione di Poste Italiane. I moduli sono comunque disponibili nei punti vaccinali. Al momento della prima vaccinazione, sarà comunicato il giorno per la somministrazione della seconda dose.

Acquaroli: "Per avere più dosi coinvolgere anche aziende private"

"Abbiamo trasmesso le nostre osservazioni per il nuovo Dpcm. Abbiamo chiesto un cambio di passo e un’accelerazione nell’acquisizione e nella fornitura alle Regioni delle dosi per la campagna vaccinale, al fine di garantire quanto prima la sicurezza delle fasce più deboli e di tutta la popolazione, anche coinvolgendo le tante imprese private che si sono rese disponibili". Così ha detto ieri il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli. "Crediamo che serva una revisione dei criteri di valutazione della situazione epidemiologica - ha aggiunto -, che siano chiari e sensati, oggettivi e più semplici, affinché si possano adottare soluzioni tempestive anche a livello sub-regionale".

"Dato che il Dpcm sarà in vigore fino a dopo Pasqua, abbiamo richiesto di prevedere, per le zone gialle e quando ci sono le condizioni, anche la possibilità per i ristoranti e le attività di somministrazione di aprire anche all’ora di cena, così come serve un programma di riaperture, sempre nel rispetto dei protocolli di sicurezza, per le palestre, le piscine, anche per lo sport di base e amatoriale. Abbiamo chiesto – ha concluso – di affrontare con chiarezza la situazione del settore delle cerimonie, di parchi e centri commerciali, cinema, teatri, musei e impianti sciistici. E in generale, la necessità urgente di ristori che siano immediati e totali".