Bologna, 6 luglio 2021 - 'La variante Delta progredisce in maniera esponenziale e oggi siamo attorno al 23% di presenza in tutti i casi positivi della Regione. Ricordo che qualche settimana fa eravamo all'1% e non è difficile immaginare che nel giro di qualche settimana possa diventare predominante'.

Variante Delta: sintomi e cure. Viale: "Colpisce anche i vaccinati ma non in modo grave"

Così Raffaele Donini, assessore regionale alle Politiche per la salute dell'Emilia Romagna, parlando della mutazione del Covid-19.

Variante Delta: crescita esponenziale in Emilia Romagna

La Gran Bretagna prevede 100mila contagi al giorno

Ieri il Governatore, Stefano Bonaccini aveva parlato di pochi casi in regione  anche se in linea con il resto del Paese per quanto riguarda la percentuale sui casi totali. "Li stiamo sequenziando uno a uno",aveva spiegato spiegato, per cercare di impedire il diffondersi del contagio del Coronavirus

Oggi in tv ha ribadito che il vaccino "diventa indispensabile anche di fronte a questa variante Delta, che preoccupa, ma che di fronte ai vaccini sembra essere contenuta bene".

Green Pass: la guida. Cosa fare se non arriva l'sms con il codice

Variante Delta: cosa sappiamo e sintomi

 Comparsa in India nell'ottobre 2020, la variante Delta del Coronavirus si è diffusa in più di 100 di Paesi grazie alla rapidità di trasmissione, fra il 50% e il 60% superiore rispetto alla variante Alfa, meglio nota come Inglese.  Il segreto della sua velocità si trova in gran parte nella proteina Spike, che il virus usa per agganciarsi alle cellule umane e che è il principale bersaglio dei vaccini anti Covid-19. 

I vaccini riconoscono la variante Delta e il sistema immunitario reagisce in modo più efficiente soprattutto dopo la seconda dose. E poiché sono ancora molti i giovani non vaccinati, la variante  Delta sta viaggiando attraverso le fasce più giovani della popolazione. 

I sintomi della variante Delta  sono comuni a molti altri disturbi come raffreddore, mal di stomaco, mal di testa, dolori delle articolazioni. 

Allarme variante Lamda: cosa sappiamo - Delta, Israele: Pfizer meno efficace

Per gli esperti le armi per rallentare l'avanzata di queste varianti pericolose sono tre: accelerare il più possibile con le vaccinazioni per dare, con la seconda dose, una protezione più efficace alla maggior parte della popolazione; fare tanti test per garantire il tracciamento e ottenere il maggior numero di sequenze possibile: almeno il 5% dei casi positivi secondo Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) e Centri Europei per il Controllo delle Malattie Ecdc). 

Vaccino in Emilia Romagna: ultime notizie

Sul rebus forniture e le conseguenze sulla campagna vaccinale, Donini afferma: "La struttura commissariale incontrerà Regione per Regione per capire meglio quali sono le problematiche e quali elementi di risoluzione vi siano. Noi siamo confidenti sul buon lavoro della struttura commissariale e della nostre Ausl che stanno cercando di ottimizzare le dosi disponibili e questo ci consentirà a luglio di assicurare le seconde dosi e di non mandare a casa nessuno che si è prenotato come prima dose. Rimangono aperte, perché per noi prioritarie, le prenotazioni per la popolazione 12-19 anni'.

Il focus L'Emilia Romagna pronta a vaccinare gli studenti 12-19 anni fuori dalle scuole