Rovigo, 6 aprile 2021 - Torna in tutto il Veneto la zona arancione e finalmente negozi, parrucchieri ed estetisti potranno tornare ad aprire i battenti. Una timida ripresa anche se a pesare saranno i rigidi divieti di spostamento tra comuni e regioni. Domani, dopo l’ultimo giorno di vacanza, tornano in classe gli alunni. Lezioni in presenza fino alla terza media compresa e alle superiori per il 50-75 per cento degli studenti, gli altri in didattica a distanza. Sarà possibile ricorrere alla sospensione dell’attività in presenza solamente in caso di focolai o particolari situazioni di contagio.

Ripartirà anche il mercato settimanale, che includerà tutte le tipologie merceologiche. Permane invece il divieto di consumare all’interno e davanti ai locali come bar, pasticcerie, gelaterie. Stesse regole anche per i ristoranti, che potranno lavorare esclusivamente attraverso l’asporto e la consegna a domicilio. Anche questo servizio, però, sarà soggetto a limitazioni. Dalle 5 alle 18, infatti, non ci saranno restrizioni né per la vendita né per l’asporto dei cibi e delle bevande. Dalle 18 alle 22, invece, la vendita sarà vietata a chi svolge l’attività di bar senza servizio di cucina.

Ancora chiuse palestre e piscine, tranne che per quelle prestazioni che rientrano nei livelli essenziali di assistenza per le attività riabilitative e terapeutiche. Saranno consentiti gli allenamenti degli atleti professionisti e non professionisti che dovranno partecipare a competizioni o eventi di rilevanza nazionale. Sarà possibile inoltre praticare attività motoria all’aperto, all’interno del proprio territorio comunale, senza il vincolo della vicinanza all’abitazione imposto in precedenza dalla zona rossa.

Stop ancora per le mostre, musei e luoghi di cultura in generale. Chiusi anche teatri, cinema, sale da concerto e tutti i luoghi dello spettacolo. Saranno però consentite le visite guidate all’aperto.

Covid: le ultime notizie 

Effetti collaterali vaccino Covid: Pfizer, AstraZeneca, Moderna e Johnson & Johnson

Colori regioni dal 6 aprile: quando cambiano. Regole zona rossa e arancione

Vaccino AstraZeneca e trombosi, Burioni: "Silenzio intollerabile"