Bologna 20 novembre 2020 - L'Emilia-Romagna rimane in fascia 'arancione'. Un'ipotesi migrazione verso la zona rossa. Il provvedimento emesso il 13 novembre parlava già di una validità per due settimane, quindi almeno fino al 3 dicembre. Intanto, oggi Stefano Bonaccini ha annunciato di essere negativo al covid, anche se è ancora affetto dalla polmonite.

AGGIORNAMENTO / Zone Italia covid: i colori delle regioni Emilia-Romagna e Marche verso il giallo 

Zona rossa e arancione: tre regioni a rischio - Covid oggi: bollettino Coronavirus 20 novembre. Dati contagi Italia ed Emilia Romagna

Veneto resta giallo

Scongiurati i rischi di passare invece da 'giallo' ad 'arancione' per il Veneto, soprattutto a causa della forte pressione sugli ospedali. "Ma l'indice Rt è calato", si è affannato a fare sapere il governatore Luca Zaia, già passato indenne una volta alla bocciatura che aveva invece 'condannato' Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia la settimana scorsa.

 

Zona rossa e arancione: Lombardia, Piemonte e Puglia non cambiano. Ecco quali sono le regioni a rischio

I colori delle altre regioni

Oggi, intanto, il ministro Speranza ha confermato, fino al 3 dicembre, la fascia per altre sei regioni: Lombardia, Piemonte, Calabria e Valle d'Aosta (rosso), Puglia e Sicilia (arancione). Per tutti resta comunque possibile un cambio di classificazione - al variare delle condizioni dell'emergenza - anche prima del 3 dicembre.

Coronavirus: ultime notizie

Veneto rischia la zona arancione, Zaia: "Non la meritiamo"

Zona arancione: vivere da reclusi nel paese più piccolo dell'Emilia Romagna

Crisanti: "Vaccino Covid? Io non lo farei". E' bufera

Morandi: "Se si riapre a Natale, rischio terza ondata"