Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
23 feb 2022
francesca delvecchio
Cronaca
23 feb 2022

Emilia Romagna verso la zona bianca. Riaperture: cosa cambia dal 1° aprile

In calo indice Rt e incidenza, oltreche i ricoveri nella Regione. Il piano del governo per arrivare a maggiori libertà entro fine aprile

23 feb 2022
francesca delvecchio
Cronaca
featured image
Emilia Romagna in zona bianca: le tappe dei prossimi mesi
featured image
Emilia Romagna in zona bianca: le tappe dei prossimi mesi

Bologna, 23 febbraio 2022 -  Si avvicina il ritorno dell'Emilia-Romagna in zona bianca . Lo conferma l'andamento odierno della curva, come si legge nel bollettino covid di oggi, che fa registrare 2.030 casi in più rispetto a ieri, su un totale di 26.733 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore (di cui 11.327 molecolari e 15.406 rapidi) per un tasso di positività del 7,6% .

Quarta dose in Emilia Romagna: chi la deve fare dal 1° marzo  -  Covid oggi: il bollettino dell'Emilia Romagna del 23 febbraio 2022. Dati e contagi

Ma i dati che determinano con più certezza il cambio di colore sono quelli di incidenza e occupazione ospedaliera . L'incidenza dei nuovi casi ogni 100mila abitanti è scesa a 425 dai 613,5 della scorsa settimana, mentre l'indice Rt è a quota 0,55

L'Emilia Romagna è entrata in zona gialla il 10 gennaio 2022 con una media di 56mila casi settimanali e un'incidenza sopra i 1.200 casi. Le terapie intensive a inizio gennaio erano al 16%, i reparti covid al 21%. A oggi ci sono dati differenti, che scongiurano una recrudescenza dell'epidemia.

Emilia Romagna in zona bianca: le tappe dei prossimi mesi

Zona bianca: quando avviene il cambio colore

Per entrare in zona bianca, anche se l'incidenza non è inferiore ai 50 casi ogni 100mila abitanti (dato ottimale, se presente), le terapie intensive devono avere un'occupazione minore del 10% e i reparti covid devono essere sotto il 15% . I dati   Agenas   aggiornati a ieri, 22 febbraio, evidenziano in Emilia Romagna una percentuale stabile all' 11%   di occupazione dei posti letto in   terapia intensiva . Nei  reparti di   area medica , invece c'è un calo da 20 a 19% . La Regione è dunque davvero vicina alla zona bianca .

L'assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini , auspica che il cambio avvenga già dalla prossima settimana, quindi da lunedì 28 febbraio Fino a qualche settimana "si poteva temere l'ingresso in zona arancione", ha detto l'assessore. "Ora speriamo già   dalla prossima settimana di tornare zona bianca "

Novavax: quando arriva in Regione

Mentre le Marche   si sono già organizzate e da oggi è possibile prendere appuntamento per iniziare il ciclo di vaccinazione con il nuovo vaccino - visto anche l'annuncio dell'assessore Saltamartini, secondo il quale Novavax arriverà in regione entro l'inizio di marzo -; in Emilia Romagna sono ancora in corso le decisioni da prendere a riguardo. 

Si attendono dunque informazioni ufficiali,  ma  già nei prossimi giorni sono previste le   prenotazioni   e verranno divulgate nel dettaglio le   modalità organizzative   per le somministrazioni presso i punti vaccinali sul territorio con eventuali   percorsi dedicati

Novavax  è l'ultimo, in ordine di arrivo, dei vaccini contro il Covid-19. A differenza degli altri, non utilizza  la tecnica del messaggero mRna .

Viaggi in Italia: niente più tamponi o quarantene dal 1° marzo

Il ministro della Salute, Roberto Speranza , ha firmato una nuova ordinanza che toglie l'obbligo di tampone per tutti gli stranieri che arrivano in Italia. Questa regola è già in vigore in molti paesi europei.  Dal 1° marzo   per gli arrivi in Italia da tutti i Paesi extraeuropei   sarà sufficiente un Green pass rafforzato o uno base . Quindi vanno bene sia i certificati verdi, ottenuti con vaccinazione o guarigione, sia un tampone negativo, se non si è vaccinati. È stata abolita anche la quarantena .

Una decisione presa nell'ottica non solo di riaprire a poco a poco il Paese, ma anche di favorire il turismo e di rendere la vita meno complicata a tutti quando sarà ora di fare  le vacanze di Pasqua.

Regole dal 1° aprile: cosa cambia

Visti i dati in miglioramento, sono al vaglio del governo nuove 'regole', o meglio l'eliminazione di certe regole per consentire a tutti un progressivo ritorno alla normalità  entro fine aprile. Innanzitutto, il 31 marzo scade lo stato d'emergenza e non c'è l'intenzione di rinnovarlo. Il 1° aprile diventerebbe così la  data simbolo della ripartenza

Green pass e mascherine

Il dibattito sul Green pass è ancora vivo, ma non sembra che il governo voglia abolirlo. Molto probabilmente rimarrà , ma verranno riviste le regole sul suo utilizzo. Riguardo la mascherina , se all'aperto è già stata messa da parte e non è più obbligatoria, al chiuso invece rimarrà e dovrebbe venire rinnovato l'obbligo di mascherina al chiuso con una nuova ordinanza. Da capire meglio, invece, l'obbligo di mascherina Ffp2 in luoghi come teatri , cinema , luoghi di intrattenimento e di competizioni sportive al chiuso. Se queste categorie si trovano all'aperto, la mascherina non sarà necessaria.

Trasporti

Sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza e su quelli di trasporto pubblico decade l'obbligo del super Green pass.

Ristoranti e bar

Verrà tolto l'obbligo di Green pass rafforzato per consumare in bar e ristoranti all'aperto . Non si sa ancora se invece verrà mantenuto al chiuso o se basterà tenere la mascherina una volta che ci si alza dal tavolo.

Alberghi, piscine e palestre

Col decadimento dello stato d'emergenza, il 31 marzo scade anche l'obbligo di Green pass rafforzato per alberghi , sagre , fieri e centri congressi . Ma anche per le attività sportive all'aperto . Per gli sport al chiuso si dovrà aspettare ancora un po', ma è probabile che uscirà un calendario di date per capire dove la certificazione verde non sarà più necessaria.

Stadi

Dal 1° aprile la capienza degli stadi dovrebbe tornare al 100% .

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?