Bologna 6 novembre 2020 – Nelle pieghe del nuovo Dpcm. Con oggi un’Italia tricolore e non solo nella bandiera si spacca fra chi è stato indicato come zona rossa, arancione o gialla dall’ultimo decreto ministeriale firmato mercoledì. Anche Emilia Romagna, Marche e Veneto sono zone gialle e rientrano nel più corposo lotto di regioni sottoposte a un cosiddetto ‘lockdown soft’. Se però le macro-misure in vigore da oggi siano chiare ai più, le sfaccettature del quotidiano non mancano di obbligare a qualche interrogativo in più i cittadini. Cerchiamo dunque di fare chiarezza e di dare alcune risposte ai dubbi più frequenti.

Bollettino: i dati dell'Emilia Romagna - Aggiornamento Verso il Natale, i chiarimenti del Governo sul Dpcm

Focus Nuovo Dpcm, Conte svela zone rosse, gialle e arancioni. Le misure regione per regione

Spostamenti

In zona gialla gli spostamenti dalla propria residenza non saranno consentiti dalle 22 alle 5 di mattina, eccetto urgenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute, con relativa autocertificazione ad attestarlo. Nessun limite in entrata o uscita fra comuni e regioni, benché siano anch’esse zona gialla.

È permesso raggiungere il/la fidanzato/a per la notte e rientrare a casa la mattina dopo? La raccomandazione è di limitare gli spostamenti non necessari anche quando non è attivo il coprifuoco. Tuttavia da Dpcm, non è specificato per la zona gialla l’impedimento a trascorrere la notte al di fuori del proprio domicilio, che sia da un fidanzato o un'amica, ovviamente con tutte le necessarie protezioni e il distanziamento.

Devo tornare a casa ma sono già passate le 22, posso farlo? Il rientro al domicilio è sempre concesso.

Mia madre anziana vive fuori dalla mia provincia di residenza, posso andare a farle visita? In zona gialla non ci sono limitazioni agli spostamenti all’interno della regione. Vale sempre la raccomandazione di evitare la visita se non sia per motivi di necessità o salute.

Bar e ristoranti

Bar e ristoranti chiusi dalle 18 alle 5. Ristorazione da asporto fino alle 22.

Sono il titolare di una pizzeria e mi è arrivato un ordine da consegnare a domicilio per dopo le 22, devo rifiutarlo? No. Per le consegne a domicilio non ci sono restrizioni anche dopo le 22, poiché per il pony si tratta di uno spostamento per comprovata esigenza lavorativa.

Sono il titolare di un bar e i clienti mi chiedono di poter giocare alle slot machine. Posso permetterglielo? No. Sale bingo, sale scommesse, così come le solt machine all’interno dei pubblici esercizi devono rimanere chiusi o spente.

Sport e cultura

Chiusi anche musei e mostre. Consentito svolgere attività motoria e sportiva all’aperto senza limiti di spostamento tra comuni o di prossimità al domicilio.

Sto facendo una passeggiata, ma non correndo, e sono solo, devo indossare la mascherina? Sì. La passeggiata è considerata attività motoria e quindi prevede l’obbligo di indossare la mascherina e di mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro. Discorso diverso per l’attività sportiva – corsa, bici –, per cui non c’è obbligo di indossare la mascherina ma piuttosto di mantenere la distanza interpersonale di almeno due metri.

Posso disputare una partita di padel in un centro sportivo? In zona gialla i centri e circoli sportivi rimangono aperti. Tuttavia sarà possibile praticare esclusivamente sport non di contatto, come appunto padel e tennis.

Trasporti

Ridotta al 50% la capienza di bus e treni regionali.

Mio figlio deve prendere lo scuolabus per andare a scuola, ma la navetta è già riempita oltre il 50%, può salire comunque? Sì. Il riempimento al 50% non vale per gli scuolabus.

Autocertificazione

Quando compilarla in zona gialla? Il modulo dovrà essere esibito solo nelle ore del coprifuoco - dalle 22 alle 5 -, per giustificare il proprio spostamento che, ripetiamo, sarà ammesso solo per ragioni di lavoro, necessità, rientro al domicilio e urgenza.

Spostamenti tra zone di colore diverso

Vivo in zona gialla, posso spostarmi in zona rossa? Gli spostamenti in entrata e in uscita da zone di rischio superiore alla gialla sono consentiti solo in caso di comprovate esigenze di lavoro, salute o necessità.