Ancona, 10 aprile 2021 - Le Marche ancora una settimana in zona arancione, ma sperano nel giallo già da fine mese e quindi con un ulteriore allentamento delle restrizioni. Questo significa, però, riuscire a mantenere sotto controllo i contagi e crescere nel numero delle vaccinazioni.

Aggiornamento Quattro Comuni finiscono in zona rossa in provincia di Pesaro

I comuni che rischiano in provincia di PesaroI comuni che rischiano in provincia di Macerata

Ma in questo quadro ci sono dei "focolai" che preoccupano la Regione e sono riferiti a una decina di Comuni delle Marche, uno della provincia di Ancona, che mostrano valori molto alti di contagio. I tecnici stanno monitorando i dati e solo domani si conosceranno i risultati delle ultime verifiche che potrebbero portare per alcuni Comuni l’introduzioni di restrizioni sul modello della zona rossa. Nella provicnia di Ancona ad essere osservato speciale è Cerreto d’Esi. In sostanza la Regione sarebbe pronta a emenare una nuova ordinanza per le località che saranno inserite nell’elenco delle città a rischio con la quale si limitano gli assembramenti, ovvero, si potrà uscire di casa solo per le necessità più urgenti e da soli. I negozi resteranno aperti, ma si potrà singolarmente andare a fare la spesa piuttostio che comprare un paio di scarpe. Inevitabilmente sarà vietato uscire dal proprio Comune.

Zona gialla dal 26: le Marche hanno i numeri giusti per andarci - Rt a 0.9, le Marche restano arancioniRistoranti, palestre, cinema: il calendario delle riaperture - Pass tra regioni: come funziona e come ottenerlo - Zona arancione aprile 2021: regole e cosa si può fare

Un’ordinanza che vuole impedire il propagarsi dei contagi e trascinare zone più ampie verso numeri difficili poi da contenere e che riporterebbero intere province o tutta la regione a nuove restrizioni.
Intanto, però, il piano delle vaccinazioni prosegue con buoni risultati. Ieri c’è stato un boom di prenotazioni per la vaccinazione nella fascia di età 65-69 anni. Dopo la prima ora e mezza dall’apertura delle prenotazioni (ieri alle 12), si erano prenotate oltre 22mila persone, pari al 22% del target "che è di 100mila persone – spiega l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini –, ma il volume di 10mila vaccinazioni al giorno che abbiamo raggiunto garantisce a tutti la copertura nelle prossime settimane. Grazie dell’altissimo senso civico dimostrato".

image

Potenziato ulteriormente anche il numero verde per effettuare le prenotazioni per le vaccinazioni (800.009966) che d’ora in poi sarà attivo dalle 8 alle 20 dal lunedì alla domenica. Poste Italiane ha inoltre attivato un ulteriore metodo di prenotazione per il vaccino antiCovid via Sms che si aggiunge agli altri. I cittadini delle Marche potranno prenotare la loro dose semplicemente inviando un Sms con il codice fiscale al numero 339.9903947. Entro 48-72 ore verranno ricontattati dal servizio clienti di Poste Italiane per procedere telefonicamente alla scelta di luogo e data dell’appuntamento. Il servizio è attivo 24 ore su 24 e non presenta costi aggiuntivi rispetto a quelli previsti per l’invio di un semplice Sms dall’operatore telefonico di appartenenza. La prenotazione via SMS si aggiunge a tutte le possibilità che Poste Italiane mette già a disposizione per i cittadini, come la piattaforma online www.prenotazioni.vaccinicovid.gov.it.
 

a. q.