TIZIANA PETRELLI
Cultura e spettacoli

A Fano rivive la corte dei Malatesta. Matrimonio, Palio e cena storica

Per tutto il weekend torna il tradizionale appuntamento estivo, fra figuranti, mercatini e ricette d’epoca

A Fano rivive la corte dei Malatesta. Matrimonio, Palio e cena storica

A Fano rivive la corte dei Malatesta. Matrimonio, Palio e cena storica

Fano è pronta a rivivere gli antichi fasti della Signoria dei Malatesta. Organizzato dal gruppo storico La Pandolfaccia, torna fino a domani quando si concluderà con lo spettacolo finale delle 22.30 in piazza) il tradizionale appuntamento estivo con I Malatesta a Fano, la rievocazione storica del medioevo cittadino frutto di una ricerca filologica sempre più dettagliata, anche grazie al supporto del Centro Studi Malatestiani. L’evento, pensato anche per le famiglie, comprende spazi di ricostruzione storica con i mercatini del tempo, tanti spettacoli (come il Matrimonio di Pandolfo III e Paola Bianca, stasera alle 20 sul sagrato del duomo) e tante attività e spazi dedicati ai bambini, oltre ai famosi giochi delle contrade che fino all’anno scorso denominavano l’iniziativa più semplicemente ’il Palio delle Contrade’.

In questo clima, tutti coloro che prenderanno parte allo spaccato medievale dell’estate fanese avranno modo di ammirare sessioni di addestramento al campo d’arme allestito al Pincio, oppure assistere all’esibizione di sbandieratori, musici, armigeri, falconieri, giullari e sputafuoco.

l’occasione delle nozze, prima novità dell’edizione 2024, chi vorrà potrà vestire gli abiti dell’epoca per partecipare prima al corteo nuziale e poi al sontuoso banchetto che si celebrerà in piazza XX Settembre ribattezzata per l’occasione ‘Cassero Malatesta’ (un menù a tema è stato preparato dagli chef del ristorante MuMa seguendo le antiche ricette del tempo per l’evento in programma stasera alle 21) prendendo parte in prima fila all’evento (posti limitati per 50 persone, costo 50 euro per abito e cena: info e prenotazioni 320 2191265).

Non da ultimo, ci sarà la possibilità di visitare alcuni luoghi caratterizzanti del tardo medioevo fanese, sotto la guida di trenta studenti dell’Istituto Nolfi-Apolloni, ciceroni speciali dalle 18 alle 22 alla Corte Malatestiana e alle tombe dei Malatesta poste all’ingresso dell’ex chiesa di San Francesco. A ciò si aggiungono i figuranti che riproporranno le arti e i mestieri al Pincio oltre a tanti colpi di scena. Nel programma resta e si rafforza la sfida per contendersi l’ambito Palio delle Contrade che, domani alle 21.30 in piazza, vedrà gareggiare gli arcieri dei quattro castelli di origine malatestiana del nostro territorio: Fano, Mondolfo, San Costanzo e Castelvecchio.