La voce dei classici nei teatri antichi. Un viaggio da Sofocle a Ovidio

Il cartellone in suggestivi siti archeologici. Si parte con Cazzullo e Ovadia e ’Il romanzo della Bibbia’

La voce dei classici nei teatri antichi. Un viaggio da Sofocle a Ovidio

La voce dei classici nei teatri antichi. Un viaggio da Sofocle a Ovidio

di Raimondo Montesi

Nelle Marche non può essere estate senza TAU/Teatri Antichi Uniti, rassegna che da 26 anni porta spettacoli in siti di interesse archeologico (quest’anno sono 14). Il cartellone è stato presentato ieri dal presidente e dal direttore dell’Amat, Piero Celani e Gilberto Santini. Si parte con Il romanzo della Bibbia, che lo scrittore e giornalista Aldo Cazzullo e Moni Ovadia porteranno il 7 luglio all’Anfiteatro Romano di Urbisaglia e l’8 al Parco Miralfiore di Pesaro, per un viaggio che tocca alcuni degli episodi e dei personaggi più noti dell’Antico Testamento. La Madonna è al centro del testo di Giovanni Testori Interrogatorio a Maria, interpretato da Maria Chiara Arrighini nell’ex Chiesa di San Francesco di Fano (l’11).

Tre gli eventi dal 12 al 14 nell’Anfiteatro Romano di Castelleone di Suasa: Herodies. Lettere di eroine del mito dall’antichità al presente, con drammaturgia e regia di Elena Bucci, dove Ovidio immagina le eroine del mito intente a scrivere una lettera ai loro uomini; le Nuvole di Aristofane, classico proposto da Confine Zero; I Menecmi di Plauto del Collettivo Van. Con Metamorfosi, a cura dei performer e musicisti Munedaiko, (il 16 a Urbisaglia e il 17 a Pesaro) propone un ‘concerto di musica, corpo e parola’ capace di restituire la potenza visiva e sonora di cui il testo di Ovidio è portatore. Emilio Solfrizzi è il travolgente interprete di Anfitrione, celebre commedia di Plauto, in scena il 22 all’Anfiteatro Romano di Ancona, il 23 a Urbisaglia e il 24 nel Chiostro di Sant’Agostino di Ascoli.

La tragedia sofoclea e le stragi della resistenza si fondono nel racconto di Antigone, a cui Ascanio Celestini dà voce ne Le nozze di Antigone, il 24 alla Rocca Tiepolo di Porto San Giorgio e il 29 a Santa Maria in Portuno di Corinaldo. Enrico Lo Verso e Paola Quattrini raccontano in Itaca per sempre, il viaggio di Ulisse e il suo ritorno in patria da un’originale prospettiva (il 4 agosto alla Cuma di Monte Rinaldo). Il 6 agosto a Fano e il 7 ad Ascoli nel trentennale della strage di Capaci Luciano Violante si interroga sul mito attraverso Medea, in un monologo straziante interpretato da Viola Graziosi. Edipo a Colono vede in scena Giuseppe Pambieri e sua figlia Micol, l’8 agosto ad Ancona e il 9 al Teatro Romano di Falerone. Tau Made in Marche, sorta di rassegna nella rassegna, avrà tra i suoi protagonisti Cesare Catà, Paola Giorgi e Luca Violini. Info www.amatmarche.net.