PIERFRANCESCO PACODA
Cultura e spettacoli

Spaesaggi, musica dell’Appennino. Dargen D’Amico apre le danze

Inizia stasera la rassegna che accenderà il territorio di Grizzana Morandi, fino alla Rocchetta Mattei

Spaesaggi, musica dell’Appennino. Dargen D’Amico apre le danze

Spaesaggi, musica dell’Appennino. Dargen D’Amico apre le danze

È il potere seduttivo della musica, quello che va in scena dall’11 al 21 luglio nella rassegna Spaesaggi, che attraversa, con la sua programmazione, alcuni tra i luoghi più suggestivi dell’appennino bolognese nel territorio di Grizzana Morandi. Un cartellone che racconta un suono a volte pop a volte più sperimentale, ma lo fa sempre con una attenzione particolare per il fascino delle avventure umane e degli ambienti architettonici e naturali che sono la scenografia di rotte fuori dai percorsi turistici abituali. Al centro della proposta culturale, quindi, ci sono al tempo stesso i panorami dei monti della provincia e le personalità degli invitati.

Come il cantante che stasera la rassegna, Dargen D’Amico, celebrità per l’universo giovanile, grazie a suoi testi apparentemente leggeri, ma capaci anche di esprimere consapevolezza sociale per le vie della melodia accattivante. L’artista, che ha avuto grande successo nell’ultimo Sanremo, si esibirà a Riola Ponte, Area Spintona, con la sua miscela di canzone, hip hop e elettronica che ricostruisce fotogrammi sonori della vita di ogni giorno, contenuti nel suo album più recente, Ciao America. Si prosegue il 13 con una serie di attività legate alla scoperta del territorio, dalla visita alla bottega degli scalpellini, a quella alla collezione di strumenti musicali meccanici Marino Marini, sino alla passeggiata nei luoghi morandiani e all’arrivo in Piazza Municipio per il recitale E intanto tu ridi, con, tra gli altri, Franz Campi, Maria Pia Timo e Giorgio Comaschi. Il giorno successivo, il 14 a Campolo è in cartellone l’Orchestrina di Molto Agevole, uno dei gruppi protagonisti della riscoperta del liscio, con il loro lavoro, appena uscito, che si chiama proprio A noi piace il liscio! e il 15 nella Rocchetta Mattei, il Wittenberg String Ensemble. La sera del 16 è dedicata alle orchestre giovanili, con l’Ensemble del Conservatorio di Bologna e la boliviana Orquestra de Càmara Institutional.

Il 17 arriva a Spaesaggi, nella Rocchetta Mattei, una delle esponenti più originali del suono contemporaneo brasiliano, la cantante Mònica Salmaso. Porta al festival un repertorio dedicato agli interpreti più importanti della sua terra, da Vinicius de Moraes a Tom Jobim e Chico Buarque, un viaggio intorno al samba e alla cultura di uno dei paesi con la maggiore ricchezza di linguaggi musicali. Sarà accompagnata da Teco Cardoso ai fiati e da Nelson Ayres al pianoforte. Dopo Carlo Maver con il suo nuovo album Solenne, il 19 si esibirà, sempre alla Rocchetta Mattei, il duo di percussionisti Trilok Gurtu e Aly Keita, in un incontro unico tra il patrimonio sonoro indiano e quello maliano. Il 20 luglio sono attesi il pianista Enrico Pieranunzi e il clarinettista Gabriele Mirabassi con Verso Sud, frutto della collaborazione tra musicisti italiani e colombiani. Finale il 21 al Borgo La Scola con le Incursioni musicali di, tra gli altri, la spagnola OrquestraReuSònica Trio e l’Ocarina Ensemble Budrio. Per informazioni, www.spaesaggi.it info@spaesaggi.it Tel. 3295652996