Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Commento

Donne al potere

di MATTEO NACCARI - Il potere è sempre più rosa in Emilia Romagna. Lo dimostrano le ultime nomine, importanti, a capo di Confindustria regionale e di Intesa Sanpaolo, tra le maggiori banche del territorio. Gli industriali hanno eletto al vertice un'imprenditrice di Parma, Annalisa Sassi, classe 1976, già al vertice degli industriali di Parma e con cariche importanti in Credit Agricole Italia e nelle Fiere della città emiliana. Intesa Sanpaolo, invece, ha riconfermato al posto di comando della direzione della banca per Emilia Romagna e Marche una donna, affidando l'incarico ad Alessandra Florio, 52 anni, veneta. Le donne, insomma, seppure faticosamente, stanno guadagnando spazi nelle stanze che contano, portando capacità manageriali di tutto rispetto e visioni senza dubbio innovative e dense di novità. Le donne, durante la pandemia, sono state tra le più penalizzate dal punto di vista lavorativo e lo continuano ad esser tuttora chiamate, troppo spesso da aziende poco illuminate, a scegliere tra la carriera la famiglia. Tutto questo in altri Paesi non succede perché il welfare garantisce a tutti, a prescindere dal proprio sesso, di non dover rinunciare alle opportunità lavorative che la vita offre. Nelle aziende, purtroppo, la flessibilità, seppur doverosamente armonizzata con i contratti di categoria, caposaldo delle tutele sul posto di lavoro, viene vista come un demone da combattere e invece può garantire maggiore benessere ai dipendenti e di conseguenza maggiore produttività. La speranza è che quindi questa onda rosa aiuti a cambiare le cose, anzi a migliorarle, per renderci ancora più moderni e al passo con un'Europa drammaticamente, per noi, avanti anni luce.

© Riproduzione riservata