Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
10 lug 2022
Commento

Provocazione o scivolone?

di ANDREA BONZI -  Mattia Santori coltiva alcune piantine di marijuana in casa. Un ‘coming out’ per modo di dire, visto che la ‘sardina’ non ha mai fatto mistero delle sue convinzioni anti-proibizionistiche. Il centrodestra, ovviamente, ha attaccato a testa bassa, chi invocando l’intervento della polizia, chi chiedendo al sindaco di Bologna di togliere le deleghe di Santori al Turismo, perché – è l’affondo - un uomo delle istituzioni non può autodenunciare di aver commesso un reato. Il Pd è più o meno rimasto coperto, anche se il cattolico Paruolo non ha nascosto il suo disagio (“Parole indifendibili”), e probabilmente non è l’unico.
Al di là delle convinzioni personali sull’argomento, due sono gli aspetti che colpiscono. Il primo è politico: Santori dice che chi lo ha eletto e chi lo ha promosso a consigliere al Turismo, conosce benissimo le sue convinzioni e, quindi, in qualche modo dovrebbe avallarle. Il secondo è più una domanda: questa uscita durante una manifestazione milanese è voce dal sen fuggita o una provocazione calcolata che punta a rievocare (in tono minore) le grandi battaglie di Pannella? Il dubbio è legittimo.

© Riproduzione riservata