Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Commento

Un assist al Prado

di ALESSANDRO VESPIGNANI - Fosse stato solo bello, sarebbe finito nella lunghissima galleria delle magie sportive, molte delle quali fini a se stesse. L'assist di Luka Modric, invece, ha coniugato estetica e concretezza: ha propiziato il gol di Rodrygo rimettendo in partita il Real Madrid che per 80 minuti era stato surclassato dal Chelsea. Poi i Blancos hanno conquistato la semifinale di Champions grazie a un altro gol di Benzema. Un passaggio perfetto, meraviglioso, irripetibile tanto che il Real lo ha voluto celebrare sul suo profilo Twitter inserendolo virtualmente in un quadro esposto al Prado. Il capolavoro del centrocampista croato - pallone d'oro 2018 - richiama i gesti dei grandi dello sport. Il tiro da 4 di Danilovic, l'intelligenza pugilistica di Ali contro Foreman, il leggendario canestro di Jordan sospeso in aria oltre i limiti umani, il gol di Maradona contro l'Inghilterra, l'esercizio di Nadia Comaneci alle parallele asimmetriche premiato con 10 alle Olimpiadi di Montreal 1976. A settembre Modric compirà 37 anni. L' ennesima dimostrazione che la classe e il talento si rifiutano di guardare la carta d'identità.

© Riproduzione riservata