Quotidiano Nazionale logo
3 mag 2022

Bonus 200 euro: a chi spetta e quando arriva. Bonaccini: "Serve di più"

Il governatore dell'Emilia Romagna: "Pandemia energetica, un dramma". Ecco cosa prevede il Decreto Aiuti

Bologna, 3 maggio 2022 - Il Decreto Aiuti messo in campo dal Governo per andare in soccorso delle famiglie che devono affrontare gli aumenti delle bollette e dei beni di consumo, comprende un bonus da 200 euro, una tantum e che arriva direttamente in busta paga, destinato a chi guadagna meno di 35mila euro l'anno. A chi sembrano pochi risponde indirettamente il ministro delle Politiche agricole Stefano Patuanelli, che assicura: "Non escludiamo che in futuro ci sia un incremento di questo importo. I soldi non sono mai abbastanza - ha sottolineato - ma le risorse sono queste e il provvedimento è stato fatto senza fare scostamenti di bilancio".

Approfondisci:

Dl aiuti, spunta un bonus trasporti da 60 euro: a chi spetta

Leggi anche: 730 precompilato 2022: quando esce, c'è la data

In più nel Dl Aiuti si contano il taglio delle accise, la proroga del bonus sociale per le bollette e diversi aiuti alle imprese.

Busta paga, foto generica (Ansa)
Busta paga, foto generica (Ansa)

Bonaccini: drammatica la pandemia energetica

“Il tema della pandemia energetica è talmente drammatico che mi auguro che il governo, dopo le misure di ieri che condivido, ne metta in campo altre". Il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, al convegno inaugurale del Cibus di Parma plaude al Decreto aiuti varato ieri per aiutare imprese e famiglie a fronteggiare la crisi economica causata dalla guerra in Ucraina

Il presidente emiliano romagnolo annuncia che, domani, incontrerà il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, per candidare la regione a "essere uno dei due hub nazionali sul tema del gas", per "l'arrivo di una delle più grandi navi di Gnl" e per "realizzare un nuovo rigassificatore in un Paese che ha perso qualche anno fa una sfida che invece andava vinta e che adesso dobbiamo tutti insieme recuperare". "Serve, da un parte, un piano immediato e a medio termine - ha aggiunto Bonaccini - per fare in modo che mettiamo in campo tutto quello che possiamo per calmierare il costo delle bollette che stanno mettendo a dura prova anche il sistema imprenditoriale di questa regione e, dall'altra, un grande piano a medio e lungo termine per puntare di più sul tema delle rinnovabili".

Il Decreto aiuti: cosa prevede

In tutto il Governo ha stanziato 14 miliardi: certo la cosa che interessa di più i cittadini sono i 200 euro in busta paga, ma il decreto che ha avuto il via libera ieri prevede anche il taglio delle accise sui carburanti fino all'8 luglio (30 centesimi in meno al litro), il bonus bollette  per chi ha un Isee sotto i 12 mila euro (è anche retroattivo), il Superbonus per villette prorogato fino al 30 settembre. Previsti anche aiuti alle imprese.

Il bonus 200 euro "una tantum"

I 200 euro in busta paga sono - va sottolineato - un bonus 'una tantum', che spetta a lavoratori e pensionati con un reddito fino a 35mila euro. Sarà attivo da giugno-luglio. Il premier Mario Draghi, annunciando il bonus, ha parlato di un "importante provvedimento di sostegno ai redditi per 28 milioni di italiani", sottolineando che il bonus sarà "uguale per tutti".

Non si dovrà richiedere il bonus 200 euro: si tratta appunto di una misura una tantum e chi ne ha diritto si troverà la somma direttamente in busta paga o nel cedolino della pensione. Ma quando arriverà? Il ministro dell'economia Daniele Franco ha precisato: "Probabilmente si situerà verso giugno-luglio, non appena tecnicamete possibile".

Taglio accise

E’ stato prolungato il taglio delle accise sui carburanti di 30 centesimi (oltre a benzina e diesel è stato aggiunto anche il metano) fino all'8 luglio

Imprese agricole e fotovoltaico

Le imprese del settore agricolo, zootecnico e agroindustriale potranno realizzare "impianti fotovoltaici sui tetti delle proprie strutture" e vendere l’energia.

Trasporti pubblici

Nel decreto di aiuti alle famiglie che il governo ha approvato è stato inserito anche uno sconto di 100 euro sugli abbonamenti annuali per i mezzi di trasporto pubblico locale.

Bollette

Il rinnovo degli interventi per il terzo trimestre sulle bollette prevede anche un secondo ampliamento al tetto Isee delle famiglie numerose per ottenere il bonus sociale che ora è destinato a chi ha un Isee di non più di 12.000 euro. Il bonus, inoltre, diventa retroattivo. Quindi eventuali pagamenti di somme eccedenti saranno automaticamente compensati in bolletta una volta presentato l'Isee.

Aziende

Il governo guidato da Mario Draghi ha previsto anche un ampliamento del credito d’imposta per le imprese energivore e gasivore.

Superbonus villette

Il comparto dell’edilizia avrà una nuova modifica delle norme sul Superbonus al 110%: proroga al 30 settembre (dal 30 giugno) del termine entro il quale eseguire almeno il 30% dei lavori sulle villette per sfruttare il maxi-incentivo.

Superbonus e cessione crediti

Sempre per quanto riguarda il Superbonus, sono stati tolti alcuni paletti nella possibilità di cedere i crediti fiscali da parte delle banche.

Cantieri: adeguamento prezziario

Per le imprese, si preparano circa 3 miliardi per adeguare i prezziari dei cantieri ai rincari generalizzati e, da parte del Mise, un fondo per le aziende più direttamente colpite nei loro affari dalla crisi in Ucraina (200 milioni).
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?