Editoriale

Come proteggere gli anziani dalle truffe

Sento continuamente parlare e leggo sui giornali di truffe agli anziani. Siamo in presenza di un vero flagello dal quale bisogna difendere meglio zii, nonni e genitori non più in età verde. Capisco che sia un'impresa difficile ma mi chiedo cosa si può fare, a parte sottolineare sempre la massima attenzione ai nostri familiari. Purtroppo i vigliacchi che raggirano le persone in età avanzata sono in aumento. E quando questi delinquenti vengono individuati il più delle volte non vanno in carcere. Godono di impunità e quindi continuano il loro lavoro come prima. 

Nadia Zanni

Risponde Beppe Boni

Brutta storia quella delle truffe e dei raggiri agli anziani. Intanto sullo sfondo di questa notizia negativa ricordiamone una buona. Le persone che hanno superato i 65 anni nel caso in cui siano vittime di un furto, una rapina o una truffa, possono richiedere un contributo economico al Comune di Bologna. Ovviamente devono ricorrere alcune condizioni. ll contributo previsto è di 100 euro, aumentato a 500 euro se si viene derubati della pensione appena ritirata, o di 200 euro se il ritiro avviene presso lo sportello bancomat di Poste. Sono previsti rimborsi anche in caso di truffe on line o di furto del telefono cellulare. Il problema dei colpi ai danni degli anziani è serio. Secondo i dati diffusi dalla questura di Bologna nei primi cinque mesi di quest'anno sono state registrate oltre 500 truffe a persone anziane, circa tre al giorno. Oltre ai controlli specifici polizia e carabinieri cercano anche di fare prevenzione e informazione. Agenti della questura incontrano i cittadini nei centri commerciali distribuendo, fra le altre cose, depliant informativi su come riconoscere un truffatore e su come proteggersi dai raggiri fuori e dentro casa. Idem i carabinieri che incontrano le persone nei centri sociali e nelle parrocchie. Infine bisognerebbe dare un giro di vite alla legge e tenere in carcere i delinquenti autori dei colpi.

beppe.boni@ilcarlino.net

voce.lettori@ilcarlino.net