Salvini (Foto Serra), Mihajlovic (Schicchi) e Borgonzoni (Schicchi)
Salvini (Foto Serra), Mihajlovic (Schicchi) e Borgonzoni (Schicchi)

Bologna, 22 gennaio 2020 - Chi lo critica colpisce sulla malattia. Chi lo difende fa appello ad una democrazia "che per gli elettori di sinistra funziona solo per chi la pensa come loro". L'assist fornito da Sinisa Mihajlovic a Matteo Salvini e alla candidata per il centrodestra al governo della Regione, Lucia Borgonzoni, ha scatenato gli utenti di Facebook. “Un buon ringraziamento alla sanità che lo ha aiutato”, commenta Pierluigi G. sotto l'articolo del Resto del Carlino. E prima: “Sono profondamente delusa – scrive Roberta C. -. Ti stai curando a Bologna, e se i suoi ospedali sono un'eccellenza è perché si trovano in una regione governata bene”.

LEGGI ANCHE Salvini posta la foto con Mihajlovic. "Grazie Sinisa"

Leggi anche Berlusconi a Bologna, regna l'ottimismo: "C'è una forte voglia di cambiamento"

C'è chi invece non è rimasto meravigliato dalla presa di posizione di Sinisa:”Non avevo alcun dubbio – commenta Maria F., facendo riferimento a passate dichiarazioni del mister rossoblù sul regime di Milosevic e su Arkan -, combattere un tumore non fa di una persona automaticamente un eroe”. “Non mi meraviglio – scrive Gianalberto C. commentando il nostro articolo -. È di destra, anzi di estrema destra direi”.

Tanti anche in difesa dell'allenatore del Bologna, come Paola D. che commenta:”Non doveva dire nulla, ora in tanti saranno contro di lui perché non ammettono che una persona abbia un altro orientamento politico, ci dovrebbe essere libertà di espressione, siamo in democrazia!”. Poi ancora: ”Se avesse dato il suo appoggio a Bonaccini sarebbe stato elogiato – scrive Stefano G. -. Si è democratici e si viene considerati tali solo quando la pensi come loro”. Un coro di “Grande Sinisa!” invece i commenti sotto al post della candidata di centrodestra Lucia Borgonzoni, che ha condiviso l'intervista sul suo profilo Facebook.