Quotidiano Nazionale logo
21 gen 2022

Bollettino Covid in Emilia Romagna del 21 gennaio 2022. Dati e contagi

Ci sono 20.654 nuovi contagi (dato stabile), ma diminuiscono i ricoveri sia in terapia intensiva, sia nei reparti Covid ordinari. Si registrano purtroppo 29 decessi. La Regione resta gialla ma è terza per incidenza in Italia. Quarantene, Sileri: "Nuove regole a breve: guardiamo il modello emiliano romagnolo"

Bologna, 21 gennaio 2022 - Sono stabili i contagi da Covid in Emilia Romagna nella giornata del 21 gennaio 2022. Oggi ci sono 20.654 nuovi casi (ieri ce n'erano 20.140) su 79.424 tamponi. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi è del 26%, in calo rispetto al 28%. Diminuiscono anche i ricoveri nelle terapie intensive (-4,6%) e nei reparti ordinari Covid (-0,2%). Si registrano però, purtroppo, altri 29 decessi, tra cui una ragazza di 31 anni, affetta da patologie pregresse.

Approfondisci:

Coronavirus oggi: dati e contagi in Emilia Romagna del 22 gennaio 2022. Il bollettino

Approfondisci:

Novavax in Italia a febbraio: come funziona e quello che c'è da sapere

Emilia Romagna in zona gialla 

Anche la  prossima settimana la nostra regione resterà saldamente in zona gialla. Questo secondo i primi dati del monitoraggio settimanale della Cabina di regia di Ministero della Salute e Istituto superiore di Sanità. 

Sempre stabile al 17% infatti l'occupazione delle terapie intensive, così come i reparti ordinari, fermi al 27%. Ma non sono troppo distanti i parametri per una possibile zona arancione ( la soglia è al 20% per i reparti intensivi e al 30% per l'area non critica). E per incidenza la nostra regione è terza dopo Bolzano e Trento.

GLI ALTRI BOLLETTINI: Italia - Veneto - Marche

Bollettino Covid Emilia Romagna 21 gennaio 2022
Bollettino Covid Emilia Romagna 21 gennaio 2022

Inoltre, il "modello" emiliano romagnolo per la gestione delle quarantene potrebbe essere esteso su scala nazionale. A dirlo è Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute :"Si può pensare ad una semplificazione sulla falsariga del progetto sperimentale di Bonaccini, presidente dell'Emilia Romagna, che ha previsto il tampone fai da te. Significa rendere la vita più semplice alle persone asintomatiche, e un analogo discorso si può fare per il green pass - propone Sileri - un esempio sarebbe normalizzare il processo di vaccinazione in ragione di chi ha contratto il Covid in attesa della terza dose".

Per la scuola, "con il crescere della vaccinazione, sarà possibile cambiare le misure e le regole. C'è da dire che la malattia colpisce anche i bambini, la fragilità dei piccoli esiste anche se in forma più limitata. A qualche settimana da oggi, però, potrà e dovrà esser fatta qualche modifica alle regole". 

Dad e covid a scuola: con quanti positivi scatta e le nuove regole

Covid. Il bollettino Italia

Ancora segnali di stabilizzazione, che potrebbe preludere alla discesa, per la curva epidemica in Italia. I nuovi casi sono 179.106, contro i 188.797 di ieri e soprattutto i 186.253 di venerdì scorso: il 4% in meno. Con 1.117.553 tamponi, 7mila più di ieri, tanto che il tasso di positività scende di un punto, dal 17% al 16%. I decessi sono 373 (ieri 385), per un totale di 142.963 vittime dall'inizio dell'epidemia. Le terapie intensive sono 9 in più (ieri +10) con 148 ingressi del giorno, e salgono a 1.707, mentre dopo diverse settimane si registra un calo dei ricoveri ordinari, 174 in meno (ieri +159), 19.485 in tutto. E' quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

Coronavirus. I contagi in Emilia Romagna oggi 21 gennaio 2022

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 895.961 casi  di positività, 20.654  in più rispetto a ierisu un totale di 79.424 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 30.891 molecolari e 48.533 test antigenici rapidi. Questo il dato comunicato al ministero della Salute. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 26%. L’età media dei nuovi positivi di oggi è di 35,2 anni.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 3.740 nuovi casi (su un totale dall’inizio dell’epidemia di 180.834); a seguire Modena (3.568 su 142.231), Reggio Emilia (2.566 su 98.381), Parma (1.967 su 71.464).  Seguono Rimini (1.927 su 91.826), Ravenna (1.885 su 81.362), Cesena (1.359 su 51.371), Piacenza (1.054 su 51.603),  Ferrara (1.005 su  56.861), Forlì (960 su 42.067). Infine il Circondario Imolese (623 su un totale dall’inizio dell’epidemia di 27.891).

Morti per Covid in Emilia Romagna

Purtroppo, si registrano 29 decessi:

  • 4 in provincia di Piacenza (due uomini di 98 e 87 anni e due donne di 91 e 84 anni)
  • 1 in provincia di Parma (un uomo di 90 anni)
  • 3 in provincia di Reggio Emilia (due uomini di 89 e 63 anni, una donna di 89 anni)
  • 2 in provincia di Modena (un uomo di 91 anni, una donna di 86 anni)
  • 6 in provincia di Bologna (quattro uomini di 89, 77, 72 e 69 anni, due donne di 83 anni e di 59 anni, per quest’ultima il decesso è stato registrato dall’Asl di Imola)
  • 1 nel circondario Imolese (un uomo di 86 anni)
  • 3 in provincia di Ferrara (un uomo di 80 anni, due donne di 89 e 84 anni)
  • 5 in provincia di Ravenna (due uomini di 79 e 53 anni e tre donne di 97, 85,76 anni)
  • 1 in provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 86 anni)
  • 3 in provincia di Rimini (un uomo di 94 anni, due donne di 87 e 31 anni, quest’ultima affetta da gravi e pregresse patologie)

In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.719.

Ricoveri da Coronavirus

I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 145 ( -7 rispetto a ieri, pari a - 4,6%) l’età media è di 62 anni. Sul totale, 87 non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 61,5 anni), il 60 %; 85 sono vaccinati con ciclo completo (età media 62,8 anni). Un dato che va rapportato al fatto che le persone over 12 vaccinate con ciclo completo in Emilia-Romagna sono quasi 3,7 milioni, circa 300mila quelle vaccinabili che ancora non lo hanno fatto: la percentuale di non vaccinati ricoverati in terapia intensiva è quindi molto più alta rispetto a chi si è vaccinato. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 2.459 ( -6 rispetto a ieri, -0,2%), età media 69,9 anni.

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 6 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 18 a Parma (-1); 16 a Reggio Emilia (-1); 23 a Modena (+2); 36 a Bologna (+3); 9 a Imola (-2); 12 a Ferrara (-2); 6 a Ravenna (- 4); 3 a Forlì (invariato); 4 a Cesena (+1); 12 a Rimini (-3).

Casi attivi e guariti

casi attivi, cioè i malati effettivi, sono  348.147 (-277). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 345.543 ( - 264), il 99,2% del totale dei casi attivi. Le persone complessivamente guarite sono 20.902 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 533.095.

Autotesting e vaccinazioni in Emilia Romagna

Per quanto riguarda il servizio di autotesting con un tampone rapido antigenico,  alle 15 di oggi risultano effettuati 3.628 tamponi i cui esiti sono stati caricati correttamente on line sul Fascicolo sanitario elettronico. Di questi, 2.419 test, pari a circa il 67% riguardano cittadini che, avendo determinato la propria positività al coronavirus, riceveranno formalmente entro 24 ore la comunicazione di avvio del periodo di isolamento. Dopo 7 giorni di isolamento queste persone potranno ripetere l’autotesting e in caso di negatività caricare il risultato sul Fascicolo sanitario elettronico e ottenere entro 24 ore la certificazione di fine isolamento. 1.209 sono invece tamponi con esito negativo.

Vaccinazioni. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid. Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 9.314.773 dosi; sul totale sono 3.672.400  le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale, il 91,4%. Le terze dosi fatte sono 2.055.814.

Covid. Il sistema a colori, Sileri "Potrebbero essere rimodulati i parametri"

Sul sistema 'a colori delle Regioni' Pierpaolo Sileri dichiara che non ci sarà "nessun cambiamento, nell'immediato". Credo in questo sistema" ma "credo anche che possano essere rimodulati i parametri alla luce della circolazione di Omicron e alla luce del fatto che un crescente numero di popolazione è protetto con tre dosi'' di vaccino anti Covid. 

Il picco dei contagi è stato raggiunto, afferma il sottosegretario, e "adesso vedremo un plateau, una stabilizzazione, la cupola di questa curva. Poi inizierà una discesa, così come sta accadendo in quei Paesi che hanno vissuto Omicron prima di noi, come il Regno Unito". "Prima calano i contagi, poi i ricoveri e alla fine i decessi, in questo caso - ha spiegato Sileri - non accadrà prima di diverse settimane da oggi. Però già un notevole calo dei contagi porterà il sistema ad essere più sostenibile in termini di tracciamento".

Nuove regole dal 1° febbraio: i negozi dove non servirà il Green pass

Firmato il nuovo Dpcm dal premier Draghi questa mattina e dal 1° febbraio senza Green pass sarà possibile andare solo negli alimentari, supermercati, farmacie e parafarmacie, veterinari, ottici, edicole all'aperto, benzinai, negozi per animali. Ma anche strutture sanitarie e socio sanitarie, residenziali e e hospice. Consentito l'ingresso senza certificazioni covid anche agli uffici aperti al pubblico delle Forze di polizia e delle polizie locali e agli uffici giudiziari.

Sarà invece necessario il certificato verde per ritirare la pensione in Posta, in tabaccheria e in librerie ed edicole al chiuso.   

Omicron, ricerca: "Resiste più a lungo sulle superfici". Il confronto con altre varianti

Altre notizie sul Covid

Covid a scuola Bologna, oltre 1.200 positivi in una settimana

Lista negozi senza Green pass, ecco il nuovo Dpcm

Covid e scuole a Modena, è caos screening

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?