Quotidiano Nazionale logo
4 apr 2022

Borse di studio 2022 in Emilia Romagna assegnate a oltre 20mila studenti

Stanziati oltre 4,7 milioni di euro. I ragazzi aiutati sono  il 10,7% in più rispetto all'anno precedente

featured image
Borse di studio in Emilia Romagna

Bologna, 4 aprile 2022  - L'Emilia Romagna rinforza l'investimento sulle borse di studio. Nell'anno scolastico in corso la Regione ha stanziato oltre 4,7 milioni di euro a beneficio di 20.241 studenti, cioè il 10,7% in più rispetto all'anno precedente (furono 18.374). Più della metà di queste borse di studio è stata finanziata dalle casse regionali, per un importo di quasi 2,2 milioni di euro. Andranno a beneficio degli studenti iscritti al primo e secondo anno delle superiori e al secondo e terzo anno dei corsi di istruzione e formazione professionale. Le restanti 9.669 borse, per un finanziamento di oltre 2,5 milioni di euro, saranno invece coperte con risorse del ministero dell'Istruzione e destinate a tutti gli studenti emiliano-romagnoli idonei che frequentano l'ultimo triennio di licei, istituti tecnici e professionali. 
A queste risorse, infine, si aggiungono altri 2,25 milioni di euro ripartiti sul territorio regionale e destinati a finanziare il servizio di trasporto scolastico per il prossimo anno 2022-2023. 

Borsa di studio: a quanto ammonta

Le borse di studio hanno un valore di 183 euro, cifra che sale a 229 euro per gli studenti meritevoli, cioè con una media dei voti superiore a 7, e per quelli con disabilità. Il valore degli assegni ministeriali è invece di 261,8 euro (uguale per tutti). La soglia di reddito famigliare Isee per beneficiare delle borse di studio è fissata in 15.748 euro annui. 
I contributi regionali saranno erogati dalle Province e dalla Città metropolitana di Bologna. Per le borse ministeriali, invece, la Regione fornirà l'elenco dei beneficiari stilati dalle Province e dalla Città metropolitana allo stesso ministero dell'Istruzione, che provvederà direttamente alla liquidazione delle somme con bonifici bancari. 

Borse di studio, nessuno è rimasto escluso

"Ancora una volta, attraverso uno stanziamento che si rafforza anno dopo anno, garantiamo il 100% delle borse di studio agli studenti che ne hanno i requisiti, con un'attenzione particolare ai più meritevoli e ai diversamente abili- sottolinea l'assessore regionale alla Scuola, Paola Salomoni - un impegno importante da parte della Regione, che investe sulla scuola a 360 gradi, dalle borse di studio al trasporto all'edilizia scolastica, per assicurare il pieno diritto all'istruzione e pari opportunità a tutti gli studenti e le studentesse, garantendo omogeneità di trattamento sull'intero territorio regionale. Anche per quest'anno dunque abbiamo deciso di aumentare le risorse finanziare per poter dare risposta al numero crescente di richieste e far sì che nessuno dei ragazzi e delle ragazze che ne hanno diritto rimanga escluso".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?