Bologna, 5 maggio 2021 - In lieve crescita i contagi in Emilia Romagna, dove però il rapporto tra nuovi positivi e test resta costante e basso. Sono 561 i casi (ieri 488) che emergono dal bollettino covid di oggi, 5 maggio, l'1,9% dei quasi 30mila tamponi processati (ieri 1,7%).

Aggiornamento Il bollettino Covid del 6 maggio 2021

Dati nazionali Bollettino Coronavirus Italia oggi: dati sui contagi Covid. Numeri regione per regione

Purtroppo, si registrano 17 nuovi decessi, ma diminuisce ancora la pressione sugli ospedali della regione: i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 213 (numero invariato rispetto a ieri), 1.546 quelli negli altri reparti Covid (-73).

image

Il Coronavirus in Italia: i dati

Anche oggi in aumento i casi di covid registrati in Italia, sono 10.385 a fronte dei 9.116 di ieri, con un numero di tamponi non molto più elevato di quello di 24 ore fa: 327.169 contro 315.506, con un tasso di positività che risale al 3,2% (ieri era 2,9%). E' quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute. In calo il numero di morti nelle ultime 24 ore connessi con il coronavirus: sono 267 contro 305 di ieri, per un totale di 122.005 dall'inizio della pandemia.

Cala ancora la pressione sulle strutture ospedaliere: i ricoveri ordinari sono 17.520, con un decremento di 656 unità rispetto a ieri; i pazienti in terapia intensiva sono 2.368, con 142 ingressi del giorno (+6), contro i 2.423 che risultavano ieri (-55).

Solo tre regioni registrano oltre mille casi: la Lombardia 1.157, la Campania 1.447 e la Puglia 1.171.

Covid Emilia Romagna, tutti i dati

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia Romagna si sono registrati 372.817 casi di positività. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 18.034 tamponi molecolari, per un totale di 4.469.725. A questi si aggiungono anche 11.944 tamponi rapidi.

Dei 561 nuovi contagiati, 203 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 211 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 294 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 36,5 anni.

Sui 203 asintomatici, 135 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 9 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 2 con gli screening sierologici, 9 tramite i test pre-ricovero. Per 48 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

I contagi nelle province dell'Emilia Romagna

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 121 nuovi casi, seguita da Reggio Emilia (103). Poi Ravenna (63), Parma (62), quindi Forlì (44), Modena (39), Ferrara (37), Piacenza (32) e Rimini (30). Infine, Cesena (20) e il Circondario Imolese (10).

Covid Bologna: oggi 121 casi

Dei 121 nuovi casi di positività in provincia di Bologna, 67 hanno effettuato il tampone per presenza di sintomi, 20 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 3 attraverso i test per categoria, mentre è in corso l’indagine epidemiologica per 31.

Tra i 121 nuovi contagi, 82 sono sporadici e 39 sono inseriti in focolai. Nessun caso è importato dall’estero nè da altre Regioni.

Altri 17 morti di covid in Emilia Romagna

Purtroppo, si registrano 17 nuovi decessi: 2 in provincia di Parma (una donna di 91 anni e un uomo di 94); 1 nel Modenese (un uomo di 72 anni); 8 in provincia di Bologna (4 donne - rispettivamente di 71, 84, 87, 95 anni - e 4 uomini, di 82, 87, 93 e 99 anni); 1 nel Ferrarese (una donna di 86 anni); 4 in provincia di Ravenna (3 donne, rispettivamente di 66, 83 e 95 anni, e un uomo di 79 anni); 1 in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 89 anni). Nessun decesso nelle province di PiacenzaReggio Emilia e Rimini.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 12.957.

Casi attivi in diminuzione

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 587 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 320.778.

casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 39.082 (-43 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 37.323 (+30), il 95,5% del totale dei casi attivi.

Calano i ricoveri

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 213 (numero invariato rispetto a ieri), 1.546 quelli negli altri reparti Covid (-73).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 9 a Piacenza (numero invariato rispetto a ieri), 15 a Parma (invariato), 25 a Reggio Emilia (-2), 29 a Modena (-1), 59 a Bologna (+1), 12 a Imola (+1), 22 a Ferrara (+1), 12 a Ravenna (-1), 7 a Forlì (+1), 6 a Cesena (invariato) e 17 a Rimini (invariato).

Emilia Romagna, la mappa del virus

I casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono alla provincia in cui è stata fatta la diagnosi, sono così distribuiti: 23.134 a Piacenza (+32 rispetto a ieri, di cui 25 sintomatici), 26.507 a Parma (+62, di cui 35 sintomatici), 45.309 a Reggio Emilia (+103, di cui 71 sintomatici), 63.447 a Modena (+39, di cui 29 sintomatici), 79.685 a Bologna (+121, di cui 67 sintomatici), 12.355 casi a Imola (+10, di cui 5 sintomatici), 22.713 a Ferrara (+37, di cui 13 sintomatici), 29.514 a Ravenna (+63, di cui 50 sintomatici), 16.214 a Forlì (+44, di cui 36 sintomatici), 18.789 a Cesena (+20, di cui 16 sintomatici) e 35.150 a Rimini (+30, di cui 11 sintomatici).

Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi sono stati eliminati 6 casi, di cui 3 positivi a test antigenico ma non confermati dal tampone molecolare e altri 3 giudicati non Covid-19. 

Vaccini Emilia Romagna, prenotazione per chi ha tra 60 e 64 anni al via il 6 maggio

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dai 65 anni in su. Da domani, 6 maggio, altro passo avanti con il via alle prenotazioni per i 60-64enni, i nati dal 1957 al 1961 compresi.

Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 1.783.315 dosi; sul totale, 601.558 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Donini: "Rt e incidenza sotto il livello di guardia"

L'indice Rt in Emilia Romagna "è ancora sotto 1, sta crescendo ma non in modo esponenziale. Siamo ancora sotto il livello di guardia". I reparti ospedalieri sia Covid e sia di terapia intensiva "si stanno alleggerendo". Ad ogni modo, la regione resterà con ogni probabilità ancora per almeno un'altra settimana in zona gialla.

Il numero di contagi ogni 100.000 abitanti sono 118,83, quindi "lontani dalla soglia dei 250 casi ogni 100.000 e si stanno alleggerendo i reparti", ricorda ancora Donini, oggi in conferenza stampa sulla campagna vaccinale. Certo, aumentano i contagi in particolare dei più giovani: questo dato, conferma ancora l'assessore, "risente di alcuni focolai in età scolastica che si sono verificati nelle ultime due settimane".

Emilia Romagna, variante inglese nel 93% dei casi di covid

Capitolo varianti del Coronavirus in Emilia Romagna: gli ultimi dati hanno segnalato come il ceppo originale sia stato soppiantato per il 93% dalla variante inglese e per il 7% da quella brasiliana. L'aggiornamento è stato fatto nel corso della conferenza stampa con l'assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini.

La sorveglianza delle varianti in regione, in collegamento con l'Istituto superiore di Sanità, è stato spiegato, viene fatta con 400 tamponi alla settimana, scelti 'random' come campione, per monitorare l'andamento.

false

image

Green pass: il plauso di Bonaccini

"Penso che un anticipo nazionale è ciò che serve anche per aprire più velocemente la strada alla decisione europea annunciata qualche settimana fa", è il soddisfatto commento di Stefano Bonaccini a proposito del green pass annunciato dal premier Draghi da metà maggio per i viaggi di turismo in Italia. "Il green pass europeo - spiega Bonaccini - per noi serve ed è utile se abbiamo questa vocazione di accogliere turisti da tutto il mondo. Se è difficile viaggiare nel mondo o si potrà viaggiare meno, quantomeno si potrà viaggiare di più in Europa". E il pass italiano, per il presidente emiliano-romagnolo, in questo senso potrebbe velocizzare la decisione europea in tal senso. "Mi auguro che il green pass europeo - sotolinea Bonaccini - con regole uniche per tutti gli europei non solo venga annunciato, è già tanto, ma venga realizzato. Noi vogliamo che coloro che sono tutelati rispetto ad altri possano entrare, andare ovunque sia possibile, anche per aiutare alcuni settori oggi in ginocchio a ripartire il prima possibile", è l'auspicio. Grazie ai vaccini, "l'età media dei contagiati dal coronavirus è calata a 35-40 anni. Perché  i più anziani oggi sono quasi tutti vaccinati, sono al riparo e non contagiano gli altri".

Covid ultime notizie

Vaccini, in Emilia Romagna le prenotazioni per over 60 partono dal 6 maggio

Scuola, a Bologna aumentano i contagi. "Le classi in quarantena sono raddoppiate"

Green pass Italia ed europeo: come funzionano e come ottenerli

"Entro la metà di luglio morti saranno quasi azzerati. E il Coronavirus sarà come l’influenza"

Covid a scuola: 2 classi su 100 in quarantena

Isole Covid free, Figliuolo prepara piano vaccini. Oggi riunione con governo e rappresentanti

Fisiologica al posto del vaccino: i casi sospetti diventano 90