Bologna, 15 ottobre 2021 - C'è anche un ragazzo di 20 anni tra i decessi per Covid nelle ultime 24 ore. Il giovane, positivo al Covid e morto a Ravenna, "era affetto da gravissime patologie pregresse", spiega l'Ausl Romagna. Non si hanno notizie, invece, riguardo a una sua eventuale vaccinazione. Per il resto il bollettino Covid della Regione Emilia Romagna di oggi, 15 ottobre, non è preoccupante: i nuovi contagi sono 198 - in linea con quelli di ieri che erano 196 - mentre aumentano i guariti (+185) e calano i ricoveri (-10). Inoltre, essendo di più i tamponi analizzati (32.512 contro i 28.159 di ieri), cala l'indice di positività dal 0,7% al 0,6%. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 42,5 anni

Muore a 20 anni in Rianimazione

Covid oggi in Emilia Romagna: 15 ottobre 2021

Oggi, intanto, ci sono state manifestazioni no green pass in tutta l'Emilia Romagna, poiché era il giorno in cui scattava l'obbligo di possedere la carta verde sul luogo di lavoro per pubblici e privati. Il corteo più numeroso è stato quello di Bologna: partito da Piazza Maggiore, è aumentato lungo il percorso arrivando a raccogliere fino a settemila persone. I manifestanti sono arrivati in via Aldo Moro, a pochi passi dalla sede della Regione Emilia Romagna, il cui ingresso era presidiato da un cordone delle forze dell'ordine. Dal corteo sono partiti insulti indirizzati al presidente della Regione, Stefano Bonaccini. Costante poi il coro "Vergogna". Tuttavia, non sono stati segnalati incidenti in nessun luogo della regione. Sempre a causa dell'obbligo del green pass, Trenitalia e Tper sono riuscite a contenere i disagi sulle linee ferroviarie dell'Emilia-Romagna causati dall'assenza del personale sprovvisto di green pass.

Covid Italia oggi: contagi nel bollettino sul Coronavirus del 15 ottobre Green pass obbligatorio al lavoro: come scaricarlo - Studentessa no Green pass, in aula arrivano i carabinieri

Coronavirus oggi Emilia Romagna: bollettino 15 ottobre 2021

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 427.386 casi di positività, 198 in più rispetto a ieri, su un totale di 32.512 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dello 0,6%. Ci sono 53 asintomatici: 41 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 1 con gli screening sierologici, 3 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 2 tramite i test pre-ricovero. Per 6 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 56 nuovi casi; seguono Ravenna (28) e Modena (23); poi Rimini (20), Reggio Emilia (19), Ferrara e Forlì (entrambe con 16 nuovi casi); quindi Cesena (7), Parma e il Circondario Imolese (5 casi ciascuna), e infine Piacenza (3).

Decessi Covid

Purtroppo, si registrano quattro decessi: uno in provincia di Ravenna (un ragazzo di 20 anni); uno nel Forlivese (un uomo di 68); due nel riminese (due uomini, entrambi di 75 anni). In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.528.

Ricoveri Coronavirus

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 35 (-1 rispetto a ieri), 310 quelli negli altri reparti Covid (-9). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 4 a Piacenza (numero invariato rispetto a ieri); 2 a Parma (+1); 4 a Modena (+1); 13 a Bologna (-2); 2 a Imola (invariato); 1 a Ferrara (-1); 4 a Ravenna (invariato); 2 a Forlì (invariato); 2 a Cesena (invariato);1 a Rimini (invariato). Nessun ricovero a Reggio Emilia (come ieri).  

La mappa del contagio

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 26.416 a Piacenza (+3 rispetto a ieri, di cui 1  sintomatico), 32.777 a Parma (+5 di cui 4 sintomatici), 51.315 a Reggio Emilia (+19, di cui 14 sintomatici), 72.169 a Modena (+23, di cui 21 sintomatici), 89.587 a Bologna (+56, di cui 49 sintomatici), 13.572 casi a Imola (+5, di cui 4 sintomatici), 25.750 a Ferrara (+16, di cui 3 sintomatici ), 34.081 a Ravenna (+28, di cui 20 sintomatici), 18.764 a Forlì (+16, di cui 14 sintomatici), 21.511 a Cesena (+7, di cui 6 sintomatici) e 41.444 a Rimini (+20, di cui 9 sintomatici). 

Covid Italia oggi: i contagi del 15 ottobre 2021

Crescono ancora i casi di Covid-19 nel Paese: secondo il bollettino del ministero della Salute, il numero dei nuovi positivi è di 2.732, in aumento di 64 rispetto alle 24 ore precedenti con un numero record di tamponi processati, 506.043, cosa che ha fatto crollare il tasso di positività allo 0,53%. In lieve aumento il numero dei decessi, 42 (+2), i guariti sono 3.553 con gli attuali positivi che calano di 846 registrando un numero totale di 78.522. Anche oggi si conferma l'allentamento della pressione sugli ospedali: nelle aree mediche i pazienti ospitati sono 2.445 (-34), 357 (-2) è il numero dei ricoverati in terapia intensiva con 20 nuovi ingressi. In isolamento domiciliare vi sono 75.720 persone. Sul fronte delle regioni il Lazio è la prima regione per nuovi contagi (348), seguita da Veneto (342) e Lombardia (288).

Green pass, oltre 500 controlli in Regione

Nella prima giornata di obbligo di green pass, negli uffici della Regione Emilia-Romagna non si sono registrati problemi. Dai 537 controlli effettuati, sia direttamente che a campione, il 40% dei presentii, nessuno è risultato sprovvisto del certificato verde“Direi che è stata una normale giornata di lavoro- ha detto Paolo Calvano, assessore regionale al Bilancio e al Personale- e tutti i controlli si sono svolti con regolarità. Questo anche grazie allo spirito di collaborazione e responsabilità di tutte le persone coinvolte”. Anche in Comune a Bologna ci sono stati dei controlli: anche in questo caso nessuno era senza il certificato verde. 

Covid: le altre notizie

Studentessa no Green pass, in aula arrivano i carabinieri

Trieste, già 8mila radunati al porto. Blitz a Roma: No pass tentano di bloccare il traffico

No vax morto, tutte le cure ai raggi X

Green pass obbligatorio al lavoro: come scaricarlo