Bologna 29 luglio 2021 - Oggi in Emilia-Romagna si registrano 493 nuovi contagi - in aumento rispetto ai 419 di ieri - su oltre 21.737 tamponi, con un totale di casi attivi di 6.035. Questi sono i dati della pandemia in regione, forniti dall'assessore alla Sanità Raffaele Donini. Il quale nel corso della conferenza stampa odierna ha confermato che l'Emilia Romagna non passerà in zona gialla.

Il tasso di positività è del 2,3%.

Nella giornata di oggi non si registrano morti. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione restano quindi 13.281. Non migliora la situazone negli ospedali, perché i pazienti ricoverati in terapia intensiva rimangono stabili a 13, ma aumentano fino a 183 quelli negli altri reparti Covid (+14).

Covid Rimini, i contagi raddoppiano: sono 500 nell'ultima settimana Covid Emilia Romagna, Bonaccini: "Obbligo di vaccino a scuola" - Covid Forlì, l'ospedale: "Sette ricoveri in Malattie Infettive, tutti non vaccinati"

La mappa del contagio vede Modena con 82 nuovi casi, seguita da Bologna (68) e Ferrara (66). Poi Rimini (62), Reggio Emilia (59), Piacenza (41), Cesena (31). Quindi Ravenna (26), Parma (25), Forlì (20) e infine il Circondario Imolese (13 nuovi casi).

Gli emiliano-romagnoli guariti dal Covid sono sono 78 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 373.777. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 6.035 (+415 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 5.839 (+401), il 96,8% del totale dei casi attivi.

In Emilia Romagna i nuovi contagi ieri sono stati 419

Contagi in Emilia Romagna il 29 luglio 2021 

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 393.093 casi di positività, 493 in più rispetto a ieri, su un totale di 21.737 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 2,3%.

Dei nuovi contagiati, 156 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 157 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 181 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 32,7 anni.

Ecco la mappa del contagio dall'inizio della pandemia: 24.271 a Piacenza (+41 rispetto a ieri, di cui 17 sintomatici), 29.233 a Parma (+25, di cui 10 sintomatici), 47.843 a Reggio Emilia (+59, di cui 45 sintomatici), 66.504 a Modena (+82, di cui 65 sintomatici), 83.414 a Bologna (+68, di cui 58 sintomatici), 12.807 casi a Imola (+13, di cui 10 sintomatici), 23.539 a Ferrara (+66 di cui 28 sintomatici), 30.896 a Ravenna (+26, di cui 22 sintomatici), 17.289 a Forlì (+20, tutti sintomatici), 20.011 a Cesena (+31, di cui 25 sintomatici) e 37.286 a Rimini (+62, di cui 37 sintomatici).

Morti Coronavirus dell'Emilia  Romagna

Nella giornata di oggi non si conta nessun decesso a causa del Covid. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione restano quindi 13.281.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 13 (invariati rispetto ieri), 183 quelli negli altri reparti Covid (+14). Ecco la distribuzione delle terapie intensive provincia per provincia: 2 a Parma, 1 a Reggio Emilia (+1 rispetto a ieri), 3 a Modena, 5 a Bologna e 2 a Rimini. Nessun ricovero a Piacenza, Imola, Ferrara, Ravenna, Forlì e Cesena.

Sul fronte degli ospedali, un operatore del centro mammografico dell'Ausl di Modena è risultato positivo al Covid e di conseguenza la stessa Ausl ha disposto il tampone di controllo a dieci giorni per quaranta pazienti, tutte donne, e l'isolamento domiciliare per tre colleghi dell'operatore che ha contratto il virus. Il contagio sarebbe stato individuato in un contatto extra lavorativo dell'uomo.

Coronavirus Italia, i dati di giovedì 29 luglio 2021

In Italia sono 6.171 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 5.696. Sono invece 19 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 15. Il tasso di positività è al 2,7%, in salita rispetto al 2,3% delle scorse 24 ore. Sono 194 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, 11 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono stati 20. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.730, 45 in più rispetto a ieri.

Nuovo monitoraggio Gimbe: "L'Italia è di fatto nella quarta ondata"

In Italia, dopo 15 settimane di calo, tornano a salire le vittime: 111 nell'ultima settimana, 46% in più rispetto alle 76 della settimana precedente. Questo è quanto rileva l'ultimo report della Fondazione Gimbe per il periodo 21-27 luglio 2021. Il monitoraggio registra un incremento settimanale del 64,8% di nuovi casi (31.963 rispetto 19.390), un aumento del 42,9% di persone in isolamento (68.510 rispetto a 47.951), un aumento del 34,9% di ricoveri con sintomi (1.611 rispetto a 1.194) e del 14,5% delle terapie intensive

In tutte le Regioni, eccetto il Molise, si registra un incremento dei nuovi casi e in 40 Province l'incidenza supera i 50 casi per 100.000 abitanti. Il virus, inoltre, "circola più di quanto documentato dai nuovi casi identificati - spiega Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione - a causa dell'insufficiente attività di testing e dalla mancata ripresa del tracciamento dei contatti, reso sempre più difficile dall'aumento dei positivi". Infatti, a fronte a un'impennata del rapporto positivi/persone testate (dall'1,8% della settimana 30 giugno-6 luglio al 9,1% di quella 21-27 luglio) la media dei nuovi casi ha subito una flessione nell'ultima settimana. Il numero di posti letto occupati da pazienti Covid in area medica è passato dai 1.088 del 16 luglio ai 1.611 del 27 luglio e quello delle terapie intensive dai 151 del 14 luglio ai 189 del 27 luglio, anche se le percentuali rimangono basse, con tutte le Regioni che registrano molto valori inferiori al 15% per l'area medica e al 10% per l'area critica. La fondazione, infine, evidenzia che a fronte della diffusione della variante Delta, quasi 3,2 milioni di over 60 non hanno ancora completato il ciclo vaccinale e 2,06 milioni (11,5%) non hanno ancora ricevuto nemmeno una dose del siero.

Green pass, Donini: "Non rischiamo la zona gialla"

L'incidenza dei nuovi casi su 100mila abitanti si attesta tra i 65 e i 67 casi, quindi superiore alla soglia di 50, ma "la regione non rischia la zona gialla”. È l'assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini, a dirlo. In più l'immunità di gregge è già "sostanziale" realtà per gli over 60 e procedono le pratiche per la sospensione dei 167 sanitari no vax. La vaccinazione in Emilia-Romagna intanto "prosegue spedita" e c'è il 70% delle persone vaccinate con almeno una dose, a cui verrà garantito il richiamo.

No vax sotto casa del sindaco di Pesaro, Ricci: "Vergognatevi, vi denuncio"

Ieri sera, decine di no-vax si sono dati appuntamento sotto casa del sindaco di Pesaro, il dem Matteo Ricci, proprio mentre stava per iniziare un'intervista su Rete 4. "Vergognatevi, siete degli squadristi", ha attaccato Ricci, che ha dato mandato al suo avvocato di denunciare tutti i manifestanti. A proposito di  Green pass e immunizzazioni, questa mattina è intervenuto l'assessore regionale alla Salute Raffaele Donini che a Rimini ha presentato il camper e le cliniche mobili per la vaccinazione nelle spiagge. "Dopo 13mila morti in Emilia-Romagna, mette tristezza chi ancora protesta e si oppone alla vaccinazione", ha detto l'assessore. 

Covid: le ultime notizie

Covid, nuova mappa Ecdc: due regioni italiane tornano in rosso

Coronavirus oggi: bollettino dei contagi Covid in Italia. I dati dalle regioni

Terza dose vaccino Covid: gli studi e cosa dicono gli esperti

Covid: record di contagi a Tokyo, Sydney e Bangkok. Israele: vaccino ai bambini di 5 anni