Bologna, 4 novembre 2021 - Salgono i dati sui contagi da Covid di oggi in Emilia Romagna: nelle ultime 24 ore si contano 328 nuovi positivi, contro i 222 i nuovi casi di coronavirus rilevati ieri, mentre si sono purtroppo verificate 6 morti, tra cui una donna di appena 59 anni nel Modenese. Salgono di 8 unità i ricoverati in terapia intensiva. La nostra regione sta tenendo, ma anche qui si nota che il trend dei contagi è in crescita.

Covid, il bollettino dell'Emilia Romagna del 4 novembre 2021

Regno Unito: ok alla pillola anti Covid

Rispetto ad altri Paesi, l'andamento della pandemia in Italia resta abbastanza sotto controllo, anche se la fondazione Gimbe avverte che tutte le curve sono in crescita, ma in altri stati europei (non solo i Paesi dell'Est ma anche Germania e Austria) cresce l'allarme, tanto che oggi l'Oms lancia un avviso choc sull'aumento dei contagi: in Europa c'è il rischio di un altro mezzo milione di morti. In Emilia Romagna sono iniziate le somministrazioni delle terze dosi di vaccino agli over 60, ma per ora nelle case di riposo la somministrazione del booster è solo al 20%, mentre per 105mila emiliano-romagnoli che hanno avuto il vaccino monodose J&J è in arrivo la seconda dose per rafforzare l'immunizzazione. A preoccupare sono i focolai, soprattutto nelle scuole, come ad esempio a Modena.

I contagi in Emilia Romagna

Dunque nella nostra regione sale leggermente oggi il numero dei nuovi casi di Coronavirus: 328, su un totale di 29.677 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dello 1,1%. Aumentano anche i guariti (+253). C'è da dire poi che circa il 95,5% dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi. L’età media dei nuovi positivi è di 42,7 anni. 

Complessivamente, tra i nuovi positivi 137 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 187 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

Coronavirus in Italia

Sono 5. 905 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute, ieri erano stati 5.188. Sono invece 59 le vittime in un giorno (ieri 63). 

Focus: Influenza in Emilia Romagna, il primo caso è a Parma

I nuovi casi provincia per provincia

Tornando ai dati dell'Emilia Romagna, i 328 nuovi positivi si dividono così nelle province:
- Bologna 68 nuovi casi
- Ravenna 46
- Cesena 37
- Forlì 29
- Reggio Emilia 27
- Rimini 26
- Modena 24
- Piacenza 23
- Ferrara 22
- Circondario imolese 21
- Parma 5 










Sei vittime: ecco dove

Purtroppo, si registrano sei decessi: uno a Parma (un uomo di 88 anni), uno nel Modenese (una donna di 59 anni), uno in provincia di Bologna (una donna di 94 anni), uno nel Ferrarese (un uomo di 75 anni), uno in provincia di Ravenna (una donna di 83 anni) e una donna di 87 anni deceduta nel Cesenate.

In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.614.

Ricoveri e terapie intensive

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 38 (+8 rispetto a ieri), 297 quelli negli altri reparti Covid (-18). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 4 a Piacenza (quattro in più rispetto a ieri), 5 a Parma (+1); 3 a Reggio Emilia (+1); 4 a Modena (+1); 12 a Bologna (+1); 3 a Imola (invariato); 1 a Ravenna (invariato); 4 a Forlì (invariato); 2 a Rimini (invariato). Nessun ricovero a Ferrara e Cesena (lo stesso dato di ieri).
image

Guariti e malati

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 253 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 412.380. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 7.566 (+ 69). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 7.231 (+79), il 95,5% del totale dei casi attivi.

I contagi da inizio pandemia

Ecco i casi di positività in Emilia Romagna provincia per provincia: 26.687 a Piacenza (+23 rispetto a ieri, di cui 13 sintomatici), 33.140 a Parma (+5, nessuno sintomatico), 51.768 a Reggio Emilia (+27, di cui 24 sintomatici), 72.942 a Modena (+24, di cui 4 sintomatici), 90.936 a Bologna (+68, di cui 36 sintomatici), 13.874 casi a Imola (+21, di cui 12 sintomatici), 26.047 a Ferrara (+22, di cui 11 sintomatici), 34.973 a Ravenna (+46, di cui 29 sintomatici), 19.201  a Forlì (+29, di cui 27 sintomatici), 21.961 a Cesena (+37, di cui 24 sintomatici) e 42.031 a Rimini (+26, di cui 18 sintomatici).
 

​Mappa europea: l'Emilia Romagna torna gialla

Il 21 ottobre la nostra regione era tornata in verde, nella Mappa settimanale Ecdc che monitora il virus in Europa, ma nell'ultima rilevazione, purtroppo, è tornata in giallo insieme al Lazio. A questo punto le regioni italiane in verde, il livello di rischio più basso, scendono a 10, più la provincia autonoma di Trento. Addirittura la provincia di Bolzano passa in arancione.

A livello europeo il giallo si diffonde e la Francia è passata completamente in giallo. Il rosso avanza in Germania e Austria ed è anche il colore dell'intera Finlandia, di parte della Norvegia, dell'Irlanda (e non solo). E si vedono anche aree in rosso scuro, fascia di rischio massimo, come ad esempio la Slovenia, l'intera Romania, alcune aree della Grecia, Estonia, Lettonia e Lituania. 

L'allarme Vaccino Covid, la terza dose nelle case di risposo è solo al 20% in Emilia Romagna - Vaccino Johnson seconda dose: in Emilia-Romagna sono quasi 105mila

 

Covid, oltre 700 casi in Veneto - L'Oms avvisa: in Europa c'è il rischio di un altro mezzo milione di morti

Covid, Gimbe: aumentano i casi e i ricoveri

Aumentano ancora in Italia i nuovi casi di Covid-19 (+16,6%) e i ricoveri (14,9%). S'inverte anche la tendenza delle terapie intensive che registrano un +12,9% di ingressi. E' quanto emerge dal monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe nel periodo 27 ottobre-2 novembre. Una sostanziale stabilità si registra invece per quanto riguarda i decessi (+3,2% di cui 15 riferiti a periodi precedenti). "Nell'ultima settimana - sottolinea Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe - si conferma a livello nazionale un incremento dei nuovi casi settimanali, seppure più contenuto rispetto alla precedente". L'aumento della circolazione virale è ben documentato dall'incremento registrato nelle ultime due settimane sia del rapporto positivi/persone testate (da 3,6% a 8,2%), sia del rapporto positivi/tamponi molecolari (da 2,4% a 4,3%) . In tutte le regioni, tranne Marche, Molise, Piemonte, Sicilia e Umbria si rileva un incremento percentuale dei nuovi casi e 43 province hanno un'incidenza pari o superiore a 50 casi per 100.000 abitanti: in Veneto tutte le Province superano tale soglia, ma la provincia di Trieste fa registrare 376 casi per 100.000 abitanti.