Quotidiano Nazionale logo
5 giu 2021

Coronavirus oggi in Emilia Romagna, bollettino Covid del 5 giugno. 134 contagi e 10 morti

Tra le vittime anche un uomo di 41 anni della provincia di Parma. Tasso di positività 0,6%. Continua il calo dei ricoveri: terapie intensive -10, reparti ordinari -25. Guariti +624, casi attivi -500. Vaccino agli operatori turistici dal 7 giugno: come prenotare

Bologna, 5 giugno 2021 - Continua il calo dei contagi da Coronavirus in Emilia Romagna, il bollettino di oggi - sabato 5 giugno - ne rileva 134 su un totale di 22.691 tamponi molecolari e antigenici analizzati, in calo rispetto a ieri quando erano 150 e ai 232 di giovedì. Il tasso di positività è di 0,6%. 

Approfondisci:

Covid 6 giugno 2021 Emilia Romagna, bollettino Coronavirus oggi. Dati e contagi

L'andamento dell'epidemia del Coronavirus, unitamente all'accelerazione della campagna vaccinale, fa ben sperare nel passaggio dell'Emilia Romagna in zona bianca da lunedì 14 giugno. Come previsto, ieri non ha fatto parte del gruppo di regioni che già da lunedì possono allentare le restrizioni, ovvero Veneto, Abruzzo, Liguria e Umbria. L'incidenza, infatti, si confermerà anche per questa settimana al di sotto dei 50 casi per 100mila abitanti.

Sono tuttavia in crescita i morti legati al Covid in regione: oggi sono 10. Tra questi anche un uomo di 41 anni in provincia di Parma.

Continua il calo dei ricoveri: i pazienti in terapia intensiva sono 68 (-10 rispetto a ieri), 423 quelli negli altri reparti Covid (-25).

La mappa del contagio vede Cesena con 22 nuovi casi, Parma con 20, Forlì con 17,  Ravenna con 15, Piacenza con 15, Rimini con 12, Bologna con 10 più 3 nel Circondario imolese, Reggio Emilia con 10, Modena con 7, Ferrara con 3.

Gli emiliano romagnoli guariti dal virus sono 624 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 359.726. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 11.714 (-500 rispetto a ieri). Il 95,8% dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi.

Green pass in Emilia Romagna: cos'è, a cosa serve, come averlo - Vaccino: proteste per gli sms rovina vacanze

Coronavirus: contagi in Emilia Romagna. Il bollettino del 5 giugno 2021
Coronavirus: contagi in Emilia Romagna. Il bollettino del 5 giugno 2021

Coronavirus in Italia, dati e tabella delle regioni

Continua il calo della curva dell'epidemia da Covid-19 in Italia. I nuovi casi nelle ultime 24 ore sono 2.436, contro i 2.557 di ieri ma soprattutto i 3.351 di sabato scorso. Con 238.632 tamponi, 18mila meno di ieri, tanto che il tasso di positività scende leggermente dall'1,1% all'1%, valore più basso dell'anno.

I decessi sono 57 (ieri 73), per un totale di 126.472 vittime dall'inizio dell'epidemia.

Sempre in discesa i ricoveri, con le terapie intensive che sono 48 in meno (ieri -56) con 20 ingressi del giorno, e sono 788 in tutto, mentre i ricoveri ordinari calano di 295 unita' (ieri -229), 5.193 in tutto. 

La regione con più casi oggi è la Lombardia (+436), seguita da Campania (+307), Sicilia (+234), Lazio (+210), Piemonte (+189) e Puglia (+161). I contagi totali salgono così a 4.230.153.

I guariti sono 7.200 (ieri -5.370), per un totale di 3.908.312. Sempre in calo il numero degli attualmente positivi, 4.823 in meno (ieri -5.370 ): i malati ancora attivi sono ora 195.369, sotto quota 200 mila per la prima volta dal 23 ottobre 2020. Di questi, sono in isolamento domiciliare 189.388 pazienti.

Dati dalle regioni: Covid nelle Marche - Covid in Veneto - Covid in Toscana

Contagi in Emilia Romagna il 5 giugno 2021

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 384.648 casi di positività, 134 in più rispetto a ieri, su un totale di 22.691 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dello 0,6%.

Dei nuovi contagiati, 50 sono asintomatici: 32 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 9 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 5 con gli screening sierologici, 3 tramite i test pre-ricovero. Per un caso è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

Tra i nuovi positivi, 66 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 84 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 36 anni.

Ecco la mappa del contagio dall'inizio della pandemia da Sars-CoV-2 in Emilia-Romagna: 23.554 a Piacenza (+15 rispetto a ieri, 8 sintomatici), 28.209 a Parma (+20, di cui 7 sintomatici), 46.782 a Reggio Emilia (+10, di cui 9 sintomatici), 65.405 a Modena (+7, di cui 4 sintomatici), 82.047 a Bologna (+10, tutti sintomatici), 12.591 casi a Imola (+3, di cui 2 sintomatico), 23.105 a Ferrara (+3, nessun sintomatico), 30.373 a Ravenna (+15, di cui 9 sintomatici), 16.966 a Forlì (+17, di cui 14 sintomatici), 19.487 a Cesena (+22, di cui 15 sintomatici) e 36.129 a Rimini (+12, di cui 6 sintomatici). 

Morti Covid in Emilia Romagna

Il bollettino di oggi registra 10 nuovi decessi, tra questi anche un 40enne di Parma: 1 a Modena (un uomo di 87 anni), 1 a Forlì (una donna di 73), 1 a Rimini (un uomo di 66 anni), 3 a Parma (un uomo di 41 anni e 2 donne di 73 e 60), 4 a Bologna (una donna di 70 anni, e tre uomini di 84,76 e 67 anni). In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in Emilia-Romagna sono stati 13.208.

Terapie intensive

I pazienti  emiliano romagnoli ricoverati in terapia intensiva oggi sono 68 (-10 rispetto a ieri):  1 a Piacenza (-3 rispetto a ieri), 5 a Parma (-1), 9 a Reggio Emilia (invariato rispetto a ieri), 14 a Modena (-2), 24 a Bologna (-2), 3 a Imola (invariato), 2 a Ferrara (-2), 1 a Ravenna (invariato), 0 a Forlì (-1), 3 a Cesena (invariato) e 6 a Rimini (+1).

Sono invece 423 le persone ricoverate negli altri reparti Covid (-25).

Prenotazione vaccino operatori turistici in Emilia Romagna: data e come fare

Da lunedì 7 giugno i lavoratori e gli operatori del comparto turistico regionale potranno registrarsi sul sito della Regione https://candidaturacovid.lepida.it/ per aderire alla campagna di vaccinazione loro dedicata. Saranno quindi contattati direttamente dalle Ausl e vaccinati negli hub e punti vaccinali delle aziende sanitarie.

È stata infatti approvata dalla Giunta regionale la convenzione tra Regione e associazioni di categoria maggiormente rappresentative del turismo - Confesercenti e Confcommercio, oltre a Legacoop, Agci (Associazione generale Cooperative italiane), Confcooperative -, che regola le modalità e la ripartizione, tra le associazioni stesse, dei costi marginali della campagna. Obiettivo è realizzare mille vaccinazioni al giorno per raggiungere il più velocemente possibile gli addetti delle strutture ricettive, dalla Costa all’Appennino, dalle Città d’arte agli altri itinerari. Quindi il personale degli alberghi, compreso il personale del servizio di pulizia e gli animatori, delle strutture all’aria aperta (camping, villaggi turistici, ecc), degli stabilimenti balneari - operatori del servizio di salvamento inclusi - degli impianti termali e dei parchi tematici.

Un piano che rientra di diritto in quello nazionale predisposto dal Commissario straordinario, Figliuolo, per la realizzazione di piani aziendali su gruppi target, con il fine di mettere in sicurezza un settore economicamente rilevante nell’imminenza della stagione estiva.

Gli operatori che daranno la loro adesione attraverso il sito della Regione saranno contattati direttamente dalle Aziende sanitarie scelte e saranno poi vaccinati negli hub e nelle strutture delle Ausl stesse presenti nel territorio, in ogni provincia da Piacenza a Rimini. In fase di registrazione della candidatura sul sito regionale occorrerà scaricare e poi compilare l’apposita autocertificazione relativa alla mansione svolta, documento che dovrà essere consegnato al momento della vaccinazione. 

Vaccino Covid in Emilia Romagna, chi può prenotare  e come fare

Con le prenotazioni estese anche ai 40enni, che dalla prossima settimana si amplieranno progressivamente anche alle fasce d'età più giovani, la campagna vaccinale sta avendo una decisa accelerazione. A contribuire alla copertura vaccinale sono anche gli open day: già per questo fine settimana ne sono stati organizzati alcuni in varie parti della regione. Dopo il caos della fiera di Bologna di mercoledì scorso, però, per accedervi bisognerà comunque fare una prenotazione. Oggi si è chiusa in 2 minuti la registrazione per l'Open Day nell'hub del Palazzetto dello Sport di Calderara di Reno (Bologna).

"In Emilia-Romagna abbiamo ormai abbondantemente superato il milione di persone completamente immunizzate e ci avviciniamo al traguardo dei 3 milioni di dosi somministrate - ha affermato a Faenza il Governatore Stefano Bonaccini-. Con le forniture previste, entro l’estate tutti gli emiliano-romagnoli che lo vorranno saranno vaccinati. Un obiettivo reso possibile anche grazie al prezioso lavoro di squadra che si sta facendo su tutto il territorio, che consente il funzionamento a pieno ritmo tanto degli Hub vaccinali quanto dei centri di piccole e medie dimensioni".  Oggi a Faenza all'Hub vaccinale al Centro fieristico è stato inaugurato un secondo padiglione dove vaccineranno i medici di medicina generale. 

A partire da lunedì 7 si aprono anche, in tutta l’Emilia-Romagna, le prenotazioni per fissare data, ora e luogo della somministrazione del vaccino anti Covid per i cittadini con meno di 40 anni: si procederà in maniera scaglionata, con finestre distanziate di due o tre giorni per ogni fascia di età.

Ovviamente la possibilità di prenotarsi resterà sempre aperta a partire dalla data di sblocco delle finestre per consentire a tutti coloro che lo vorranno di ricevere il vaccino.

A cominciare sono i ragazzi tra i 12 e i 19 anni (i nati dal 2009 al 2002), lunedì 7 e martedì 8 giugno: "una scelta che ha l’obiettivo ben preciso di garantire con ampio margine temporale, chiaramente nel rispetto delle indicazioni nazionali sull’età minima di accesso al vaccino, l’immunizzazione di chi a settembre dovrà tornare tra i banchi di scuola", fa sapere la Regione in una nota.

Dopo i più giovani, si prosegue in ordine anagrafico: mercoledì 9 e giovedì 10 giugno si aprono le agende per i 35-39enni (le classi dal 1982 al 1986), venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 giugno è l’ora dei 30-34enni (i nati dal 1987 al 1991), lunedì 14 e martedì 15 giugno tocca ai 25-29enni (anno di nascita tra il 1992 e il 1996) e mercoledì 16, giovedì 17 e venerdì 18 giugno si chiude con i 20-24enni (nati dal 1997 al 2001).

Per tutti gli under 40 sono a disposizione i consueti canali di prenotazione: di persona nei Cup o nelle farmacie con prenotazioni Cup, via web attraverso Fascicolo sanitario elettronico, AppER Salute e Cupweb, telefonicamente ai numeri predisposti dalle singole Aziende sanitarie. Per prenotarsi non serve la prescrizione medica: bastano i dati anagrafici - nome, cognome, data e comune di nascita - o, in alternativa, il codice fiscale. Per i minorenni sono i genitori, o chi ne fa le veci, a dover effettuare la prenotazione: sarà sufficiente comunicare i dati o il codice fiscale sia dell’adulto richiedente che del minore vaccinando.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?