Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
20 apr 2022

Covid oggi Emilia Romagna: dati e contagi del 20 aprile 2022

Dopo i dati bassi dovuti alle vacanze pasquali, i nuovi positivi di oggi sono il doppio di ieri. Quasi 2.700 i guariti, mentre il 97,4% dei contagiati è asintomatico o con sintomi lievi. L’età media dei nuovi positivi è di 46,6 anni. Sequenziata una nuova sottovariante di Omicron, ma c'è un candidato vaccino a mRna che potrebbe essere efficace come booster

20 apr 2022

Bologna, 20 aprile 2022 - Tornano a salire i contagi di oggi. Dopo i dati bassi dovuti alle vacanze di Pasqua, oggi si hanno ben 3.432 nuovi positivi al Covid. Sono il doppio di ieri, in cui se ne erano registrati 1.751. Ma sono comunque meno rispetto a una settimana fa: il 13 aprile se ne erano registrati 2mila in più, cioè 5.472.

Nel bollettino odierno c'è anche una leggera salita dei ricoveri, mentre i decessi scendono di 2 unità rispetto a ieri, 12 in tutto. Se ieri poi ci sono stati quasi 4mila guariti, oggi sono quasi 2.700.

La maggior parte delle persone con Covid, però, è asintomatica o ha sintomi lievi. Parliamo del 97.4%.

Covid oggi Emilia Romagna: dati e contagi del 20 aprile 2022
Covid oggi Emilia Romagna: dati e contagi del 20 aprile 2022

Leggi anche: Covid Veneto - Covid Marche - Bollettino Covid di oggi in Italia

Coronavirus oggi: contagi e decessi in Italia

Tornano a sfiorare quota 100mila i nuovi positivi. Sono infatti 99.848 i contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 27.214. Le vittime sono invece 205, in aumento rispetto alle 127 registrate ieri. Sono stati fatti 610.600 tamponi molecolari e antigenici, contro i 174.098 di ieri. Il tasso di positività è al 16,3%, in aumento rispetto al 15,6%. Ci sono poi 413 pazienti ricoverati in terapia intensiva, 9 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 44. I ricoverati nei reparti ordinari sono 10.207, ovvero 7 in meno rispetto a ieri.

Covid oggi: il bollettino dell'Emilia Romagna

Nelle ultime 24 ore si sono registrati 3.432 contagi covid in più rispetto a ieri, su un totale di 30.339 tamponi, di cui 11.940 molecolari e 18.399 test antigenici rapidi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è dell'11,3%.

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia Romagna si sono registrati 1.365.151 casi di positività.

La mappa del contagio

L’età media dei nuovi positivi di oggi è di 46,6 anni.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 899 nuovi casi (su un totale dall’inizio dell’epidemia di 282.366), seguita da Modena (706 su 211.284); poi Ravenna (319 su 126.330), Reggio Emilia (273 su 152.952), Rimini (272 su 130.349) e Piacenza (214 su 72.428); quindi Cesena (181 su 76.422), Parma (176 su 112.543), Forlì (168 su 63.720) e Ferrara (113 su 94.653); infine il Circondario imolese, con 111 nuovi casi di positività su un totale da inizio pandemia di 42.104.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 55.940 (+746). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 54.510 (+739), il 97,4% del totale dei casi attivi.

Ricoveri

I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 34 (+1 rispetto a ieri, pari al +3%), l’età media è di 66,5 anni. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.396 (+6 rispetto a ieri, +0,4%), età media 75,9 anni.

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 1 a Parma (invariato rispetto a ieri); 5 a Modena (+1 rispetto a ieri); 14 a Bologna (+1 rispetto a ieri); 1 a Imola (invariato); 4 a Ferrara (invariato); 4 a Ravenna (invariato); 5 a Rimini (+1 rispetto a ieri). Nessun ricovero in terapia intensiva nelle province di Piacenza (come ieri), Reggio Emilia (-1 rispetto a ieri), a Forlì (come ieri) e a Cesena (-1 rispetto a ieri).

Guariti e deceduti

Le persone complessivamente guarite sono 2.674 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 1.292.714.

Purtroppo, si registrano 12 decessi: 2 in provincia di Parma (una donna di 96 anni e un uomo di 79); 1 in provincia di Modena (un uomo di 76 anni); 3 in provincia di Bologna (due donne di 71 e 79 anni e un uomo di 93 anni); 3 in provincia di Ravenna (tutti uomini, rispettivamente di 76, 78 e 94 anni); 1 in provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 88 anni); 2 in provincia di Rimini (una donna di 88 anni e un uomo di 94).Non si registrano decessi nelle province di Piacenza, Reggio Emilia, Ferrara e nel Circondario Imolese. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 16.497.

Vaccinazioni

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid. Alle ore 12 sono state somministrate complessivamente 10.334.483 dosi; sul totale sono 3.778.767 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale, il 94%. Le terze dosi fatte sono 2.770.472.

La nuova sottovariante di Omicron e il vaccino per la quarta dose

È stata trovata e sequenziata una nuova sottovariante di Omicron. Si tratta di un ricombinante, presente in Italia, diverso da XE e XJ, trovato a marzo in un paziente veneziano. Al momento sappiamo che si distingue dalla variante XE, responsabile di più di mille casi nel Regno Unito. Il virus continua a evolvere e a cambiare, ma si sta già lavorando per prevenire situazioni di inconvenienza. Per questo c'è una buona notizia. 

Il candidato vaccino a Rna messaggero (nome tecnico: mRNA-1273.211), messo a punto dall'azienda Moderna, ha dimostrato di essere efficace contro la variante Omicron a sei mesi dalla somministrazione e potrebbe essere quindi utilizzato come booster. Lo rende noto la stessa azienda. Quindi è verosimile che avremo un vaccino efficace anche per la quarta dose, qualora venisse estesa a tutti in autunno. 

Inoltre, è in fase avanzata di sperimentazione un altro candidato vaccino, chiamato 'mRNA-1273.214' e aggiornato in modo da incorporare più mutazioni di Omicron. I risultati, attesi nel secondo trimestre del 2022, potranno dire se nel prossimo autunno potrà essere utilizzato come booster nell'emisfero settentrionale.

Agenas: i dati sull'occupazione ospedaliera

Sale di un punto percentuale in 24 ore, tornando al 16%, l'occupazione dei reparti di 'area non critica' da parte di pazienti Covid in Italia (un anno fa era al 36%). È stabile, invece, l'occupazione delle terapie intensive al 4% (esattamente un anno fa segnava il 36%) e nessuna regione supera oggi la soglia del 10%. Questi sono i dati dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) del 19 aprile 2022.

Nel dettaglio, a livello giornaliero, l'occupazione dei posti nei reparti ospedalieri di area 'non critica' da parte di pazienti con Covid-19 cresce in Emilia Romagna (15%). Le terapie intensive, invece, sono stabili al 4%. 

Approfondisci:

La lenta discesa dei contagi Ma nessun comune è Covid free

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?