Quotidiano Nazionale logo
11 gen 2022

Covid oggi: il bollettino dell'Emilia Romagna 11 gennaio 2022. Dati e contagi

Oggi purtroppo si registrano 35 morti, mentre i contagi sono stabili (14mila, anche se si è dimezzata la percentuale dei casi), così come i ricoveri in terapia intensiva (+1, la stragrande maggioranza non vaccinati)

Bologna, 11 gennaio 2022 - Stabili i casi di Covid in Emilia Romagna: oggi sono 14mila, mentre ieri sono stati 14.194 (1,4% in meno). Però si registrano 35 morti. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 152 (+1 rispetto a ieri) e sono in stragrande maggioranza non vaccinati. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 2.166 (+123 rispetto a ieri, +6%). Il rapporto dei positivi sul numero di tamponi effettuato è del del 17,8% (sono 78.623 i tamponi eseguiti), percentuale più che dimezzata rispetto al 36,8% di ieri. Alle 15 di oggi sono state somministrate complessivamente 8.850.186 dosi di vaccino; sul totale sono 3.638.571 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi già fatte sono 1.692.446.

Approfondisci:

Coronavirus oggi, il bollettino dell'Emilia Romagna del 12 gennaio 2022. Dati e contagi

Covid oggi in Emilia Romagna: il bollettino 11 gennaio 2021
Covid oggi in Emilia Romagna: il bollettino 11 gennaio 2021

In Emilia Romagna una persona su 20 è positiva al Covid

In Emilia  Romagna, circa una persona su venti è attualmente positiva al Covid. È questo il dato che forse meglio di ogni altro racconta la pervasività della variante Omicron e la situazione in atto. I cosiddetti casi attivi sono infatti 229.198. Il 99% di loro, però, è in isolamento domiciliare perché asintomatico o non necessita di cure particolari.

Agenas: in aumento la pressione sugli ospedali

E' appena iniziata la settimana del rientro in zona gialla per l'Emilia Romagna. Con i contagi che continuano a galoppare, sono sempre di più le persone in isolamento. E per questo la Regione ha anche introdotto nuove regole al fine di ridurre i tempi della quarantena

Approfondisci:

Super Green pass e validità: cosa c'è da sapere

L'Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (Agenas) ha rilevato nella settimana un aumento dei posti occupati nei reparti intensivi emiliano romagnoli di due punti percentuali, nella settimana che va dal 4 al 10 gennaio 2022. L'occupazione è passata infatti dal 15% al 17%. In impennata, invece, il riempimento dell'area non critica. I posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sono passati dal 18% al 23%

I BOLLETTINI DI OGGI / Veneto - Marche - Italia

L'assessore Donini: "Progressione rilevante dell'incidenza" 

A fare il punto sull’andamento epidemiologico in Emilia Romagna è stato ieri in Commissione assembleare l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini. “Nelle ultime settimane abbiamo avuto una progressione rilevantissima dell’incidenza, che è passata da 500 casi ogni centomila abitanti quindici giorni fa a 1.600 la scorsa settimana, a quasi 2.000 oggi".

"Un denominatore imponente, in continua crescita, a cui fa fronte - grazie alla vaccinazione del 90% dei cittadini - una quota di ricoveri in proporzione inferiore a quella delle scorse ondate, e che ora è intorno all’1,5%. Ma un conto è l’1,5% di poche centinaia di casi, come abbiamo osservato fino a poche settimane fa, un conto è l’1,5% di un denominatore in costante e veloce ascesa - oggi circa 14mila nuovi casi - che determina un numero di ospedalizzazioni che rischia di mettere in difficoltà le nostre strutture ospedaliere”.

Rimane costante, peraltro, un dato: oltre il 75% dei ricoveri in terapia intensiva riguarda persone non vaccinate; di qui il nuovo appello dell’assessore a vaccinarsi.

Bologna, morti due no vax ricoverati 

Nei giorni scorsi al Policlinico Sant'Orsola di Bologna sono morti due dei tre pazienti ricoverati con Covid19 in terapia intensiva in Ecmo, cioè attaccati alla macchina per l'ossigenazione extracorporea del sangue. Si tratta una donna di 59 anni e di un uomo di 58 anni, entrambi non vaccinati

Obbligo vaccino over 50 Rimini: "Tanti no vax ci pressano per l’esenzione"

Green pass e trasporti: le nuove regole per scuolabus, autobus e treni

Coronavirus in Emilia Romagna: bollettino 11 gennaio 2022

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 711.706 casi di positività, 14.000 in più rispetto a ierisu un totale di 78.623 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è quindi del 17,8%. Rispetto ai 14.194 nuovi casi registrati ieri, i contagi oggi registrano un -1,4%. 

Nei dati comunicati oggi al ministero della Salute, ai 14mila nuovi casi odierni sono stati sommati altri 3.045 casi di positività in provincia di Modena e 3.550 casi di positività in provincia di Piacenza riferiti ai giorni scorsi, recuperati perché non ancora registrati. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 38 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna (2.578), poi Parma (2.147) e Modena (2.018); seguono Rimini (1.628) e Ravenna (1.397): quindi Cesena (889), Reggio Emilia (773), Piacenza (746); infine Ferrara (614), Forlì (607) e Circondario Imolese (603).

La mappa del contagio

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 39.563 a Piacenza (+4.296, compresi anche i casi dei giorni passati comunicati oggi), 54.198 a Parma (+2.147), 79.634 a Reggio Emilia (+773), 115.441 a Modena (+5.063, anche in questo caso compresi i casi dei giorni passati comunicati oggi), 144.659 a Bologna (+2.578), 22.079 casi a Imola (+603), 44.773 a Ferrara (+614), 63.456 a Ravenna (+1.397), 33.170 a Forlì (+607), 39.858 a Cesena (+889) e 74.875 a Rimini (+1.628).

Morti per Covid in Emilia Romagna

Purtroppo, si registrano 35 decessi: due in provincia di Piacenza (un uomo di 81 e una donna di 92 anni), uno a Parma (un uomo di 80 anni), tre in provincia di Reggio Emilia (un uomo di 82 anni e due donne di 81 e 87 anni), due in provincia di Modena (un uomo di 86 anni e una donna di 63 anni), cinque in provincia di Bologna (due uomini di 64 e 85 anni e tre donne di 78, 98 e 101 anni), uno a Imola (un uomo di 70 anni), cinque in provincia di Ferrara (tre uomini di 64, 68 e 82 anni e due donne di 53 e 74 anni), cinque in provincia di Ravenna (due uomini di 74 e 77 anni e tre donne di 79, 88, 91 anni), sei in provincia di Forlì-Cesena (tre uomini di 44, 71 e 79 anni e tre donne di 76, 94 e 97 anni), cinque in provincia di Rimini (quattro uomini di cui uno di 73, uno di 78, due di 88 anni e una donna di 88 anni). In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.429.

Ricoveri coronavirus in regione

I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 152 (+1 rispetto a ieri); l’età media è di 61,9 anni. Sul totale, 112 non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 60,3 anni), il 73,7%, mentre 40 sono vaccinati con ciclo completo (età media 66,1 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 2.166 (+123 rispetto a ieri, +6%), età media 68,4 anni. I ricoverati nei reparti Covid aumentano del 6%, quelli delle terapie intensive dello 0,7%.

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 4 a Piacenza (+1), 19 a Parma (+3); 19 a Reggio Emilia (-1); 16 a Modena (+2); 30 a Bologna (-1); 8 a Imola (+1); 20 a Ferrara (invariato rispetto a ieri); 14 a Ravenna (-1); 2 a Forlì (-1); 4 a Cesena (invariato); 16 a Rimini (-2).

Covid, dati e contagi in Italia

Raddoppiano, rispetto alle 24 ore precedenti, i casi Covid in Italia. Dalla lettura del bollettino del ministero della Salute, i nuovi positivi sono 220.532 (in crescita rispetto ai 101.762 del 10 gennaio), ma con un numero di tamponi superiore: 1.375.514 e che determina un tasso di positività al 16%. In crescita i decessi, 294. Sono 2.134.139 gli attualmente positivi al Covid in Italia, 129.542 in più rispetto a ieri. Dall'inizio della pandemia i casi totali sono 7.774.863 e i morti 139.559. I dimessi e i guariti sono invece 5.500.938, con un incremento di 90.456 rispetto a ieri.

Covid Italia: Agenas, l'occupazione dei reparti sale al 26%

A livello nazionale il tasso di occupazione di posti letto occupati da pazienti Covid nei reparti ordinari sale di 2 punti raggiungendo il 26% e, in 24 ore, il tasso cresce in 5 regioni: continua a salire in Valle d'Aosta, dove arriva al 46% e con +3% la Liguria raggiunge il 39%. Aumenta anche in: Abruzzo (24%), Basilicata (20%), Campania (25%), Emilia Romagna (23%), Friuli (28%), Lazio (24%), Lombardia (29%), PA Trento (21%), Piemonte (32%), Sicilia (31%), Toscana (22%), Umbria (31%), Veneto (24%).

Stabili Molise (16%), PA Bolzano (16%), Calabria (al 36%), Marche (25%), Puglia (16%) e la Sardegna (12%). Questi i dati Agenas del 10 gennaio.

Per quanto riguarda le terapie intensive, resta stabile l'occupazione su scala nazionale, ferma al 17%. Ma a livello giornaliero cresce in 6 regioni: Friuli Venezia Giulia (23%), Marche (22%), PA Trento (30%), Puglia (9%), Sardegna (13%), Sicilia (17%). Il tasso è in calo in Abruzzo (14%), Liguria (20%), PA Bolzano (18%), Piemonte (22%), Umbria (13%), Veneto (20%).

Stabile in Calabria (18%) Campania (11%), Emilia Romagna (17%), Lazio (21%), Lombardia (16%), Toscana (20%),Val d'Aosta (18%) e, sotto il 10%, anche in Basilicata (3%) e Molise (5%).

Altre notizie sul Covid

Emanuele Luchetti: chi è l'infermiere arrestato per le finte iniezioni

Covid Veneto. Zaia: "Si va in arancione"

Draghi, la conferenza stampa. Dalla scuola al super Green pass: cosa ha detto il premier

Omicron minaccia le Olimpiadi, Pechino corre ai ripari

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?