Bologna, 20 agosto 2021 - L'Emilia Romagna resterà, come tutta l'Italia, in zona bianca. Anche la regione Sicilia, quindi, si è salvata dalla retrocessione in zona gialla. Oggi si registrano due eventi importanti, di natura diametralmente opposta: l'appello a vaccinarsi lanciato dal Presidente Sergio Mattarella in apertura del Meeting di Rimini e l'imbrattamento di alcune sedi vaccinali a Ravenna e Cesena che ha sollevato l'ira e lo sdegno del governatore Stefano Bonaccini.

L'aggiornamento Covid, il bollettino dell'Emilia Romagna del 21 agosto. Dati e contagi

Ora i dati: sono 637 i nuovi positivi in Emilia Romagna, in leggera salita rispetto a ieri, 19 agosto, in cui si sono registrati 576 positivi al Covid-19. I tamponi processati nelle ultime 24 ore sono stati 23.978 (ieri 21.821) e il tasso di positività rimane stabile: 2,7% (ieri 2,6%). Non subiscono grandi variazioni nemmeno i ricoveri: in totale 44 in terapia intensiva (-3) e 373 nei altri reparti Covid non critici (-2). È morta per Covid una donna di 68 anni.

I dati Covid in Emilia Romagna di oggi, 20 agosto 2021

Il bollettino delle altre regioni: Marche, Veneto, ToscanaIl bollettino di ieri: Covid Emilia Romagna, il bollettino di oggi, 19 agosto 2021. 576 contagi e 3 morti
 

Covid Italia, i dati di oggi 20 agosto 2021

In Italia sono 7.224 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 7.260. Sono 49 invece le vittime in un giorno, in lieve calo rispetto alle 55 di ieri. I tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati invece sono stati 220.656 (ieri erano stati 206.531). Il tasso di positività è del 3,27%, rispetto al 3,5% di ieri.

Sono 455 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, in calo di cinque unità rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri  sono 26 (ieri erano stati 40). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 3.692, rispetto a ieri sono 65 in più. 

Le regioni che hanno registrato più casi oggi sono Sicilia (+1.508), Toscana (+700), Lazio (+661), Emilia Romana (+637), Campania (+539), Veneto (+505), Lombardia (+504).

Covid Emilia Romagna, i dati sui contagi di oggi 20 agosto 2021

Nelle ultime 24 ore, in Emilia Romagna, si sono registrati 637 casi positivi al Covid-19 in più rispetto a ieri, su un totale di 23.978 tamponi eseguiti. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 2,7%.

Di questi nuovi nuovi contagiati, 203 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 198 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 235 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 35,3 anni.

Sui 203 asintomatici, 115 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 6 con gli screening sierologici, 41 tramite i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 4 con i test pre-ricovero. Per 37 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, estesa a tutti i cittadini sopra i 12 anni di età. Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 5.593.955 dosi; sul totale sono 2.556.444 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Morti e ricoveri

Purtroppo, si registra un decesso: una donna di 68 anni della provincia di Bologna. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.316.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 44 (-3 rispetto a ieri), 373 quelli negli altri reparti Covid (-2). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 1 a Piacenza (-1 rispetto a ieri), 2 a Parma (invariato), 2 a Reggio Emilia (invariato), 10 a Modena (invariato), 10 a Bologna (-1), 2 a Imola (invariato), 8 a Ferrara (-1), 2 a Cesena (invariato), 7 a Rimini (invariato). Nessun ricovero a Ravenna e Forlì.

La mappa dei contagi, provincia per provincia

La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 123 nuovi casi (di cui 89 sintomatici). Seguono Bologna (+117, di cui 97 sintomatici), Rimini (+72, di cui 51 sintomatici) e Reggio Emilia (+69, di cui 59 sintomatici). Poi Parma (+67, di cui 21 sintomatici), Ravenna (+47, di cui 37 sintomatici), Piacenza (+37 rispetto a ieri, di cui 24 sintomatici), Ferrara (+34, di cui 8 sintomatici), Forlì (+29, di cui 20 sintomatici) e Cesena (+27, di cui 20 sintomatici), infine il Nuovo Circondario Imolese (+15, di cui 8 sintomatici). 

Guariti e casi attivi

Le persone complessivamente guarite sono 351 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 378.462. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 13.940 (+285 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 13.523 (+290), il 97% del totale dei casi attivi.

Monitoraggio Iss Emilia Romagna, Marche e Veneto: Rt Italia all'1.1

Rispetto alla scorsa settimana, a livello nazionale, l'indice Rt passa dall'1.27 all'1.1, con l'incidenza che sale da 68 a 69 contagi ogni 100mila abitanti. Nessuna regione passerà in zona gialla, nemmeno la Sicilia - la regione con la situazione più critica tra ospedali e incidenza dei casi -  e nemmeno Emilia Romagna, Marche e Veneto.

Figliuolo: "Alle regioni altri 5,3 milioni di dosi prossima settimana"

Nel corso della prossima settimana verranno consegnati alle Regioni e Province autonome oltre 5,3 milioni di dosi dei vaccini a Rna messaggero adoperati nell'ambito della campagna vaccinale. È quanto fa sapere la struttura del Commissario straordinario all'emergenza Francesco Figliuolo."Tali quantitativi - si legge in una nota - andranno a sommarsi alle dosi di vaccino a mRna attualmente disponibili presso le Regioni e le Province autonome per la somministrazione, le quali ammontano complessivamente a 4.129.000 per quanto riguarda Pfizer, e a 1.730.000 per Moderna".

In particolare, le strutture designate dalle singole Regioni/P.A. riceveranno 3,7 dosi di Pfizer e 1,68 milioni di dosi di Moderna, in esito agli approvvigionamenti realizzati da parte della Struttura Commissariale. Le dosi somministrate complessivamente nel corso della campagna vaccinale ammontano a 74.804.720 (aggiornamento di stamattina), a fronte di 81.203.456 dosi approvvigionate.

Mattarella al Meeting di Rimini: "Vaccinarsi è dovere e atto d'amore"

"La pandemia ci ha dimostrato quanto ci sia bisogno di responsabilità. Nell'opera dei medici e del personale sanitario. Nel lavoro di chi svolge mansioni sociali. Nell'impegno di chi opera nel tessuto economico. Nell'azione dei governi e degli organismi internazionali. Ma anche nei comportamenti di ciascuno di noi". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo intervento in videoconferenza al Meeting di Rimini.
"La responsabilità comincia da noi. Vaccinarsi - tra i tanti esempi - è un dovere non in obbedienza a un principio astratto, ma perché nasce dalla realtà concreta che dimostra che il vaccino è lo strumento più efficace di cui disponiamo per difenderci e per tutelare i più deboli e i più esposti a gravi pericoli. Un atto di amore nei loro confronti, come ha detto pochi giorni fa Papa Francesco", ha proseguito Mattarella.

Vaccino Covid Emilia Romagna, Bonaccini: "Superato il 75% degli over 12"

Il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, è ottimista rispetto l'andamento della campagna vaccinale"Abbiamo superato il 75% di coloro che hanno più di 12 anni e possono vaccinarsi con almeno una dose: entro fine mese confidiamo di arrivare all'80%". Il governatore è intervenuto a margine del convegno inaugurale del Meeting di Cl e ha anche proseguito, sui toni, il discorso di Mattarella, definendo le parole del presidente "solide e responsabili". "Fossimo allo scorso anno senza vaccini - ha detto il governatore - con il numero di contagi che circola, visto che la variante Delta è molto più alta dal punto di vista della trasmissione di contagio rispetto al primo ceppo che arrivò da Wuhan, noi avremmo gli ospedali strapieni, decessi a centinaia e costretti a chiudere le attività economiche che con tanti sacrifici siamo riusciti a fare riaprire".

Covid Bologna: morta 68enne non vaccinata

Una donna di 68 anni è morta per il Covid19 ieri all'ospedale Maggiore di Bologna, dove era ricoverata da quattro giorni in gravi condizioni. Era arrivata al pronto soccorso il giorno di Ferragosto con serie difficoltà respiratorie. Risultata positiva al Covid, è stata subito ricoverata in terapia intensiva e intubata, ma a nulla sono valsi gli sforzi del personale sanitario.
Secondo gli stessi sanitari, la 68enne non aveva patologie pregresse e non risultava vaccinata con alcuna dose. "Non eravamo più abituati a questo tipo di eventi", ha commentato il direttore generale dell'Ausl di Bologna Paolo Bordon, facendo riferimento alla rapidità del decorso ospedaliero che ha portato alla morte della paziente. "Il nostro appello è a vaccinarsi", ha aggiunto, spiegando che, nei nuovi contagi, il tasso di incidenza delle persone non vaccinate è dell'89-90%.
"Gli accessi ai nostri ospedali riguardano prevalentemente persone non vaccinate, che rischiano moltissimo". Secondo Bordon, è il momento di dare una ulteriore accelerata alla campagna vaccinale, anche con eventi open e dando la possibilità di accedere anche senza prenotazione. "Ci aspettiamo di raggiungere l'80% della popolazione con almeno una dose entro metà settembre - ha concluso - pronti per la ripartenza delle scuole. Fortunatamente i giovani stanno rispondendo bene".

 

Covid: le ultime notizie

Vaccino, Garattini: "Terza dose? Prima i Paesi poveri. Solo così fermeremo le varianti"

Covid, Italia bianca per un’altra settimana. Epidemiologo: "Nessuna impennata dei contagi"

Sanitari no vax sospesi salgono a 7 ad Ancona

Medici no vax sospesi: a Cesena il primo caso

Cure Covid, immunologo di Modena: "Non fidatevi del farmaco brasiliano"

Vaccino Rovigo, scendono in campo i pediatri

Vaccino covid: imbrattate le sedi di Ravenna e Cesena