Quotidiano Nazionale logo
30 dic 2021

Covid Emilia Romagna oggi: il bollettino 30 dicembre 2021. Dati e contagi

Impennata dei nuovi casi Coronavirus in regione: sono 7.088 e 20 i morti. Tasso di positività al 12,2%. 121 pazienti ricoverati in terapia intensiva (+8), di cui il 73% non vaccinati. Balzo dei casi attivi: +5.824, guariti +1.244. Agenas, i reparti critici sono in aumento (13%). Incidenza: la classifica delle province secondo la Fondazione Gimbe

Bologna, 30 dicembre 2021 - Nuovo record i contagi da Covid 19 in Italia e anche in Emilia Romagna. Sono 126.888 i casi di Coronavirus individuati nel nostro Paese nelle ultime 24 ore. Ieri i casi erano stati 98.020. Le vittime, secondo i dati del ministero della Salute, sono 156 , mentre ieri erano state 136. 

In regione oggi i positivi superano quota 7.000 (sono 7.088) e sono quasi raddoppiati rispetto a ieri, quando erano 4.134.  Al pari di ieri, è un numero di infezioni mai visto sul territorio da inizio pandemia. Gli infetti sono stati trovati grazie all'analisi di 57.953 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività, ovvero la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti, è del 12,2%.

L'età media dei nuovi positivi è di 36,5 anni.

Il bollettino di oggi registra 20 morti per Covid in regione.

Quanto ai ricoveri, sono 121 i pazienti emiliano romagnoli attualmente ricoverati nelle terapie intensive (+8 rispetto a ieri); l’età media è di 62,2 anni. Sul totale, 88 (quindi il 73%) non sono vaccinati (età media 60,6 anni), mentre 33 sono vaccinati con ciclo completo (età media 66,4 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.334 (+29 rispetto a ieri), età media 69,1 anni.

Covid: oltre 7mila contagi in Emilia Romagna il 30 dicembre 2021
Covid: oltre 7mila contagi in Emilia Romagna il 30 dicembre 2021

La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 1.057 nuovi casi, seguita da Ravenna (1.051). Poi Forlì Cesena (905 di cui 472 a Cesena e 433 a Forlì) Rimini (904), Bologna (816) più 157 nel Circondario imolese, Reggio Emilia (707). Quindi Ferrara (575), Parma (503), infine Piacenza (413).

Per quanto riguarda gli emiliano romagnoli guariti dal Covid, sono 1.244 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 444.226. Balzo dei casi attivi, cioè i malati effettivi seguiti dal servizio sanitario, oggi sono 68.324 (+5.824). Il 97,9% dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi. 

L'Emilia Romagna ha ormai raggiunto i numeri da zona gialla. E i dati sulla pandemia da Coronavirus peggiorano di giorno in giorno, così come a livello nazionale. Con l'aumento di un punto percentuale, la media nazionale dei ricoveri di pazienti Covid nei reparti ordinari - secondo gli ultimi dati dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari (Agenas) aggiornati a ieri - raggiunge il 16%, superando così la soglia critica fissata al 15%. In aumento di un punto percentuale anche l'occupazione media delle terapie intensive in Italia, dal 12% al 13% nelle ultime 24 ore, 3 punti sopra il tetto massimo del 10%. Anche l'Emilia Romagna ha il 13% dei posti letto in terapia intensiva occupato da pazienti Covid, in crescita rispetto alla settimana precedente.

Covid, cosa fare dopo il contatto con un positivo. Quarantena: nuove regole e durata - Super Green Pass: dal lavoro ai trasporti. Cosa cambia dal 10 gennaio - Il bollettino del Veneto - Tre calciatori del Bologna positivi al Covid

Coronavirus: dati e contagi in Italia con la tabella delle regioni

Record di positivi oggi in Italia sono 126.888 i casi di Covid individuati nelle ultime 24 ore. Ieri i casi erano stati 98.020. Le vittime, secondo i dati del ministero della Salute, sono 156 , mentre ieri erano state 136. Sono 1.150.352 i tamponi molecolari e antigenici rpocessati, un mumero simile a quello di ieri, 1.029.429. Il tasso di positività è al 11,03%, in aumento rispetto al 9,5% di ieri.

Sono 1.226 (ieri 1.185) i pazienti in terapia intensiva, 41 in più in 24 ore nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 134. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 10.866 (ieri 10.578), 288 in più rispetto a ieri.

In Lombardia sono 39.152 i nuovi casi (circa un terzo del totale), in Toscana 15.830 e in Piemonte 11.515.

Gli attualmente contagiati salgono a 779.463 (+104.598). Restano in isolamento domiciliare 767mila pazienti mentre sono 22.246 le persone dimesse o guarite.

Contagi oggi in Emilia Romagna

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 526.757 casi di positività, 7.088 in più rispetto a ieri, su un totale di 57.953 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 12,2%.

Dei nuovi contagiati, 3.314 sono asintomatici: , 307 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 36 con lo screening sierologico, 254 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 13 tramite i test pre-ricovero. Per 2.704 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

Tra i nuovi positivi 203 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 462 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

Ecco la nuova mappa del contagio dall’inizio dell’epidemia: 30.725 contagi a Piacenza (+413, di cui 141 sintomatici) 38.276 a Parma (+503, di cui 138 sintomatici), 61.761 a Reggio Emilia (+707, di cui 575 sintomatici), 86.022 a Modena (+1.057, di cui 285 sintomatici), 108.840 a Bologna (+816, di cui 453 sintomatici), 16.908 casi a Imola (+157, di cui 104 sintomatici), 33.143 a Ferrara (+575, di cui 51 sintomatici), 44.934 a Ravenna (+1.051, di cui 756 sintomatici), 25.070 a Forlì (+433, di cui 371 sintomatici), 27.977 a Cesena (+472, di cui 308 sintomatici) e 53.101 a Rimini (+904, di cui 592 sintomatici).

Morti di Covid in Emilia Romagna

Il bollettino di oggi registra 20 decessi legati alla pandemia: cinque in provincia di Parma (2 donne, di 68 e 83 anni, e 3 uomini, di 74, 81 e 95 anni); cinque in provincia di Bologna (2 donne, di 76 e 88 anni, e 3 uomini, rispettivamente di 57, 88 anni – quest’ultimo deceduto a Imola – e 89 anni); quattro nel ferrarese (una donna di 72 anni e 3 uomini, rispettivamente di 65, 79 e 80 anni); uno a Ravenna (una donna di 87 anni); uno in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 89 anni); tre in provincia di Rimini (una donna di 86 anni e 2 uomini, di 56 e 80 anni). Si è registrato, inoltre, il decesso di una donna di 75 anni residente fuori regione ma ricoverata a Rimini.

Nessun decesso nelle province di Piacenza, Reggio Emilia e Modena.

In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in Emilia Romagna sono stati 14.207.

​Terapie intensive in Emilia Romagna

In Emilia Romagna, i 121 pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 2 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 10 a Parma (invariato); 11 a Reggio Emilia (invariato); 12 a Modena (+2); 28 a Bologna (invariato); 8 a Imola (invariato); 18 a Ferrara (+2); 13 a Ravenna (+1); 2 a Forlì (invariato); 3 a Cesena (+2); 14 a Rimini (invariato).

Gimbe: le province in Emilia Romagna dove il virus sta dilagado

Il monitoraggio indipendente sulla pandemia da Coronavirus della Fondazione Gimbe ha rilevato, in Italia, nella settimana 22-28 dicembre 2021, rispetto alla precedente, un aumento di nuovi casi (320.269 vs 177.257) e dei decessi (1.024 vs 882). Lievitano anche i casi attualmente positivi (598.856 vs 384.144), le persone in isolamento domiciliare (587.622 vs 374.751), i ricoveri con sintomi (10.089 vs 8.381) e le terapie intensive (1.145 vs 1.012). Per ciò che riguarda l'Emilia Romagna, sul fronte ospedaliero, la nostra regione supera ancora la soglia del 10% di pazienti Covid in area critica (terapia intensiva), trovandosi infatti al 12,6% (la settimana precedente era al 10,3%). 

In 45 province l'incidenza supera i 500 casi per 100mila abitanti. Ci sono anche città emiliano-romagnole: Milano (1.243), Lodi (1.158), Monza e della Brianza (1.023), Varese (907), Perugia (896), Pavia (891), Siena (835), Alessandria (821), Como (817), Terni (812), Imperia (763), Arezzo (739), Firenze (719), Treviso (708), Vicenza (682), Rimini (678), Cuneo (677), Padova (671), Cremona (669), Novara (661), Venezia (658), Biella (653), Verbano-Cusio-Ossola (643), Asti (643), Torino (641), Lecco (608), Verona (602), Bergamo (590), Brescia (586), Aosta (569), Sondrio (550), Trento (546), Massa Carrara (533), Mantova (532), Forlì- Cesena (529), Rovigo (529), Lucca (527), Reggio nell'Emilia (527), La Spezia (525), Ravenna (525), Prato (522), Napoli (521), Trieste (521), Pisa (513) e Rieti (508).

Mappa Ecdc: Emilia Romagna rosso scura

In un'Italia che si tinge sempre più di rosso, ovviamente, non fa eccezione anche l'Emilia Romagna. La mappa aggiornata dell'Ecdc sulla situazione epidemiologica Covid-19 in Europa non lascia dubbi: tutta l'Italia è rosso scuro tranne Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna che sono 'solo' rosse.

Super Green Pass, Bonaccini: "Introdurlo anche per il lavoro"

"È venuto il momento di introdurre il Green pass rafforzato anche per tutti i luoghi di lavoro, misura che come Regioni avevamo già chiesto in quest'ultimo decreto, perché è l'unico modo per salvaguardare gli ospedali, la scuola in presenza, le attività economiche, la cultura e la socialità". Lo scrive il presidente dell'Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, in un post su Facebook. 

Altre notizie sul Covid

Nuovi contagiati Covid, "C'è chi si infetta due volte in 20 giorni"

Antonio Alfieri ristoratore no vax: "Ero ricoverato e mi auguravano di morire"

Covid, ok dell'Aifa alla pillola Merck e all'antivirale remdesivir

 

Ricevi l'informazione di qualità direttamente a casa tua con le nostre testate.  

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?