Bologna, 5 novembre 2021 - Balzo dei contagi in Emilia Romagna: raddoppiano i casi da Coronavirus e la percentuale dei positivi in Emilia Romagna. Altri quattro decessi e ricoveri in aumento. E' questo quanto si legge dal bollettino Covid dell'Emilia Romagna, che fa segnare un preoccupante trend in peggioramento dei dati. Oggi ci sono stati 618 nuovi positivi su 28.456 tamponi, che portano la percentuale dei casi al 2,2%. Ieri era all'1,15, mentre i contagi erano 328.  I guariti sono 330 in più, mentre 3,5 milioni di persone hanno completato il ciclo vaccinale, oltre l’87% della popolazione con più di 12 anni. Preoccupa anche la situazione in Veneto, dove si assiste a un boom di casi in 24 ore che sfiorano le 800 unità, tanto che il Governatore Luca Zaia tuona: "E' la pandemia dei non vaccinati". 

Aggiornamento Covid oggi Emilia Romagna, bollettino 6 novembre 2021. Terza dose: boom di vaccinazioni

Vaccino Johnson, richiamo per 24mila romagnoli

I dati in Italia - Marche - Boom di casi in Veneto 

Bollettino Covid 5 novembre Emilia Romagna

Dati Covid oggi: bollettino Italia del 5 novembre. Regioni, in Veneto contagi ancora su

Oggi è stata anche la giornata del monitoraggio della cabina di regia sulla situazione della possibile quarta ondata in Italia. Purtroppo si rileva un aumento dei casi, dell'indice Rt e dell'incidenza. L'incidenza dei contagi da Coronavirus in Emilia Romagna riflette l'andamento nazionale, 56,1 casi su 100mila abitanti, mentre è ancora peggio in Veneto (75,3). Le Marche invece superano di poco la soglia di attenzione dei 50 casi per ogni 100mila abitanti, essendo a 50,2. L'assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini rassicura: non si andrà in zona gialla, anche se immagina probabile l'arrivo della quarta ondata e caldeggia una proroga dello stato di emergenza.

Intanto la nostra regione dà il via anche alla campagna di vaccinazione antinfluenzale: da lunedì 8 novembre anche le farmacie sono pronte a inoculare il vaccino contro il virus di stagione a tutte le persone tra i 18 e i 60 anni senza malattie pregresse.

Quarta ondata Covid: sale l'incidenza. I dati in Emilia Romagna, Veneto e Marche

Regno Unito: ok alla pillola anti Covid

La quarta ondata preoccupa moltissimo la Germania, dove i casi sono in crescita esponenziale, tanto che il governo ha deciso di rafforzare l'immunizzazione di tutti con la terza dose senza limiti di età.

Vaccini: via alla seconda dose per chi ha fatto Johnson

Come da indicazioni dell'Aifa, anche l'Emilia Romagna si appresta a inserire nell'elenco delle persone da richiamare per il vaccino covid anche chi ha scelto il vaccino monodose della Janssen: in Emilia Romagna sono poco meno di 105mila persone, tra loro tanti giovani. In termini assoluti, parliamo dell'1,5% dei vaccinati in regione. Per tutti loro, via libera anche della Regione a una dose booster solo con preparati a mRna (quindi o Pfizer con dose intera o Moderna con mezza dose) a condizione che siano trascorsi sei mesi (180 giorni) dalla prima e unica iniezione. .

La Regione annuncia poi una accelerazione sulle vaccinazioni, come richiesto dal generale Figliuolo. In particolare - ma non solo - per le terze dosi. Vengono qui di chiamati a supporto i medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta nell'opera di informazione e sensibilizzazione. Per questo la somministrazione vaccinale viene resa più fluida e agevole possibile, fino al libero accesso o la chiamata attiva, modalità che in Emilia-Romagna sono già state utilizzate ampiamente e con successo.

Il Bollettino Covid in Italia

Un nuovo balzo dei contagi Covid in Italia. Dall'ultimo bollettino del ministero della Salute si evince che i nuovi positivi sono 6.764, in crescita rispetto ai 5.905 riscontrati ieri, con un numero di tamponi processati leggermente superiori a quelli effettuati nelle 24 ore precedenti, 543.414 e che produce un lieve innalzamento del tasso di positività all'1,24%. Calano al contrario i decessi, 51 (-8).

Ancora in crescita il numero dei ricoveri in ospedale, sia in area medica (+79) che nelle terapie intensive dove sono attualmente ricoverate in tutto 395 persone: +12 rispetto a ieri.

La regione con il maggior numero di casi (840) è la Lombardia, seguita da Veneto (792), Campania (722), Lazio (716) ed Emilia Romagna (618).

Il numero totale dei casi da inizio pandemia sale a 4.795.465.

Gli attualmente positivi diventano 90.356 (+2.980 rispetto a ieri), i dimessi/guariti 4.572.775 (+3.730), di cui 86.837 in isolamento domiciliare.

Terza dose over 60, a Bologna si prenotano in 3mila

I contagi in Emilia Romagna

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 434.177 casi di positività, 618 in più rispetto a ierisu un totale di 28.456 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dello 2,2%. Dei 190 asintomatici, 136 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 3 con lo screening sierologico, 20 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 4 con i test pre-ricovero. Per 27 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 42 anni.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 111 nuovi casi e Modena con 99; seguono Cesena (68), Ravenna (64) e Imola (53); poi Rimini (49), Forlì (47), Reggio Emilia (44), Ferrara (37), Piacenza (24); infine Parma con 22 nuovi casi.

Morti per Covid

Purtroppo, si registrano quattro decessi: due in provincia di Bologna (due uomini di 73 e 93 anni) e due in provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 74 e una donna di 87 anni, entrambi del cesenate). In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.618.

Ricoveri per Covid

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 40 (+2 rispetto a ieri), 302 quelli negli altri reparti Covid (+6). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 5 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 6 a Parma (+1); 3 a Reggio Emilia (invariato); 3 a Modena (-1); 12 a Bologna (invariato); 4 a Imola (+1); 1 a Ferrara (+1); 1 a Ravenna (invariato); 3 a Forlì (-1); 2 a Rimini (invariato). Nessun ricovero a Cesena (stesso dato di ieri).

Guariti e casi attivi

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 330 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 412.710. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 7.849 (+284). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 7.507 (+276), il 95,6% del totale dei casi attivi.

La mappa del contagio

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 26.711 a Piacenza (+24 rispetto a ieri, di cui 15 sintomatici), 33.162 a Parma (+22, di cui 7 sintomatici), 51.812 a Reggio Emilia (+44, di cui 31 sintomatici), 73.041 a Modena (+99, di cui 50 sintomatici), 91.046 a Bologna (+111, di cui 76 sintomatici), 13.927 casi a Imola (+53, di cui 35 sintomatici), 26.084 a Ferrara (+37, di cui 21 sintomatici), 35.037 a Ravenna (+64, di cui 47 sintomatici), 19.248 a Forlì (+47, di cui 41 sintomatici), 22.029 a Cesena (+68, di cui 63 sintomatici) e 42.080 a Rimini (+49, di cui 42 sintomatici).

Focus: Influenza in Emilia Romagna, il primo caso è a Parma