GIORGIA DE CUPERTINIS
Politica

Forza Italia, presentata la nuova squadra dell’Emilia Romagna: i nomi

Rosaria Tassinari, coordinatrice regionale del partito fondato da Silvio Berlusconi, ha introdotto le nomine a livello regionale e provinciale all'interno di Fi

Il nuovo coordinamento di Forza Italia per la regione Emilia-Romagna

Il nuovo coordinamento di Forza Italia per la regione Emilia-Romagna

Bologna, 24 giugno 2023 - Una nuova squadra. Costruita “con un lavoro capillare, dando valore a chi opera e si spende nei territori, in quanto Forza Italia vuole essere un partito vicino alle persone e un partito di prossimità". Con queste parole Rosaria Tassinari, coordinatrice regionale del partito fondato da Silvio Berlusconi, introduce le nomine a livello regionale e provinciale all'interno di Fi, affiancata stamattina in viale Aldo Moro dai vicecoordinatori regionali Aldo Marchese e Antonio Platis e dalla consigliera regionale, nonché coordinatrice provinciale di Bologna, Valentina Castaldini.

Quanto alla sua nomina a coordinatrice regionale del partito, Tassinari evidenzia di averla assunta con grande orgoglio “dalle parole del presidente Silvio Berlusconi – sottolinea – e quindi porto avanti le linee che ha dato, indicando la necessità di una preparazione consistente in vista delle prossime elezioni europee e comunali in Emilia-Romagna dove avremo oltre 200 comuni al voto".

Una nuova squadra, dunque, dove tra gli obiettivi non manca quello di "manifestare i nostri valori liberali, cattolici, europeisti e di moderazione, che ci rendono fondamentali nel centrodestra, dove rappresentiamo la forza più equilibrata e aperta al centro, anche in vista dei prossimi appuntamenti elettorali”, aggiunge Tassinari. Ma non solo. "Vorrei menzionare in primis la nostra vicecoordinatrice nazionale, la ministra e senatrice Annamaria Bernini. A lei abbiamo dedicato un saluto ricordando il grande lavoro nel Ministero dell'Università e Ricerca – prosegue Tassinari – anche in riferimento all'innalzamento del numero di studenti nella facoltà di Medicina”.

Nel dettaglio, quindi, la nuova squadra vede una lunga lista di nomi: coordinatrice regionale onorevole Rosaria Tassinari, vice coordinatore vicario Aldo Marchese, vice coordinatore - responsabile organizzazione Antonio Platis, responsabile dipartimenti Matteo Fornasini, responsabile Senores Gabriella Pizzuto, responsabile giovani Daniele Aiello, responsabile azzurro donna Erika Seta, referente rapporti alleati Romagna Bruno Fantinelli, referente enti locali Emilia Gabriele Girometta, referente enti locali Romagna Giuseppe Petetta, responsabile adesioni Luciano Avantaggiato, responsabile provinciale Ravenna Fabrizio Dore, responsabile cittadino Ravenna Nicola Tritto, responsabile provinciale Forlì-Cesena Giuseppe Bettini, responsabile cittadino Forlì-Cesena Joseph Catalano, responsabile provinciale Rimini Antonio Barboni, responsabile cittadino Rimini Mario Erbetta, responsabile provinciale Piacenza Paola Pizzeli, responsabile provinciale Parma Rosaria Tassinari, responsabile cittadino Parma Laura Schianchi, responsabile provinciale Reggio Emilia Gianluca Nicolini, responsabile cittadino Reggio Emilia Rodolfo Bellentani, responsabile provinciale Modena Piergiulio Giacobazzi, responsabile cittadino Modena Andrea Bernagozzi, coordinatore provinciale Bologna Valentina Castaldini, coordinatore cittadino Bologna Angelo Scavone, coordinatore provinciale Ferrara Fabrizio Toselli e coordinatore cittadino Ferrara Diletta d’Andrea.

Infine, soffermandosi sulla situazione della regione, da un lato Tassinari assicura che "il Governo ci è vicino e noi, a livello parlamentare, stiamo elaborando degli emendamenti per migliorare il decreto alluvione", e dall'altro Castaldini si dice convinta che "in Emilia-Romagna si possa vincere, e se cade la Regione – conclude – cadono tutte le amministrazioni". Non solo. "La giornata di oggi è importante perché si apre un nuovo corso per Forza Italia – afferma Castaldini – con una eredità importante. Siamo centrali e moderati per il governo. Guardando il Ppe, Giorgia Meloni ha bisogno di noi, del nostro modo di fare politica e dei valori che portiamo", osserva Castaldini che ribadisce la sua "totale fiducia in Antonio Tajani. Senza di noi la maggioranza perde una parte importante".