Bologna, 31 maggio 2021 - Anche in Emilia Romagna giugno sarà un mese fondamentale per le vaccinazioni anti Covid. Si punta all’apertura delle somministrazioni per tutte le fasce d’età, dopo l'annuncio del generale Figliuolo la Regione è al lavoro, in questi giorni, per organizzare le prenotazioni senza limiti di età. L'apertura delle agente è sempre subordinata all'arrivo delle dosi. 

Aggiornamento: entro il 18 giugno tutti possono prenotare

Coronavirus 1 giugno 2021 Emilia Romagna, bollettino Covid di oggi. Dati e contagi

"In Emilia-Romagna siamo prossimi al milione di persone completamente immunizzate, con anche il richiamo, dopo aver già superato nei giorni scorsi i 2,5 milioni di somministrazioni complessive – ha detto – Con le forniture previste, entro l’estate tutti gli emiliano-romagnoli che lo vorranno saranno vaccinati", ha ribadito ieri il Governatore, Stefano Bonaccini. 

Quanti sono i vaccinati in Emilia-Romagna: dati in tempo reale

Intanto, le date chiave in regione per il mese prossimo sono quelle del 3, 4 e 7 giugno. Vediamo perché.

Vaccino in Emilia Romagna: prenotazione per fasce d'età

Prenotazione vaccino over 40 in Emilia Romagna

Sono due le date fissate per la vaccinazione anti Covid della fascia d'età 40-49 anni, quindi i nati dal 1972 al 1981: da giovedì 3 giugno riceveranno l’sms dalla propria Azienda sanitaria di appartenenza coloro che si sono già candidati alla vaccinazione sul portale regionale, con l’indicazione della data della vaccinazione.

Venerdì 4 giugno sarà la volta dei 40-49enni che ancora non si sono registrati, e potranno prenotarsi a partire da quel giorno con le modalità tradizionali: sportelli dei Centri Unici di Prenotazione (Cup), farmacie che effettuano prenotazioni Cup; online attraverso il Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse), l’App ER Salute, il CupWeb (www.cupweb.it); oppure telefonando ai numeri previsti nell’ Azienda Usl di appartenenza per la prenotazione telefonica.

Ecco i numeri della Ausl dell’Emilia Romagna per prenotare le vaccinazioni anti Covid: Reggio Emilia 0522 338799; Modena 059 2025333; Bologna 800884888; Imola 800040606; Ferrara 800532000; Romagna 800002255; Piacenza 800651941; Parma 800680062.

Naturalmente anche le persone delle altre fasce d'età, più anziane, possono continuare a prenotare. Così come le categorie già individuate come prioritarie ovvero, ad esempio, chi è affetto da patologie, i caregiver, gli operatori sanitari e gli insegnanti. 

Vaccini nelle aziende in Emilia Romagna: da quando

Giovedì 3 giugno è previsto anche l’avvio dell’attività di vaccinazione negli hub aziendali, è richiesta un'operatività tra le 200 e le 500 somministrazioni al giorno. In regione, sono 180mila i lavoratori potenzialmente già interessati. 

Il piano prevede quattro possibili approcci: oltre ai punti vaccinali allestiti dal datore di lavoro presso la propria azienda per i propri lavoratori, le tre principali strade sono gli hub allestiti in una struttura aziendale e utilizzati da più realtà lavorative, i punti vaccinali promossi e organizzati direttamente dalle associazioni di categoria e, infine, i centri per la somministrazione presso le strutture sanitarie private, al servizio di più aziende convenzionate. Sedi vaccinali che saranno anche a disposizione del territorio e di tutti i cittadini in caso di necessità da parte del Servizio sanitario regionale, per esempio le somministrazioni potrebbero essere estese anche ai famigliari dei lavoratori.

Nell'area metropolitana di Bologna, sono previsti 5 hub, per ora: un’azienda del gruppo Coesia, Ima di Ozzano, Unisalute di San Lazzaro (del gruppo Unipol, inaugurazione il 3 giugno), il gruppo Bonfiglioli di Calderara e la Lamborghini di Sant’Agata Bolognese. 

In provincia di Modena Bper ha già fatto partire le lettere di adesione ai propri dipendenti, allestirà il suo hub nel parcheggio del centro servizi della banca a Modena, e partirà anche la Ferrari. Altre aziende che quasi certamente diventeranno sede di hub vaccinali sono B&T Group, Marazzi, Tavoni e Voilàp holding.

Vaccino agli operatori turistici

Dal 7 giugno partono le somministrazioni del vaccino anti Covid per i 40mila operatori turistici dell'Emilia Romagna con l'obiettivo di offrire una vacanza covid free ai turisti.

Sono coinvolti tutti colori che lavorano negli stabilimenti balneari e termali, alberghi, campeggi, villaggi turistici, marina resort e parchi tematici che riaprono il 15 giugno. Gli operatori verranno convocati negli hub vaccinali per la profilassi anti-Covid. 

Regole per i ristoranti: cosa cambia dal primo giugno