Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
17 mag 2022

Studentati in Emilia Romagna: in arrivo sei nuove residenze universitarie, ecco dove

I progetti garantiranno 545 nuovi posti letto per i ragazzi fuorisede iscritti a Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia e Parma

17 mag 2022
eva saldari
Cronaca
featured image
Ricerca affitti per gli studenti fuori sede, foto generica
featured image
Ricerca affitti per gli studenti fuori sede, foto generica

Bologna, 17 maggio 2022 - La Regione Emilia Romagna ed Er.Go hanno candidato sei nuovi progetti al quinto bando nazionale del ministero dell’Università e della Ricerca, per la costruzione di residenze universitarie destinate agli studenti fuorisede

Il costo complessivo dei sei progetti, di cui cinque gestiti direttamente dalle quattro Università emiliano romagnole e il sesto, focalizzato su Reggio Emilia, che fa capo all’Acer locale, sfiora i 107 milioni di euro, mentre la quota di cofinanziamento chiesta al ministero è di oltre 60 milioni. 

Il resto dell’investimento è a carico degli Atenei e dell’Acer di Reggio Emilia. Anche la Regione contribuirà attraverso Er.Go. 

 

Dove saranno i nuovi studentati 

Il Convento di San Giuseppe Sposo sarà riconvertita e ci sarà una nuova casa per gli studenti in piena zona universitaria a Bologna. La storica sede della Direzione delle ex Officine Meccaniche Reggiane a Reggio Emilia sarà restaurata e riqualificata. Verranno, inoltre recuperate le due residenze Bonacorsa e San Barnaba a Modena. E ancora, il complesso edilizio dell’Ippodromo comunale a Ferrara verrà risanato. Infine, verrà restaurato e adeguato funzionalmente l’ex Convento dei Frati Cappuccini a Parma

In totale verranno creati 545 nuovi posti letto

 

Il bando ministeriale

La Giunta regionale insieme agli Atenei ha approvato i singoli protocolli di intesa stipulati con tutti i soggetti coinvolti, per lo stanziamento delle risorse.

 Il bando ministeriale, che mette a disposizione circa 470 milioni di euro di cui 300 del Piano nazionale di ripresa e resilienza, prevede l’erogazione di un contributo massimo del 75% da parte dello Stato sul costo complessivo di ciascun intervento.

 

“Il sistema degli Atenei dell’Emilia Romagna - sottolinea l’assessora all’Università e Ricerca, Paola Salomoni - vanta un’altissima percentuale di iscritti che arrivano da altre regioni e anche dall’estero. Da qui l’esigenza di potenziare l’offerta abitativa per gli studenti fuori sede, con l’obiettivo di consolidare ulteriormente l’attrattività del nostro modello universitario”. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?