Bologna, 16 giugno 2021 – Avanti con i ventenni. Agende aperte da oggi in Emilia-Romagna per la vaccinazione della fascia di età 20-24 anni. I nati tra il 1997 e il 2001 sono in tutto poco più di 200mila da Piacenza a Rimini (compresi però quanti hanno già ricevuto il siero anti-Covid per motivi di salute, appartenenza a categorie professionali o adesione agli open day), potranno prenotare il loro appuntamento attraverso i consueti canali: Cup (compresi gli sportelli in farmacia e parafarmacia), online (Fascicolo sanitario elettronco, App ER Salute o Cupweb) e al telefono. In quest’ultimo caso, i numeri cambiano a seconda dell’Ausl di riferimento. 

Vaccini Emilia Romagna, il calendario delle prenotazioni

Le prenotazioni dei 20-24enni provincia per provincia

Alle 13, intanto in Emilia Romagna, sono state oltre 28mila (esattamente 28.636) le persone in questa fascia di età under 40 a ricevere data, luogo e ora della somministrazione, su un target complessivo di circa 204mila persone. Per quanto riguarda la suddivisione delle prenotazioni sui territori, a Piacenza sono state 1.639, a Parma 3.750, a Reggio Emilia 2.664, a Modena 5.007, a Bologna 7.773, a Imola 1.308, a Ferrara 1.786, e 4.709 nei territori di competenza dell’Azienda sanitaria della Romagna, cioè Ravenna (1.620 prenotazioni), Forlì (889), Cesena (939) e Rimini (1.261).

Prenotazione vaccini: i numeri di telefono

Ecco i numeri telefonici per la prenotazione della vaccinazione in Emilia Romagna
• Ausl Piacenza 800 651 941 (da lunedì a venerdì ore 8:00 – 18:00)
• Ausl Parma 800 608 062 (da lunedì a venerdì ore 9:00 – 16:00, sabato ore 9:00 – 13:00)
• Ausl Reggio Emilia 0522 338799 (da lunedì a sabato ore 7:45 – 18:00)
• Ausl Modena 059 2025333 (da lunedì a venerdì ore 8:00 – 18:00, sabato ore 8:00 – 13:00)
• Ausl Bologna 800 884 888 (da lunedì a venerdì ore 7:30 – 17:30, sabato ore 7:30 – 12:30)
• Ausl Imola 800 040 606 (da lunedì a venerdì ore ore 8:30 – 17:30, sabato ore 8:30 – 12:30)
• Ausl Ferrara 800 532 000 (da lunedì a venerdì ore 8:00 – 17:00, sabato ore 8:00 – 13:00)
• Ausl della Romagna 800 002 255 (da lunedì a venerdì ore 7:30 – 19:00, sabato ore 7:30 – 13:30)







Andamento contagi ogni 5 giorni da inizio epidemia

Prenotazioni sempre aperte

Per prenotarsi non serve la prescrizione medica: bastano i dati anagrafici - nome, cognome, data e comune di nascita - o, in alternativa, il codice fiscale.

Quella tra i 20 e i 24 anni è la quarta e ultima fascia di età under 40 per cui si aprono le agende, dopo i 12-19, i 35-39 e 25-29enni. Come previsto, quindi, a metà del mese di giugno tutta la popolazione residente da Piacenza a Rimini ha avuto la possibilità di prenotare la propria vaccinazione; la possibilità di fissare l’appuntamento resta sempre aperta a partire dalla data di sblocco delle finestre, per consentire a tutti coloro che lo vorranno di ricevere il vaccino.

Cambio data per la seconda dose del vaccino

A molti è capitato di aver ricevuto l'appuntamento per il richiamo del vaccino a luglio o agosto, quando si sarà in vacanza. In Emilia Romagna si può cambiare la data della seconda dose, contattando il call center dell'Ausl provinciale o il Cup (i numeri sono quelli indicati sopra).

La raccomandazione resta, in ogni caso, quella di scegliere la prima dose tenendo già conto di quando verrà fissato il richiamo, per evitare di essere in ferie proprio in quel periodo. Ogni spostamento di data andrà comunque indicato per tempo.

Donini: "Alta la risposta dei nostri giovani: un esempio di senso civico"

“È davvero importante che anche i nostri giovani aderiscano alla campagna di vaccinazione, e la risposta in queste poche ore di avvio delle prenotazioni è stata veramente alta - sottolinea l’assessore regionale alle Politiche per la Salute, Raffaele Donini - .Anche questi dati infatti, come già avvenuto per le altre fasce di età, rispecchiano la grande voglia dei cittadini di vaccinarsi, perché la vaccinazione è l’opportunità di tornare a vivere la la quotidianità in sicurezza per sé e per gli altri. Un esempio di senso civico, quindi, che assume ancor più valore per la giovane età dei testimoni di queste ultime tappe della campagna vaccinale di Emilia-Romagna. Da loro - chiude Donini - deve arrivare la spinta decisiva per proseguire il percorso verso il ritorno alla normalità”.