Mattia Altini, direttore sanitario di Ausl Romagna
Mattia Altini, direttore sanitario di Ausl Romagna

Cesena 29 luglio 2021 - Tutto come previsto. Nell’ultima settimana (19/20 luglio) i nuovi casi di contagio da coronavirus tra i cittadini residenti in Romagna hanno fatto un balzo in avanti. Basta il conteggio delle positività in più rispetto alla settimana precedente a far tremare i polsi: più 524 contagi, ossia 904 contagiati, il 4,4 per cento su un totale di 20.623 tamponi. Crescono, pur rimanendo nel livello verde, anche le persone con Covid finite in ospedale, che passano da 5 a 22. Un dato che messo in percentuale spaventa ancora di più poiché sigla un balzo del 340 per cento. E c’è anche un nuovo decesso, una persona morta per covid nel territorio riminese.

Covid Rimini, i contagi raddoppiano: sono 500 nell'ultima settimanaCovid Emilia Romagna, Bonaccini: "Obbligo di vaccino a scuola" - Covid Forlì, l'ospedale: "Sette ricoveri in Malattie Infettive, tutti non vaccinati"

"La crescita dei contagi, registrati in questa settimana – commenta Mattia Altini, direttore Sanitario di Ausl Romagna conferma quanto già in precedenza detto e verificato: la maggiore circolazione delle persone porta inevitabilmente ad un maggiore aumento dei casi. Se a questo poi aggiungiamo la maggiore contagiosità della variante Delta, tutto quadra". Il caldo e la voglia di estate fanno troppo spesso abbassare la guardia e la mascherine, che diventano una vera punizione con la temperatura che si fa bollente. Ma ciò che gioca la vera differenza sono i vaccini, efficaci contro le varianti.

Green pass e Sputnik, la regione chiede chiarezza - Green pass e Lepida Id: come attivare la app per il fasciolo sanitario 

La variante Delta, come mostrano i rilievi effettuati dall’Asl di Romagna per comporre il bollettino settimanale da cui sono desunti questi dati, aveva già preso il sopravvento nella settimana precedente ma ora è praticamente vicina alla totalità dei casi processati nel laboratorio di microbiologia di Pievesestina, ossia nel 92 per cento dei sequenziamenti sui campioni positivi dell’Asl RomagnaMotivi di allarme fornisce anche il diagramma dei nuovi casi ogni 100 mila abitanti registrati negli ultimi 7 giorni nelle principali città della Romagna: si avvicina pericolosamente ai 250 casi (oltre i quali scattano altre misure di contenimento) il dato dei 214 casi registrati a Riccione, seguono i 93 casi di Rimini, gli 86 del Rubicone, i 47 di Ravenna e Forlì, i 33 di Cesena e Vallesavio, i 18 di Lugo. In generale, e anche questo è un elemento che caratterizza l’attuale fase della pandemia, si sta alzando la contagiosità tra i ragazzi nelle fasce di età tra i 19 e i 24, e tra i 14 e i 18 anni. Ciò che conforta (e fa rivolgere uno sguardo di riconoscenza alla campagna vaccinale) è che non si sono registrati neppure in questa settimana, così come già dal 5 luglio, focolai attivi nelle strutture residenziali, socio assistenziali e socio sanitarie.

Altre notizie Covid

Coronavirus oggi Emilia Romagna, il bollettino 28 luglio 2021. I dati

Riapertura scuole, il ministro Bianchi: "A settembre si torna tutti in presenza"

Covid e scuola, la prof accusa i colleghi pro dad. "Pensano solo al loro interesse"

Vaccini 12 - 17enni, via libera del Cts a Moderna per i ragazzi