Gubbio Fano
Gubbio Fano

Fano, 7 ottobre 2018 - L’Alma arriva a Gubbio con l‘obbiettivo di conquistare i primi tre punti della stagione e di sfatare il tabù dello stadio “Barbetti”,  il match finisce invecea reti banche senza vincitori né vinti. Ora per la truppa di mister Epifani appuntamento mercoledì 10 ottobre allo stadio “Riviera delle Palme” contro la Sambenedettese per il match valido per il primo turno di Coppa Italia serie C. 

Tornando al match di Gubbio, mister Epifani alla mezz’ora è costretto a ricorrere al primo cambio, esce infatti per un problema fisico Luca Lulli ed entra al suo posto Moussa Ndiaye.

Dopo un inizio a ritmi sostenuti il match perde un po' d’intensità, l’unica situazione degna di nota è un calcio piazzato calciato sul finire della prima frazione di gioco da Casiraghi che disegna una parabola velenosa ma la sfera sorvola la traversa e si spegne fuori e dopo 2 minuti di recupero il primo tempo va in archivio sullo zero a zero.

Il secondo tempo riparte con le stesse formazioni che avevano terminato il primo.

Dopo 20 minuti Epifani cambia Lazzari per Morselli ed è proprio il giovane attaccante classe '98 a tentare la prima conclusione granata del secondo tempo ma il suo destro è debole e finisce tra le braccia di Marchegiani. La partita continua senza particolari acuti, Epifani ad un quarto dalla fine inserisce Scimia e Cernaz al posto di Selasi e Fioretti mentre Sandreani inserisce De Silvestro per Plescia ed è proprio il nuovo entrato del Gubbio all’83’ con un tiro cross dalla destra a mettere i brividi al Fano ma Sarr ancora una volta è attento e sventa la minaccia. L’ultimo brivido del match lo regala Casoli che dopo essere stato servito da un cross dalla sinistra da dentro l’area piccola riesce a girarsi e a calciare ma il tiro fortunatamente per l’Alma va di poco fuori.

b.t.