Il covid non ferma il Fano Film festival; il sindaco Massimo Seri con Fiorangelo Pucci
Il covid non ferma il Fano Film festival; il sindaco Massimo Seri con Fiorangelo Pucci

Fano, 16 ottobre 2020 - La pademia non ferma la partecipazione al Fano International Film Festival: 1500 i film selezionati e provenienti da ogni parte del mondo.
Altrettanto significativa la presenza delle scuole, con 150 film, appena inferiore a quella degli anni precedenti. "Una partecipazione importante – fa notare il direttore artistico e ideatore della manifestazione Fiorangelo Pucci – come se il covid non fosse mai esistito".


Importante anche la presenza degli ospiti, circa una trentina, tutti italiani, che saranno presenti a Fano, nell’unica serata di proiezone dei film premiati: sabato 17, nella sala Verdi del Teatro della Fortuna, a partire dalle 20. Non sarà necessaria la prenotazione, ma si entrerà fino ad esaurimento dei posti che, a causa delle norme anticovid, non saranno più di 88.


Se sabato saranno proiettati, per motivi di tempo, solo i film premiati, il direttore artistico Pucci sta già pensando ad organizzare, appena sarà possibile, delle serate per presentare al pubblico, in una vera sala cinematografica, i migliori film che hanno partecipato a questa edizione del Festival. XXXIIesima edizione che anche quest’anno si fregia di avere come partnership la rivista Ciak, considerata la "Bibbia del cinema nazionale" che ha anche assegnato la targa Ciak al film "Xolo" di Giuseppe Valentino che, tra l’altro, ha ottenuto il riconoscimento come miglior lungometraggio.
Per quanto riguarda gli altri premi "L’ora delle nuvole" di Mario Sposito è stato decretato il miglior film d’autore italiano, così come l’attore Amedeo Andreozzi è stato riconosciuto come miglior attore.
Ad "Homsick" di Koya Kamura il premio per il miglior film d’autore straniero, mentre il premio speciale della giuria è andato a "Inverno" di Giulio Mastromauro.
 



Il premio per la migliore regia è stato attribuito ad Andrea Brusa&Marco Scotuzzi per "Il muro bianco", mentre come migliori attrici sono state premiate Donatella Finocchiaro & Angela Fontana per il film "Ninnaò". Miglior film di animazione "Now Listen" di Kasia Kijek, Przemek Adamski, miglior documentario "Vomag" di Riccardo Salvetti, miglior film di autore marchigiano "Di mille secoli" di Isotta Fiorenzi. L’importanza del Fano International Film Festival è stata sottolineata dal sindaco Massimo Seri che, ieri, nel foyer del teatro ha vestito per la prima volta i panni dell’assessore alla Cultura. "Un Festival radicato e apprezzato che per la sua vivacità cultura ha saputo contaminare la città dove sono nate esperienze nel settore cinematografico.

an. mar.