La conferenza stampa di presentazione delle novità
La conferenza stampa di presentazione delle novità

Fano (Pesaro e Urbino), 5 febbraio 2020 – Anticipa di due mesi le date, lancia la versione “smart” del nome e si prepara a un tripudio di profumi e assaggi di cucina gourmet. Da giovedì 30 aprile a domenica 3 maggio 2020, Fano torna a essere la capitale italiana delle zuppe di pesce per la XVIII edizione del BrodettoFest, manifestazione dedicata al piatto povero della tradizione marinara, organizzata da Confesercenti di Pesaro e Urbino e Comune di Fano, con il contributo di Regione Marche e con la collaborazione di Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e Camera di Commercio delle Marche. 

Oggi si è svolta la conferenza stampa di presentazione di tutte le novità. “Il Festival compie oggi 18 anni – ha detto Pier Stefano Fiorelli, presidente Confesercenti Pesaro e Urbino - e li celebra con una serie di novità che si pongono l’obiettivo di aumentare l’attrattività turistica e di valorizzare il territorio e i suoi tesori, come il comparto della pesca e della marineria. Protagonisti dell’edizione 2020 saranno infatti i pescatori locali, che stiamo coinvolgendo nel programma dell’evento con iniziative dedicate. La marineria sarà protagonista con eventi informativi ed esperienziali. I primi informeranno il pubblico sulle attività della pesca, i secondi accompagneranno i visitatori tra degustazioni ed esperienze… in mare. E grazie anche a loro, il lungomare di Fano sarà ricoperto da un’ondata di brodetto… ancor più di qualità”.

Il Festival anticipa il suo svolgimento ponendosi un importante obiettivo: allungare, dalla primavera, la stagione turistica della città. Ma la kermesse non cambia solo il mese bensì anche l’orario di svolgimento: il programma del Festival proporrà una serie di appuntamenti dalle 10 del mattino fino al primo dopocena. Le nuove date saranno annunciate a tutta Italia lunedì 10 febbraio alla BIT di Milano che ospiterà, nello stand della Regione, la presentazione ufficiale dell’evento a giornalisti, operatori del settore e pubblico.  La Borsa internazionale del turismo sarà anche il palco da cui saranno lanciati, a livello nazionale, il nuovo nome – smart, fresco, più comunicativo e giovane - e la nuova immagine del BrodettoFest: un’esplosione di gusto, ingredienti semplici e genuini, una mazzola che guizza fuori dal pomodoro, elementi simbolici di un piatto capace di trasformare il pesce “povero” in elemento “nobile” e regalare – mixandolo con concentrato di pomodoro e aceto di vino - un piatto che è un tripudio di gusto.

“La Regione Marche – ha evidenziato Renato Claudio Minardi, vice presidente del Consiglio regionale delle Marche – continua a sostenere con forza il BrodettoFest e plaude al cambio di date: una scelta azzeccata che permetterà di tutelare la qualità dei piatti proposti dai ristoratori e di incentivare la proposta turistica di Fano rispondendo alle richieste dei ‘viaggiatori del gusto’, un percentuale di turisti in continua crescita che la Regione può intercettare con semplicità, semplicemente presentando tutto il bello, e il buono, delle sue eccellenze enogastronomiche.


Novità della XVIII edizione sarà infatti, il villaggio delle eccellenze marchigiane, area interamente dedicata alle bontà enogastronomiche della “Top Region 2020” come indicato dalla guida Lonely Planet: Casciotta d’Urbino Dop, il Bianchello del Metauro Doc rappresentato dal gruppo “Bianchello d’Autore”, Prosciutto di Carpegna Dop, l’olio Cartoceto Dop. Una risposta gustosa alla richiesta dei turisti enogastronomici che continuano a crescere in numero ed esigenze (+16% di interesse dal 2016, motivo di viaggio per circa il 53% dei viaggiatori di tutto il mondo).

Il lungo ponte che da giovedì 30 aprile a domenica 3 maggio 2020, lontano dal periodo del fermo pesca (previsto dal 17 agosto al 15 settembre 2020) supporterà inoltre le preparazioni delle zuppe di pesce alla fanese e degli altri piatti a base di pescato che i ristoratori presenti sul Lungomare serviranno. Il brodetto - che fa parte della storia di Fano, quanto cultura, mura, chiese e antiche vestigia - è nato a bordo dei pescherecci come pesce "povero". La sua è una ricetta semplice e versatile che sarebbe potuta finire nel passato gastronomico marchigiano se Confesercenti Pesaro e Urbino non avesse avuto l'intuizione di recuperare storia e onori di questo grande piatto, rilanciarlo e, per 18 anni, rendergli onore attraverso il Festival del Brodetto e all’iniziativa collaterale 'Fuoribrodetto' che, per più di un mese (9 maggio – 7 giugno 2020), coinvolgerà i ristoranti della provincia di Pesaro e Urbino e di Ancona nel proporre la zuppa ad un prezzo convenzionato.

Ultima ma non ultima l'altra grande novità 2020: il BrodettoFest sarà ancor più formativo e ancor più divertente. Il festival del Brodetto e delle zuppe di pesce sarà infatti anche luogo in cui il mondo della pesca e della marineria si darà appuntamento per scandire l’agenda 2020 del settore, divulgare le ultime notizie, coinvolgere il pubblico attraverso esperienze emozionali (come escursioni in barca) e degustazioni. Proposte che arricchiranno il programma dell’iniziativa sostenuta, per il terzo anno consecutivo, dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali.