Antonio Scarantino, chef del ristorante AlMare di Fano
Antonio Scarantino, chef del ristorante AlMare di Fano

Pesaro, 16 settembre 2019 - Torna il Fuori Brodetto, l’iniziativa ideata da Confesercenti Pesaro e Urbino che permette agli appassionati del piatto simbolo della tradizione marinara di gustarlo, al prezzo convenzionato di 16 euro (bevande escluse) in 16 ristoranti della provincia. Si inizia giovedì 19 settembre al AlMare di Fano (viale Ruggeri, zona Sassonia) e venerdì 20 settembre da Agli Olivi di Cartoceto (via Bottaccio 4). I due ristoranti ospiteranno infatti le prime “Serate giuria popolare” previste dalla nuova formula del “Fuori Brodetto”.

I due appuntamenti permetteranno ai presenti di diventare giurati per una sera e votare, insieme alla giuria tecnica composta dagli esperti gastronomi dell’Accademia della Cucina Italiana, il piatto presentato dagli chef. Nel primo caso i clienti de AlMare (prenotazioni allo 0721.969727) potranno valutare la ricetta innovativa de “Brodetterò” presentata dallo chef Antonio Scarantino: “Nella mia proposta i pesci della tradizione (come gattuccio, tracina, bocca incava) vengono serviti sfilettati, cotti con tecniche differenti, a seconda della tipologia, per mantenere invariati fragranza e sapore. La salsa viene realizzata secondo tradizione (del pesce - eviscerato e spinato - viene usato tutto), partendo dal concentrato di pomodoro. E viene servita a parte. Così, solo quando il piatto arriva in tavola, trovando la complicità del cliente - che può scegliere quale ingrediente gustare per primo o quanta salsa versare nel piatto -, diventa Brodetto”.

Alessandra ed Emiliano Eusepi, del ristorante Agli Olivi di Cartoceto

Venerdì 20 settembre invece, il pubblico sarà chiamato a valutare il brodetto di Alessandra Eusepi chef del Ristorante Agli Olivi di Cartoceto (prenotazioni allo 0721.898144): “Quella che assaggeranno gli ospiti è la ricetta tradizionale che ho appreso da mia mamma, che ha lavorato dietro le quinte de Agli Olivi per una vita. Oggi porto avanti il suo lavoro e la sua filosofia: la cucina è amore e genuinità. I clienti vengono qui perché trovano i sapori di una volta, quei profumi corposi delle domeniche in famiglia. Vengono perché la pasta, il pane e i grissini adagiati nel cestino di benvenuto, sono rigorosamente fatti a mano; e perché quel cestino lo accompagniamo con l’Olio Cartoceto DOP”.

Al termine del mese del “Fuori Brodetto” i voti raccolti da ciascun ristoratore decreteranno il “Miglior Fuori Brodetto” 2019 durante una serata che si svolgerà nel ristorante che avrà ottenuto il titolo e che ospiterà anche i vincitori del concorso ideato in collaborazione con Il Resto del Carlino. Il quotidiano premierà infatti i 5 lettori che invieranno in redazione (Il Resto del Carlino, via Manzoni n. 24, 61121 – Pesaro) il maggior numero di coupon presenti nelle pagine del fascicolo cartaceo fino al 27 ottobre con una cena per due persone. Info: Festivalbrodetto.it/fuori-brodetto