Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

A Fano si racconta la storia dei maestri del designe

Il libro su Franco Bucci, Massimo Dolcini e Gianni Sassi sarà presentato il 6 aprile alla Fondazione Cassa di Risparmio di Fano

Ultimo aggiornamento il 4 aprile 2018 alle 15:10
Libro dedicato a Franco Bucci, Massimo Dolcini, Gianni Sassi

Fano (Pesaro Urbino, 4 aprile 2018 – Verrà presentato venerdì 6 aprile alle 17.30 il volume “Franco Bucci, Massimo Dolcini, Gianni Sassi. Artigianato e cultura del progetto nella Pesaro degli anni '60 - '90”. Una piccola e incisiva storia della vita culturale italiana ambientata a Pesaro, una provincia che cresciuta sull’onda dell’economia dei distretti tra gli anni sessanta e novanta. Il libro, a cura del designer Roberto Pieracini e della docente Federica Facchini, verrà presentato nella sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano in via Via Montevecchio 114.
“Franco Bucci, Massimo Dolcini, Gianni Sassi Artigianato e cultura del progetto nella Pesaro degli anni '60 - '90” si divide in due parti.

Nella prima viene raccontata la storia di tre attori – due pesaresi, Bucci e Dolcini e un milanese, Sassi – che si incontrano e mettono in comune in modo diretto e coinvolgente gli universi paralleli e complementari di quanto hanno fatto per l'arte, la comunicazione, il design e la grafica. La storia inizia in due scuole, l’Istituto d’arte Ferruccio Mengaroni di Pesaro e l’ISIA di Urbino. Nella prima si formano artisti e colti artigiani, nella seconda invece troviamo docenti e allievi i migliori grafici italiani come Franco Bucci, raffinato artigiano/artista che con la sua produzione di oggetti d’uso portò alta qualità nel quotidiano e Massimo Dolcini, dirompente e avvincente personaggio che fece della sua grafica, facile e colta, lo strumento perfetto per parlare e coinvolgere i cittadini. Negli anni settanta l’incontro con Gianni Sassi, grafico, operatore culturale, organizzatore di straordinari eventi, produce un cortocircuito teorico e esperienze uniche nella scena culturale italiana. Nella seconda parte, invece, il libro traccia una storia completa, con testi, citazioni e interventi dei tre protagonisti con oltre 400 immagini.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.