Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

San Costanzo, al via la Sagra della crescia di Stacciola

Tutto pronto per dar vita ad una kermesse che si conferma ormai di successo, da sabato a lunedì

di SANDRO FRANCESCHETTI
Ultimo aggiornamento il 3 agosto 2018 alle 18:49
I fornai della "Sagra della crescia di Stacciola", cotta rigorosamente nei forni a legna

San Costanzo (Pesaro Urbino), 3 agosto 2018 - Ci sarà anche uno speciale annullo filatelico ad impreziosire la 32esima edizione della 'Sagra della crescia di Stacciola' che decollerà domani sera (sabato 4 agosto) e proseguirà nelle giornate di domenica e lunedì. Nella piccola e suggestiva frazione del comune di San Costanzo, dove risiedono non più di 80 anime, tutto è stato predisposto per dar vita ad una kermesse di successo. Al lavoro i volontari del paese, uniti nel Comitato cittadino Stacciola, e anche molte altre persone che non abitano nel borgo.

“Siamo un esercito di almeno 120, 130 volontari – evidenziano il presidente del Comitato cittadino Paolo Gioacchini e il suo vice Stefano Goffi -. Dovremo impastare completamente a mano 11 quintali di farina, preparare le cresce e poi cuocerle via via nei 4 forni a legna del paese alimentati con le fascine di tralci di vite. E insieme alla nostra inimitabile crescia, che dal 2014, con apposito decreto del servizio agricoltura della Regione Marche è riconosciuta come prodotto tipico regionale, prepareremo anche le tradizionali cristaiat (una sorta di maltagliati) di farina di granoturco, patate e cipolle fritte e diverse tipologie di dolci che saranno annaffiati dal vino di visciole”. “Un aspetto molto bello di questa sagra – sottolinea il sindaco di San Costanzo Margherita Pedinelli, che nei mesi scorsi ha frequentato un corso per la preparazione della crescia di Stacciola – è che i suoi proventi andranno in parte a Telethon e in parte per la ristrutturazione della ex scuola elementare del paese, unendo così solidarietà e attenzione al proprio borgo”.

Lanfranco Giardini, referente filatelico di Poste Italiane spiega: “Nella giornata di lunedì proporremo l'annullo filatelico con uno speciale timbro dedicato alla sagra e saranno distribuite anche cartoline ad hoc di Stacciola”. In tutte e tre le serate (ad ingresso gratuito) musica e animazioni.
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.