Eliambulanza a Marotta
Eliambulanza a Marotta

Marotta, 10 luglio 2019 - Annaspava a qualche decina di metri dalla riva, poco prima di perdere conoscenza, rischiando di annegare a causa dell’ingestione di acqua, ma è stato salvato dai bagnini che l’hanno portato a riva. Un pensionato 61enne di Foligno, ieri in tarda mattinata, è stato poi rianimato con un massaggio cardiaco, praticato da due medici che si trovavano in spiaggia. Infine è stato trasportato in eliambulanza all’ospedale regionale di Torrette di Ancona, dove è stato ricoverato per un principio di annegamento. Sul posto, presso i bagni Monasco, sul litorale Nord di Marotta, sono intervenuti i militari della Capitaneria di porto e dell’ufficio locale marittimo, per ricostruire la dinamica dell’accaduto, e un’ambulanza del 118 con un medico a bordo. 

La vacanza del turista umbro stava per trasformarsi in tragedia, quando all’improvviso si è sentito male mentre stava nuotando. Il dramma rischiava di consumarsi sotto gli occhi di decine di bagnanti, ignari di ciò che stava accadendo a pochi metri da loro. Provvidenziale l’occhio vigile degli addetti al soccorso, che si sono subito lanciati in mare con l’imbarcazione attrezzata. Raggiunto il pensionato, che aveva già perso i sensi, i bagnini l’hanno caricato a bordo e riportato in spiaggia. Il caso ha voluto che fossero presenti un infermiere della Potes, il servizio di soccorso di Marotta, ma anche due medici rianimatori fuori servizio, che erano in vacanza e prendevano il sole proprio sul quel tratto di arenile. I due sanitari, uno di Urbino e l’altro di Perugia, hanno salvato l’uomo in extremis, entrando in azione in quel lasso di tempo che diventa decisivo per la sopravvivenza. Addestrati per tali evenienze, i due professionisti hanno agito prontamente e in perfetto affiatamento, mettendo in atto tutte le manovre di rianimazione opportune, che hanno consentito di far ripartire regolarmente il battito cardiaco del pensionato. 
E COSÌ, dopo che l’uomo ha ripreso conoscenza ed è stato trasportato a bordo dell’eliambulanza, tutti i presenti al salvataggio hanno tirato un respiro di sollievo, soddisfatti per una vita salvata, grazie al sincronismo degli eventi ma soprattutto all’iniziativa di bagnini e soccorritori.