La proposta di Mirco Pagnetti
La proposta di Mirco Pagnetti

Fano, 20 gennaio 2020 - "Intitolare una strada o una piazza cittadina a Bettino Craxi, vista la grande tradizione socialista fanese". A vent’anni dalla morte del leader socialista arriva la proposta del segretario del Psi Fano, Mirco Pagnetti. "Ricordarlo - afferma - è un riconoscimento al ruolo storico che il socialismo riformista ha avuto nel dopoguerra in Italia, nell’anticipare ideali e nell’affermare politiche che oggi caratterizzano la moderna sinistra sopravvissuta al crollo delle ideologie e dei regimi comunisti. Dedicare una via a Craxi non vuol dire non essere critici nel suo operato ma riconoscerne il ruolo da protagonista e leader visionario, con le sue convinzioni riformiste, la sua azione di partito e di governo in Italia".

E ancora Pagnetti: "Oggi la sua immagine viene rivalutata, c’è una forte componente di rimpianto dovuta alla scarsa credibilità delle attuali classi dirigenti che, ovviamente, non si improvvisano. Non si può sostenere che la politica non è un mestiere e poi ritrovarci con dilettanti al governo, non si può elevare l’inesperienza a virtù e l’esperienza a difetto e poi accorgersi che i governi non sono all’altezza". Secondo Pagnetti "per rinascere, una sinistra moderna e riformista deve riconoscere i meriti politici di Bettino Craxi. Oggi, esattamente dopo 20 anni dalla morte di Craxi, dobbiamo essere orgogliosi della nostra storia visto che ce lo riconosco anche gli altri".

Nella provincia di Pesaro e Urbino, Fano non sarebbe la prima città a dedicare una via a Bettino Craxi, lo ha già fatto San Costanzo mentre nelle Marche è stato Sant’Elpidio a Mare (provincia di Fermo) a intitolare un viale cittadino allo statista socialista. Complessivamente sono circa una decina, in tutta Italia, le strade e le piazze che ricordano l’ex presidente del consiglio, da nord a sud, da Sesto San Giovanni (Milano) ad Ala’ dei Sardi (Olbia), da Castiraga Vidardo (Lodi) e Grumo Appula (Bari).
an. mar.